close
Marketing

Piccoli elettrodomestici per la cucina e alimentari: in aumento l’interesse online degli e-consumer italiani

elettrodomestici-alimentari-aumento-acquisto-ecommerce

Negli ultimi anni gli italiani hanno mostrato una vera e propria passione per la cucina tant’è vero che sono sempre di più i programmi TV dedicati proprio a questo tema: non solo Masterchef Italia e Bake Off Italia ma anche Cuochi e Fiamme, Quattro Ristoranti, I menù di Benedetta e non solo… insomma, c’è n’è proprio per tutti i gusti. idealo – portale internazionale di comparazione prezzi leader in Europa – anche in vista della giornata mondiale dell’alimentazione del 16 Ottobre, ha deciso di analizzare la tematica alla ricerca dei cibi e delle bevande – ma anche dei piccoli elettrodomestici come i robot da cucina – più cercati online dagli e-consumer italiani. In Italia, nell’ultimo anno, le ricerche online di questi prodotti sono letteralmente cresciute: si parla infatti di un +80,5% per gli alimenti e le bevande e un +21,6% per i piccoli elettrodomestici. Come sempre complici di questa crescita le comodità di consegna e le possibilità di risparmio, in media del -30,1% nel primo caso e del -18,6% nel secondo.

L’interesse per i piccoli elettrodomestici per la cucina e le possibilità di risparmio

La classifica dei dieci elettrodomestici per la cucina più desiderati online vede al primo posto i robot da cucina con il 22,9% di ricerche relative. Seguono i microonde (18,8%), i mixer e i frullatori (8,0%), le macchine per la pasta con i relativi accessori (7,8%), i mini forni (6,9%), le borse frigo (5,2%), gli accessori per elettrodomestici come ad esempio il complemento superiore per il robot da cucina, la vaporiera per microonde e l’attacco per tritacarne (4,3%), le friggitrici (4,2%), ulteriori robot da cucina (2,9%) e infine le centrifughe (2,6%).

Tra i piccoli elettrodomestici per la cucina il cui interesse online nell’ultimo anno è maggiormente aumentato vi sono le borse frigo (+61,3%), le macchine per fare la pasta (+56,4%), i bollitori (+21,7%) e infine le affettatrici (+19,0%).

I dieci brand più cercati dagli e-consumer italiani per questa tipologia di prodotti sono KitchenAid, Kenwood, Whirlpool, Ariete, Philips, G3 Ferrari, Bosch, Samsung, Moulinex e De’Longhi.

Il pubblico coinvolto nella ricerca online degli elettrodomestici per la cucina

Si tratta, per la maggior parte dei casi, della fascia di età tra i 35 e i 44 anni (27,1%), seguita da quella 45-54 (22,5%) e poi dai giovani 25-34 (19,4%). Sono gli uomini ad effettuare il maggior numero di ricerche: 50,6% contro il 49,4% delle donne. Lazio, Lombardia ed Emilia Romagna sono le tre regioni italiane più coinvolte.

Gli alimenti più cercati

Anche se le categorie a tema “food” continuano costantemente a crescere – recente ad esempio l’ampliamento delle pagine di idealo legate alla pasta – le maggiori ricerche degli utenti italiani si focalizzano sul comparto beverage, tanto che le prime tre tipologie di prodotto più ricercate online sono “alcolici”, “capsule e cialde” e “caffè”.

Tra gli alcolici stessi, sul podio ci sono “spumante, prosecco & champagne” (con Moët & Chandon e Veuve Cliquot tra i più amati in assoluto), seguiti da whisky, liquori, gin e rum. Solo sesto posto per il vino, seguito da superalcolici & acquaviti, cognac & brandy e infine dalla vodka.

Le possibilità di risparmio relative

Un’analisi dei risparmi massimi medi della categoria “Mangiare e Bere” oggetto dello studio fa notare come le possibilità di risparmio si aggirino intorno al -30,1%, a patto che si effettui l’acquisto dei prodotti nel mese di Giugno (ovvero quando è stato rilevato il prezzo minimo medio della categoria) e non a Gennaio (considerato invece il mese più caro). Si tratta, tuttavia, di una percentuale media che prende in esame tutti i prodotti presenti nella categoria; se considerati singolarmente, infatti, i singoli prodotti possono garantire risparmi molto superiori al -30,1%. Effettuando ad esempio l’acquisto ad Agosto di capsule e cialde è possibile risparmiare fino al -69,5%; per Champagne, spumante e prosecco il risparmio è del  -53,0% (sempre che l’acquisto venga effettuato ad Ottobre) e infine per il caffè il risparmio massimo medio è del -46,8% effettuando l’acquisto nel mese di Agosto.

Chi compara online i prezzi di cibi e bevande

La fascia di età più interessata al settore è quella tra i 24 e i 35 anni (27,5%), segnale che il pubblico giovane resta sempre il più ricettivo rispetto a nuovi trend già in voga in altri paesi europei; a seguire la fascia tra i 35 e i 44 anni (23,7%). Si tratta di un interesse prediletto dal pubblico maschile, coinvolto per il 64,1% delle ricerche a fronte del 35,9% legato al mondo femminile. Interessante notare come il settore food & beverage online interessi per il 74,4% utenti mobile e solo per il 20,3% utenti desktop. Lazio, Lombardia e Campania sono le tre regioni più coinvolte, seguite da regioni in cui il culto dell’enogastronomia è molto sentito: Emilia Romagna, Puglia, Piemonte e Toscana.

Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un vero e proprio aumento dell’interesse degli italiani nei confronti del settore food, basti pensare sia al proliferare dei programmi di cucina sia alla diffusione di servizi di consegna di cibo a domicilio, che vanno perfettamente d’accordo con la passione degli italiani per il mangiar bene e per l’home delivery – ha commentato Fabio Plebani, Country Manager di idealo per l’Italia – Fare la spesa è sicuramente un’attività che richiede un impegno settimanale non indifferente soprattutto per coloro che prestano particolare attenzione a ciò che mangiano e che controllano etichette con gli ingredienti, la provenienza del cibo o anche la riciclabilità della confezione stessa. Acquistare online questi prodotti – ma anche i piccoli elettrodomestici come robot, mixer e frullatori – permette ai consumatori di fare comodamente tutte le valutazioni e le scelte da casa, concludendo l’acquisto in poco tempo e soprattutto vedendosi recapitati i prodotti nel giro di poche ore o giorni. Da considerare anche il vantaggio nell’acquisto di bevande come vini o spumanti le cui confezioni spesso in vetro sono di per sé già particolarmente pesanti.”