close
Varie

Come realizzare e arredare un ufficio moderno

Un ufficio moderno, elegante e accattivante, dalle linee fluide e i colori pastello, essenziale ma al tempo stesso funzionale, semplice ma ricercato, lineare ma di carattere. In poche parole l’ufficio perfetto dove lavorare bene, nel giusto clima di benessere sia fisico che mentale.
Un ufficio che potrebbe anche non essere realizzato da zero ma semplicemente pensato e riprogettato partendo da un ufficio già esistente. Come? Mettendo in atto una serie di accorgimenti rivolgendosi a professionisti nel settore dell’arredamento per ufficio.

Vediamo in primis quali sono i fattori da considerare quando si vuole realizzare o ristrutturare un ufficio e renderlo realmente moderno e incentrato sul benessere del lavoratore:

Si parte in primis dalla progettazione dell’ufficio.

Il layout che l’architetto va a definire dovrà essere il più idoneo possibile con lo spazio a disposizione e dovrà intercettare tutti i bisogni dell’azienda e di chi quell’ufficio lo andrà a vivere. Quando si parla di valutazione dello spazio si deve considerare la destinazione di ciascuna area e la tipologia di arredamento per ufficio inserire.

Illuminazione

Privilegiare l’illuminazione naturale. È importante quindi, prima di realizzare il progetto, visionare gli spazi di lavoro in momenti diversi della giornata cosi da avere ben chiaro il ruolo della luce naturale nel corso delle ore in cui la gente vivrà l’ufficio.

Colori

La scelta dei colori è fondamentale e ogni colore diventa fondamentale per l’equilibrio complessivo dell’ambiente. L’importante è trovare il giusto equilibrio tra nuance rilassanti e colori che invece stimolano la creatività e la concentrazione. L’uso eccessivo di colori forti affatica la mente e lo sguardo ma neppure il bianco su tutte le pareti può aiutare. La sfida dell’architetto è proprio quella di mixarli con sapienza per trovare il giusto equilibrio.

Tecnologia

In un ufficio che possa essere definito moderno, certamente la tecnologia ha un ruolo essenziale. Saranno dunque molteplici i dispositivi hardware da dover collocare e sebbene la tendenza del settore sia quella di renderli piccoli e comunque gradevoli nel design, è comunque necessario accompagnarli a complementi d’arredo funzionali e capienti.

Mettere al centro il benessere del lavoratore

Pensare al benessere del lavoratore significa inserire nell’ufficio elementi capaci di creare un ambiente produttivo e confortevole. Quali? Si pensi ad esempio alla presenza di piante, alla personalizzazione delle postazioni oppure alla presenza di lavagne a muro, tradizionali o interattive, in grado di stimolare la produzione di idee. Oppure la presenza di zone relax o aree break per creare momenti di condivisione tra le persone.

Parola d’ordine flessibilità

L’ufficio cosi come lo abbiamo conosciuto per anni lascia il posto al concetto più ampio di workspace, ovvero sia la possibilità di uno spazio di lavoro flessibile, on line e di una piattaforma che consente a ciascun lavoratore di accedere alle informazioni di lavoro. Smart working e condivisione diventeranno la regola e non più eccezioni.