close
Varie

Inizia dalla Sardegna la stagione dei carciofi

trasporti sardegna_carciofi

E’ partita la stagione del carciofo in Sardegna. E con essa la distribuzione di quello che viene definito “l’oro verde della Sardegna” in tutta Italia.
Basti pensare che in un anno dalla sola Sardegna arriva più del 20 percento della produzione complessiva di carciofi italiana. Una regione che infatti vanta una tradizione plurisecolare nella coltura di questi ortaggi, in tutte le sue varietà.

Log-In Group, azienda leader in Sardegna nei servizi di Trasporti, Groupage e Logistica soprattutto per la Grande Distribuzione, ha fatto del trasporto di questo ortaggio un suo punto di forza grazie a una presenza ramificata sul territorio sardo, a mezzi refrigerati dotati delle migliori tecnologie e grazie ai suoi numerosi depositi tra Olbia, Sassari e Cagliari. Grazie al suo servizio di Trasporti Sardegna infatti, Log-In Group raccoglie, trasporta e consegna carciofi in Sardegna e in Italia, soprattutto alle principali catene della Grande Distribuzione.

Il carciofo viene coltivato nelle aree a più alta vocazione per questo ortaggio, dislocate in varie zone della Sardegna: Campidano di Oristano, Campidano di Cagliari e bassa valle del Coghinas, tutte ideali per lo sviluppo ottimale dei capolini.

La Sardegna, per le sue caratteristiche climatiche (calda la stagione estiva; mite la stagione invernale) è particolarmente vocata alla coltivazione del carciofo. Nell’isola sono coltivate le seguenti varietà di carciofo:

  • Carciofo spinoso sardo: coltivato nel medio campidano di Cagliari (Serramanna e Villasor), nel sulcis, nell’oristanese e nel sassarese.
  • Carciofo terom: coltivato nel medio campidano di Cagliari.
  • Carciofo violetto di provenza: coltivato nel medio campidano di Cagliari (Samassi,Serramanna e Villasor).
  • Carciofo tema: coltivato soprattutto nel medio campidano di Cagliari (Villasor,Serramanna,Samassi) e nella zona di Oristano.
  • Carciofo romanesco: coltivato nel medio campidano di Cagliari.
Redazione Cobalto

The author Redazione Cobalto