close
Speciale COVID19

Rilancio dell’ospitalità nelle città turistiche italiane: affitti brevi la chiave

rilancio-ospitalità-covid-19

L’emergenza COVID-19 ha colpito il settore turistico globale e diversi addetti ai lavori concordano che il rilancio dell’ospitalità nelle città italiane passerà attraverso fasi graduali e intermedie, all’inizio caratterizzate dall’afflusso di visitatori domestici, per poi assistere a un progressivo ritorno di quelli internazionali.

Con la riapertura delle frontiere e la ripresa dei voli aerei dal 3 giugno, gli operatori del settore potranno comesempre fare leva sulla bellezza, l’attrattività e l’accoglienza tipiche delle città italiane. Per farsi notare in un contesto simile sarà necessario andare oltre: si distinguerà chi offrirà ospitalità in appartamenti e case vacanze, che consentono un servizio professionale e di qualità, distanziamenti e spazi per coppie, gruppi e famiglie, e protocolli igienico-sanitari all’avanguardia.

Siamo consapevoli che ci vorrà pazienza prima di assistere a un movimento turistico come quello che ricordiamo, ma siamo fiduciosi che vi sarà una graduale ripresa. Quando i viaggiatori riprenderanno a visitare le nostre città, l’ospitalità in appartamento sarà tra le opzioni preferite, sia per il livello dell’offerta, sia per le sicurezze indotte daquesto tipo di accoglienza. Tutto questo grazie all’alto livello di professionalità costruito in questi anni dai player del settore, che hanno messo a punto un ecosistema di startup e PMI innovative che hanno contribuito allo sviluppodell’accoglienza extra-alberghieraha dichiarato Rocco Lomazzi, Founder & President di Sweetguest. “Ora come non mai sarà quindi necessario supportare il rilancio del turismo in Italia, ma anche lo sviluppo del Venture Capital e dell’ecosistema dell’innovazione, che saranno tra gli elementi chiave per il rilancio del Paese”.

Dalla fondazione, nel marzo 2016, a fine 2019, Sweetguest – società specializzata nella gestione degli affitti a breve e medio termine – ha accolto oltre 160 mila ospiti a Milano, Roma, Firenze, Venezia e altre località italiane, ed è riuscita a raccogliere la fiducia di oltre 1000 proprietari di immobili italiani e di investitori che hanno creduto nel progetto. L’azienda, insieme ad altre start-up innovative e PMI del settore ha creato un ecosistema e un indotto che ha dato lavoro a migliaia di persone, contribuendo alla loro crescita professionale, oltre che a quella economica, sociale e culturale delle città e dei territori in cui operano.