close
Varie

Arredamento per parrucchieri: una guida all’acquisto

39-88

L’allestimento di un salone di hair stylist presuppone la scelta di una grande varietà di elementi per l’arredamento per parrucchieri: tutte le componenti devono essere funzionali alle esigenze che si intende assecondare e, se possibile, personalizzate tenendo conto delle caratteristiche dell’esercizio, di chi vi lavora e della clientela che si aspira a raggiungere. Un elenco dei complementi di arredo non può che includere gli specchi e le poltrone, ma anche il registratore di cassa, i lavandini, la rubinetteria e le mensole, utili sia per conservare prodotti che per mostrarli alla clientela.

Di certo le poltrone sono tra i più importanti elementi dell’arredamento per parrucchieri, non solo per una questione di estetica, ma anche per il comfort che sono chiamate a garantire ai clienti che le useranno. Appare evidente come la comodità sia la caratteristica più importante da ricercare in una seduta, a prescindere dalle sue dimensioni e dal materiale in cui è realizzata: a questo proposito, nella maggior parte dei casi si tende a optare per la pelle, ma non è un obbligo da cui non ci si può sottrarre.

D’altro canto, le poltrone non devono solo risultare accoglienti per i clienti, ma devono anche assicurare il massimo della praticità a chi ci lavora attorno, per evitare ostacoli o altri impedimenti che potrebbero compromettere la buona riuscita del taglio, della messa in piega o di qualsiasi altro servizio si stia realizzando. Vale la pena di segnalare che ci possono essere poltrone progettate in maniera specifica per gli uomini e per le donne, così come poltrone unisex. Per quel che riguarda il design, invece, si può distinguere tra la seduta a calice e la seduta a pozzetto, mentre la struttura in genere è in metallo cromato o in alluminio, anche se negli ultimi tempi sta ottenendo un successo sempre maggiore la resina nera, la quale – per altro – ha anche il pregio di essere più economica rispetto alle altre due soluzioni prese in considerazione.

Arredamento per parrucchieri: qualche consiglio in più

Nel momento in cui si scelgono le poltrone per il salone da parrucchiere, in ogni caso, quel che conta è soprattutto fare riferimento a modelli estensibili, che offrano la possibilità di modificare l’altezza della seduta ogni volta che se ne ha la necessità, facendo in modo che chi lavora non sia costretto a piegarsi o ad assumere posizioni poco naturali o fastidiose. I modelli più pratici sono quelli muniti di una leva per la pompa idraulica: è sufficiente agire con una gamba sulla leva per far salire o scendere la seduta a seconda dei casi.

In effetti, un conto è tagliare i capelli a un bambino di dieci anni e un conto è tagliare i capelli a un adulto alto due metri: pensare di poter usare una poltrona alla stessa altezza per entrambe le situazioni è un errore che non ci si può permettere di compiere.

Redazione Cobalto

The author Redazione Cobalto