close

Business

Economia/Imprese

Ticketcrociere lancia il noleggio barche per una vacanza sicura

noleggio-barche

È online la nuova piattaforma di Ticketcrociere dedicata al noleggio barche in Italia e nel mondo. Il portale – specializzato nella vendita di crociere online – in piena pandemia e con il turismo in crisi, investe per ampliare e differenziare l’offerta, puntando sul concetto di sicurezza, tema fondamentale oggi, e che condizionerà anche le preferenze future nella scelta della vacanza ideale.

Oltre al core business dell’azienda, le crociere – che dal giorno della ripartenza, grazie ai loro rigidi protocolli, si sono conquistate l’appellativo di “zone verdi” e sono diventate un modello per l’intero settore del turismo – ecco una nuova soluzione in grado di soddisfare le esigenze dei viaggiatori. La richiesta di sicurezza è infatti un trend crescente e viaggiare in barca – in famiglia, in coppia, in piccoli gruppi selezionati di amici – aumenta le garanzie di tutela. La nautica da diporto evita i rischi di assembramento, garantisce il distanziamento, semplifica i controlli e permette di godere di una vacanza a stretto contatto con l’acqua, che si tratti di mare, fiumi o laghi.
(altro…)

Leggi Tutto
Economia/Imprese

PonyU, il corriere urbano che rivoluziona la logistica dell’ultimo miglio

pony-U

Un corriere espresso urbano evoluto per gestire in modo efficace e totalmente automatizzato la logistica dell’ultimo miglio: PonyU (https://www.ponyu.it/), che oggi è operativa in 27 città su tutto il territorio nazionale*, ha effettuato oltre 2 milioni di consegne dal 2015, da quando è operativa: “L’ultimo miglio rappresenta la parte più importante di tutto il processo di consegna a domicilio perchè è l’interfaccia del mittente con il cliente finale – afferma Luigi Strino, uno degli ideatori della startup con sede a Napoli e Milano – Migliore è il servizio, maggiore è la soddisfazione di chi acquista, vedendosi recapitare in tempi brevi e in modo accurato l’ordine: non a caso tra le prime cinque ragioni che fanno desistere da un acquisto online c’è l’impossibilità di scegliere i tempi di consegna. Affidandosi a noi, un’azienda può garantire anche una consegna istantanea in 60 minuti“.
(altro…)

Leggi Tutto
Economia/Imprese

Con lo smartworking a rischio sicurezza e dati aziendali. Attacchi hacker ad imprese in crescita anche in Italia durante il lockdown (+250%)

smart-working

In questa fase emergenziale la tecnologia si è dimostrata indispensabile per la continuità aziendale e proprio nel momento in cui tante aziende sono più dipendenti dal loro buon funzionamento si sono moltiplicati gli attacchi informatici, mettendo a nudo la fragilità di sistemi e reti non adeguatamente protetti.

Infatti, secondo le ultime stime del Clusit, l’Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica, nel primo semestre del 2020 ci sono stati 850 attacchi informatici gravi su scala globale (quasi 5 al giorno!). Secondo il rapporto la maggior parte degli attacchi, il 61% riguarda campagne di phishing, ovvero truffe informatiche via email, in associazione a malware (21%), cioè software dannosi. Il 64% delle vittime rientra nella categoria “target multipli”, si tratta di attacchi strutturati per danneggiare il maggior numero possibile di persone ed organizzazioni. Inoltre, emerge che l’11% degli attacchi è legato al mondo sanitario e un 12% ha preso di mira bersagli governativi.
(altro…)

Leggi Tutto
Eventi biz

Top Management Forum 2020: uno sguardo sul futuro delle aziende e sulle sfide che i “Leaders in Action” affrontano per costruire l’azienda di domani

top-management-forum-2020

Si è conclusa ieri, con la Sessione Plenaria del 2 dicembre, la 14ª edizione del Top Management Forum, l’evento annuale che vede i membri del Club Knowità incontrarsi e confrontarsi sul business, l’azienda e il leader del futuro.

