close
Varie

Magazzini sovraccarichi, come facilitare la ripartenza

Durante l’emergenza coronavirus molte attività si sono fermate ed i magazzini sono diventati sovraccarichi, non avendo possibilità di smaltire e vendere i loro prodotti. Adesso che l’economia si è rimessa in moto per le aziende è di fondamentale importanza, mai come in questo periodo,  disporre di un software gestionale per il magazzino che consenta di diminuire gli sprechi (soprattutto per i settori alimentari) e ridurre le perdite per gli imprenditori. Un software del genere non solo efficienta l’azienda, ma fornisce una serie di dati estremamente importanti per  competere in un mercato moderno e far fronte alle mutate esigenze.

Magazzini sovraccarichi: i problemi tipici per le aziende

Il problema dei magazzini sovraccarichi è esploso in tutta la sua gravità soprattutto nel periodo di lockdown, quando le aziende non avevano uno sbocco per i loro prodotti. Questa criticità però rischia di presentarsi anche in condizioni normali, soprattutto se non si dispone di un software di gestione logistica che aiuti a gestire in maniera corretta i prodotti all’interno dei magazzini.

Il mercato moderno è sempre più reattivo ed instabile, soprattutto quello degli e-commerce, dove la domanda è discontinua ed imprevedibile. Le imprese, per garantire un elevato livello di competitività, devono quindi far fronte ad una domanda sempre più personalizzata ed avere disponibili prodotti molto variegati.

Per rispondere in maniera tempestiva alle esigenze dei consumatori, le aziende tendono ad aumentare i livelli di scorta nei magazzini, ma il rischio di invenduto è alto se le previsioni di vendita dovessero risultare errate. Inoltre questa modalità di stoccaggio della merce comporta un aumento dei costi, per l’acquisto dei materiali in eccesso (col rischio di obsolescenza e di deperimento della merce) e per le spese legate al magazzino.

Come gestire una supply chain vincente con un efficace software gestionale?

Per supply chain si intende “catena di distribuzione” e richiede una pianificazione attenta ed un’allocazione strutturata delle risorse. Obiettivo finale della supply chain è rendere l’azienda più efficace e la risposta più reattiva in base alle richieste dei clienti e dei fornitori. L’intero processo si suddivide in varie fasi che migliorano le prestazioni, efficientano il flusso di approvvigionamento delle risorse e stoccano i prodotti finiti. In pratica ogni singola attività di un’azienda viene gestita e monitorata singolarmente, per migliorarne le prestazioni finali.

Tutto questo si può ottenere con un efficace software gestionale automatizzato, capace di correggere gli errori in fase di packaging, stoccaggio e produzione con l’obiettivo di ottimizzare gli spazi in magazzino, ridurre il rischio di invenduto e tagliare i costi delle aziende con un ridotto impatto sul budget aziendale.

Come agisce il software gestionale?

Il software ha l’obiettivo di garantire un’alta flessibilità produttiva, mantenendo comunque adeguato il livello delle scorte. Il gestionale, misurando le performance dei fornitori e dei clienti, fornisce alle aziende informazioni e dati oggettivi ed aggiornati per controllare i costi, stabilire il livello di produzione, limitare i rischi, ecc.

Dopo la prima analisi si passa al processo di aggiornamento, che va dall’emissione degli ordini alla consegna del prodotto fino al pagamento finale. Durante questo percorso gli imprenditori possono individuare più facilmente eventuali sprechi, spese nascoste ed opportunità inespresse. In questo modo si riduce il tempo di gestione degli ordini, si aumenta la reattività dei fornitori, si ottimizzano i processi di ingresso della merce e si garantisce la tracciabilità di ogni spedizione.

Infine c’è il processo di integrazione, grazie al quale il software elabora i dati e stila una strategia personalizzata per ogni azienda, tenendo conto dei dati e delle informazioni raccolte.

Cosa si intende per intralogistica?

Negli ultimi anni si è sviluppato il concetto di intralogistica, cioè una soluzione che fa riferimento ai flussi logistici e materiali nell’area di un’azienda, distinguendoli dal trasporto di prodotti al di fuori dello stabilimento, processo chiamato logistica.

Sul mercato una delle aziende più attrezzate in tema di intralogistica è LCS Group, che vanta un gestionale per magazzino estremamente efficace e capace di offrire soluzioni versatili e duttili a seconda delle diverse esigenze. Ogni soluzione viene studiata ad hoc per la specifica azienda, offrendo la possibilità di ammodernare gli impianti e riprogettare il magazzino. La movimentazione dei materiali viene quindi regolata in base agli scenari del mercato che possono cambiare repentinamente anche nel giro di breve tempo.

I software gestionali per intralogistica, grazie alla loro multifunzionalità, si adattano perfettamente ad ogni tipologia di azienda moderna. La produzione industriale ad esempio, grazie alle nuove tecnologie meccaniche, informatiche ed elettroniche, è in grado di gestire in maniera automatizzata ed efficiente flussi di materiali e di informazioni. Il settore automotive ha fatto passi da giganti negli ultimi anni, proprio grazie alle specializzazioni nelle singole aree con linee robotizzate ed impianti elettrici industriali che hanno velocizzato e migliorato i processi produttivi. Le stesse industrie hanno beneficiato delle nuove soluzioni software personalizzate per ottimizzare ed implementare la movimentazione interna.