close
Varie

Fatturazione elettronica: come e quando detrarre l’IVA

Cropped photo of pretty brunette woman typing email on laptop computer while sitting at home, selective focus on hand

La maggior parte delle partite IVA italiane, tranne poche eccezioni come ad esempio coloro che si trovano in regime forfettario, devono per legge emettere fatture in formato elettronico. La fatturazione elettronica è insomma ormai una realtà, una rivoluzione digitale questa che è stata fatta scendere in campo per contrastare l’evasione e l’elusione fiscale e per cercare di semplificare la gestione della fatturazione alle partite IVA. Sì, le partite IVA hanno infatti modo grazie alla fatturazione elettronica di emettere e ricevere le fatture in modo estremamente semplice, così come di conservarle adeguatamente. Ma come e quando detrarre l’IVA? Questa è forse una delle questioni in assoluto più spinose. Rispondiamo insieme a questa domanda.

Come e quando detrarre l’IVA secondo la normativa vigente

Secondo quanto affermato dall’articolo 19 del DPR n° 633/72, la detrazione dell’IVA che è stata pagata a seguito di operazioni passive può avere luogo entro il termine ultimo della presentazione delle dichiarazione IVA, nell’anno di riferimento ovviamente. È però concessa la retro imputazione nel caso di fatture ricevute entro il 15 del mese, dato che possono esserci dei giorni di scarto tra l’emissione e l’effettiva ricezione del file da parte del destinatario. Affinché la detrazione IVA sia possibile, è necessario che la fatturazione elettronica sia stata effettivamente ricevuta dal destinatario infatti al suo indirizzo telematico. Solo a quel punto è possibile esercitare la detrazione.

Ma dirà qualcuno, stare dietro a tutto questo risulta piuttosto complicato. A prima vista potrebbe sembrare effettivamente così, ma affinché questo iter risulti semplice basta scegliere il giusto servizio di fatturazione elettronica, come quello offerto da https://fatturapro.click/.

Il giusto servizio di fatturazione elettronica

FatturaPro e gli altri innovativi servizi per la fatturazione elettronica oggi disponibili online hanno un asso nella manica, pensano a tutte le attività relative alla fatturazione e all’IVA in modo del tutto automatico. Questo significa che non è necessario gestire in prima persona l’IVA e la sua detrazione, così da non commettere errori, così che non vi siano omissioni, così che anche le dimenticanze possano essere cancellate alla radice.

Sono servizi che permettono di semplificare la gestione quindi non solo della fatturazione, ma anche di tutto ciò che attorno alla fatturazione ruota. Tutto diventa semplice, veloce da mettere in atto, capace di aiutare le partite IVA a diventare sempre più efficienti. Doveroso ricordare che nella maggior parte dei casi si tratta di servizi in cloud, che sono proprio per questo motivo accessibili da qualsiasi computer e device e quindi anche in ogni momento della giornata si desideri. Non è necessario essere in ufficio per accedere alla fatturazione!

Fatturazione elettronica, i vantaggi

Semplicità nella gestione delle fatture e dell’IVA, questo deve essere considerato come un enorme vantaggio che la fatturazione elettronica comporta. Non è però di certo l’unico. A questo vantaggio infatti ne sono connessi molti altri. Se la gestione delle fatture è così semplice, significa che non è necessario perdere chissà quanto tempo dietro alla fatturazione e che non è necessario neanche disporre di risorse che investano le loro energie in queste operazioni. Si risparmiano tempo e risorse, di conseguenza si risparmiano anche molti soldi.

Inoltre non c’è più bisogno di avere a disposizione chissà quanto spazio per poter archiviare tutte le fatture. Sono in digitale, non hanno bisogno di uno spazio fisico, che finalmente può essere liberato e utilizzato in altro modo, a favore del proprio business. Dato che non ci sono stampe, non si spreca la carta e si utilizzano in modo sempre meno intenso tutti quegli inchiostri che possono essere considerati inquinanti. Si tratta quindi di una soluzione che è anche amica dell’ambiente in cui viviamo.