Quest’anno l’evento è stato fruibile in remoto, grazie a room digitali dove speaker e partecipanti hanno potuto immaginare come dovrà essere l’azienda del futuro e, soprattutto, portarsi dietro conoscenze utili per far fronte ai mutevoli scenari di mercato che stiamo attraversando.
(altro…)

Leggi Tutto
Marketing

Un Black Friday e Cyber Monday 2020 da record! 270 miliardi di dollari per lo shopping digitale (+36% rispetto al 2019)

black-friday-cyber-monday

Salesforce (NYSE: CRM), azienda leader globale nel CRM, ha

rilasciato  oggi  i  d ati  sulla  Cyber  Week,  analizzando il comportamento di acquisto di oltre un

miliardo di consumatori globali sulla piattaforma Salesforce Customer 360. Nel complesso, le vendite online globali hanno raggiunto un nuovo record di 270 miliardi di dollari, con un aumento del 36% rispetto al 2019. Condizionati in parte dalla pandemia COVID-19 che ha tenuto chiusi la maggior parte dei negozi , i consumatori si sono riversati online spingendo le vendite digitali.
(altro…)

Leggi Tutto
Marketing

Black Friday (e Natale) al tempo della pandemia. Come cambiano i comportamenti d’acquisto?

black-friday

Il Black Friday, che quest’anno cade il 27 di novembre, da ormai diversi anni segna anche in Italia, con le sue offerte e promozioni, l’inizio dello shopping natalizio. In questo 2020 sconvolto dalla pandemia, cosa cambia e quale scenario si prospetta per il “venerdì nero” e per le successive settimane, in termini di acquisti e consumi? Selligent Marketing Cloud, un brand di CM Group e piattaforma di cloud marketing omnicanale, ha provato a rispondere sulla base dei dati raccolti nei mesi scorsi grazie alla terza edizione dell’Osservatorio Globale di Selligent sulle abitudini dei consumatori, uno studio condotto annualmente su 5.000 consumatori, focalizzato sulle interazioni con i brand e le aspettative verso i marchi.
(altro…)

Leggi Tutto
Marketing

Come sfruttare Youtube per una campagna di marketing

Qualunque brand che decida di sfruttare Youtube per le proprie campagne di marketing deve essere a conoscenza dei numerosi strumenti che la piattaforma di condivisione dei video mette a disposizione. A cominciare, per esempio, dagli strumenti statistici del canale, grazie a cui è possibile ottenere informazioni interessanti a proposito del livello di visibilità conquistata, del tipo di target e dell’efficacia dei contenuti. Ciò vuol dire avere la possibilità di sapere da chi vengono visualizzati i contenuti che sono stati proposti, ma anche in quale fascia oraria si concentrano le visualizzazioni, in quale area geografica e in quale giorno della settimana.

Come sfruttare le informazioni

Avere tutte queste informazioni sulle visualizzazioni YouTube Italiane permette di delineare con la massima precisione il profilo degli utenti e dei follower: insomma, le statistiche forniscono un aiuto prezioso anche in vista della realizzazione futura dei contenuti, che potranno essere creati e adattati di conseguenza. Quello che conta è non dimenticare mai il potere della SEO. Per fare in modo che i video conquistino una visibilità maggiore, infatti, è molto importante prestare attenzione all’ottimizzazione SEO e, di conseguenza, all’indicizzazione sui motori di ricerca. La messa a punto di una strategia di questo tipo prevede, tra l’altro, la scelta di specifiche keyword, per mezzo delle quali il video potrà essere visualizzato sui motori di ricerca con più facilità grazie a una descrizione a
ccurata dei contenuti, alla scelta di un titolo appropriato e alla selezione degli hashtag migliori.

La cooperazione con gli altri social network

La socialità e la condivisione sono due alleati di cui non si può fare a meno per rendere i contenuti più popolari: ciò vuol dire imparare a collaborare con utenti popolari o con altri marchi. Si tratta di una tecnica che con il trascorrere del tempo si è rivelata indovinata, se non altro perché permette di beneficiare di una duplice pubblicità. Chi è meno celebre ha la possibilità di farsi notare sfruttando la popolarità di chi è più famoso, che a sua volta avrà l’occasione di aggiornare in maniera davvero facile i contenuti.

