close
EconomyVarie

Patrimonio e famiglia: un binomio imprescindibile

patrimonio_familiare

I nostri patrimoni, indipendentemente dalla loro consistenza economica, sono giornalmente esposti ad una molteplicità di rischi: non ultimi quelli connessi alla propria sfera professionale o privata. Anche le cause di separazione e di divorzio, in assenza di  “asset protection”, possono essere causa di conflitti e vere e proprie guerre fra i coniugi. Così come pure un rovescio economico nella propria azienda o un fallimento possono comportare il pignoramento e la consequenziale perdita dei beni sia aziendali che personali.

Da ciò si desume che le vicende attive e passive legate ad un patrimonio hanno inevitabilmente ripercussioni positive e/o negative sia sul patrimonio stesso che sulla famiglia del detentore, con profonda incidenza sulla personale stabilità economica.

La crisi economica e finanziaria che ha colpito il nostro paese negli ultimi anni, sommata alla disaffezione delle singole persone verso gli istituti bancari, anche a causa dei casi di “risparmio tradito”, hanno aumentato proporzionalmente sia l’interesse che la necessità, delle singole persone di pensare ad una gestione più efficace dei propri beni mobili ed immobili.

Oggi i patrimoni non sono più indirizzati ad una ricerca ossessiva del rendimento, bensì vengono confrontati e relazionati alle problematiche tecniche insite nella gestione di veri e propri “rischi patrimoniali”, come detto, spesso riconducibili alla propria sfera di vita imprenditoriale e professionale.

Diventa quindi indispensabile capire e quindi riconoscere e delimitare, un “possibile pericolo”, consentendo così di adottare, con congruo anticipo, una strategia patrimoniale atta ad eliminare possibili pregiudizi.

Ecco allora il segreto e la capacità che differenzia il bravo professionista da un comune consulente: sapere e quindi riuscire ad anticipare sia le necessità che i desideri del cliente in attinenza al suo patrimonio offrendogli, de facto, soluzioni tecniche e giuridiche a problemi che, spesso, nemmeno immagina di avere.

E’ opportuno precisare che il concetto di “patrimonio” può essere distinto in “tangibile”, quando è rappresentato dall’insieme dei diritti aventi contenuto patrimoniale ovvero diritti su “cose” suscettibili di valutazione economica quali beni immobili e mobili; oppure in patrimonio “intangibile”, ove si intendono tutti quei beni e/o cose che sfuggono alle tradizionali valutazioni commerciali, quali il patrimonio “umano” evidenziato dal fatto che ogni persona è portatore di un valore enorme dal punto di vista patrimoniale, riconducibile in conoscenze, esperienze, know-how e reddito.

Non si può tralasciare il fatto di come, allo sgretolamento di un rapporto di coppia, conseguono inevitabili ripercussioni patrimoniali. Basti pensare, oltre all’assegno di mantenimento, all’effetto patrimoniale devastante che riguarda l’assegnazione della abitazione familiare al coniuge ove i figli vengono collocati.

Infatti, tornando alla citata “mappatura” dei rischi patrimoniali di un cliente e della di lui famiglia, quello conseguente al rapporto di coppia deve essere di centrale importanza. Di pari livello, se non superiore, è il rischio riconducibile alla attività professionale e/o imprenditoriale, ove appare chiaro che non esiste impresa e quindi attività imprenditoriale se non vi è rischio.

Ecco allora, anche qui, la necessità di applicare una strategia di tutela patrimoniale nell’interesse della propria famiglia, evitando così che il rischio tipico di impresa non venga traslato sul patrimonio familiare, presente e futuro come previsto   dall’art. 2740 cc e segg.

Il nostro ordinamento giuridico oggi consente, peraltro, la tutela del proprio patrimonio familiare in forma assolutamente legittima per ciò che concerne i rischi tipici riconducibili all’esercizio di impresa e delle professioni. Bisogna saper coniugare, quindi, gli strumenti giuridici esistenti con una corretta strategia patrimoniale, come ad esempio il fondo patrimoniale, il trust, gli atti di destinazione e le coperture assicurative.

Tutti questi strumenti, che andrebbero analizzati in maniera approfondita, in via prodromica consentono di pianificare correttamente la protezione del proprio patrimonio personale da accadimenti esterni, elaborando così una tutela patrimoniale ad ampio raggio.

Di F. Accinelli

Redazione Cobalto

The author Redazione Cobalto