close
Varie

World Overshoot Day: le risorse della Terra si stanno esaurendo

consumo-risorse-del-pianeta (1)

Che l’umanità stia consumando le risorse del pianeta su cui vive è ormai cosa nota. Lo sviluppo e la crescita senza fine che la nostra società ha scelto di perseguire ha un impatto elevatissimo sul pianeta in cui viviamo. Da anni sentiamo quasi quotidianamente notizie sul livello di inquinamento raggiunto dalla Terra e sul continuo peggioramento di questo fenomeno, ma non sembra che questo sia servito a far invertire la tendenza, anzi.

La conferma che la situazione sta inesorabilmente peggiorando anno dopo anno arriva anche dal cosiddetto World Overshoot Day, un indicatore che misura il consumo di risorse annuale del pianeta. Noto anche come “giorno di sfruttamento della Terra”, questa data viene comunicata ogni anno dall’organizzazione non governativa Global Footprint Network, che ha tra i suoi obiettivi lo sviluppo della sostenibilità ambientale per il pianeta. Nel 2018, la data è stata il 1° agosto, in anticipo di un giorno rispetto al 2017.

Ma cosa rappresenta effettivamente questo giorno? Il World Overshoot Day è, secondo la definizione, il giorno in cui l’umanità completa lo sfruttamento delle risorse messe a disposizione dal pianeta per quel determinato anno. In altre parole, la data segna il giorno in cui l’impronta ecologica dell’uomo in quell’anno raggiunge la biocapacità della Terra. Da quel giorno in poi l’umanità sta consumando delle risorse che il pianeta non è in grado di controbilanciare. Il termine “Overshoot”, che in inglese sta per “andare oltre”, indica proprio questo concetto.

Non mancano le proposte per cercare di ridurre l’impronta ecologica dell’umanità. Se da una parte ci sono le politiche nazionali e internazionali, come ad esempio quelle volte a favorire la produzione di energia pulita, dall’altra dovrebbe essere il comportamento del singolo cittadino a cambiare. Dovremmo prenderci la responsabilità del nostro pianeta e cercare di cambiare le nostre abitudini quotidiane, come prendere più spesso i mezzi pubblici, ridurre gli sprechi energetici o ridurre il consumo di carne.

Grazie alla tecnologia possiamo anche cercare di ridurre gli spostamenti utilizzando maggiormente internet per lo scambio di informazioni o per il telelavoro. Tutto diventa più semplice e sicuro con l’utilizzo della blockchain, anche per esempio come alternativa di pagamento sulle varie piattaforme online: il settore più all’avanguardia in questo senso è sicuramente quello del gioco online, che mette a disposizione tantissimi metodi di versamento. Recentemente, la tecnologia blockchain ha anche iniziato ad essere utilizzata per tracciare le informazioni sull’ecocompatibilità dei prodotti. Si parla già di una rivoluzione delle “criptovalute verdi” che nelle intenzioni dei creatori dovrebbe aiutare i business sostenibili a crescere in futuro.

Come detto, questa data è sempre più anticipata. Basti pensare che nel 1971, anno di introduzione dell’indicatore, il World Overshoot Day cadeva il 21 dicembre. Nei due anni precedenti si stima che l’umanità non abbia consumato tutte le risorse annuali messe a disposizione dalla Terra. Dal 2005 è sempre caduto in agosto e le previsioni per il 2019 dicono che per la prima volta questo giorno cadrà nel mese di luglio. Già ad oggi stiamo consumando risorse pari a 1,7 volte la capacità di rigenerazione del pianeta e si stima che continuando così nel 2050 l’umanità consumerà il doppio di quanto la Terra riesca a produrre annualmente.

Indicatori come il World Overshoot Day possono contribuire ad aumentare la coscienza ecologica delle persone e a modificare le abitudini di consumo. Perché il cambiamento deve partire dal singolo per impattare realmente sulla collettività.

Redazione Cobalto

The author Redazione Cobalto