Come sfruttare l’email marketing

Vale la pena di ricordare che Youtube consente di spedire messaggi di posta elettronica tutte le volte che nuovi contenuti vengono pubblicati e vanno ad aggiornare il canale. Gli utenti hanno la possibilità di scegliere se ricevere oppure no gli aggiornamenti e le notifiche che riguardano i canali che seguono. Un accorgimento utile può essere quello di dare vita a una mailing list: è sufficiente chiedere ai follower di fornire il proprio indirizzo di posta elettronica, così che possano ricevere promozioni o contenuti esclusivi. Ovviamente è opportuno evitare di eccedere con le mail: la newsletter deve essere periodica e, soprattutto, proporre informazioni mai ripetitive. Questo vuol dire che un paio di mail al mese bastano per garantire il necessario aggiornamento.

La strategia di social media management

Una strategia di social media management pianificata con la massima attenzione è ciò di cui si ha bisogno per sfruttare Youtube nel migliore dei modi. Ciò implica collegare il canale Youtube con il sito o il blog aziendale, oltre che – ovviamente – con le varie pagine sui social. Facebook è, ancora oggi, il social network più funzionale tra tutti, il punto di partenza da cui cominciare per un piano editoriale di successo. Si tratta, infatti, della piattaforma migliore per fare in modo che un video possa essere condiviso e diventare popolare. In generale, vale sempre la pena di collegare l’account di Youtube con altri social network, così da ottenere una pubblicità migliore e più iscrizioni.

Perché scegliere Youtube

Al giorno d’oggi Youtube è il secondo motore di ricerca al mondo dopo Google. In un mese, il sito raccoglie oltre un miliardo di utenti singoli, per un totale di oltre 6 miliardi di ore di contenuti visualizzati. Ecco perché i brand dovrebbero imparare a sfruttare questa occasione, con l’aiuto dei creativi, per raccontarsi e presentarsi: i video sono uno strumento di connessione con un pubblico decisamente ampio, proprio come i social media. Che si tratti di attirare l’attenzione di nuovi clienti o di fidelizzare quelli già acquisiti, Youtube consente di attirare traffico, a condizione che venga utilizzato nel modo più appropriato e saggio possibile.

Leggi Tutto
Marketing

E-commerce: 5 step per vendere durante il Black Friday e non solo

black-friday

La crisi sanitaria globale ha accelerato la digitalizzazione: molti store fisici si sono dovuti reinventare, approcciandosi quindi al mondo dell’online. Infatti secondo i dati di Confartigianato, prima dell’emergenza solo il 10% delle aziende italiane era presente online, mentre adesso vi sono 122 mila imprese in più che hanno abbracciato le opportunità del digitale, con un trend di crescita del + 10%

Il desiderio di accrescere il proprio business, anche online, fa emergere la necessità di dover analizzare e tenere in considerazione diversi aspetti fondamentali. In vista del Black Friday e delle feste a seguire, ecco come preparare il proprio negozio online grazie ai cinque suggerimenti e all’esperienza internazionale del Gruppo Fintech HiPay. Step da attuare per ottimizzare l’esperienza di acquisto online degli e-shopper italiani, aumentando la fidelizzazione e la conversione della customer base.
(altro…)

Leggi Tutto
Economia/Imprese

Dopo l’emergenza in Italia 8 milioni di potenziali smart worker. Il lavoro del futuro è “blended”, tra presenza e distanza

daniele-fano

Nel nostro Paese ci sono potenzialmente 6,4 milioni di smart worker “estensivi”, quasi un terzo del totale degli occupati, che per specifiche competenze e condizioni di lavoro potrebbero svolgere tutte le loro attività fuori dal luogo di lavoro. A questi si aggiungono 1,6 milioni di smart worker “ibridi” (il 7% degli occupati), che potrebbero alternare momenti di lavoro da remoto e in sede a seconda dell’esigenza. Il lavoro a distanza che l’Italia ha scoperto in massa durante l’emergenza Covid19 ha davvero un grande potenziale di sviluppo per tante professioni che hanno competenze e mansioni idonee, ma che prima del lockdown facevano smart working solo in minima parte, come professionisti ad alta specializzazione, dirigenti in genere, ma anche tecnici, impiegati, operai, addetti ai servizi.
(altro…)

Leggi Tutto
Innovazione

Digital-first, futuro del lavoro e focus sulle competenze: le tre priorità delle aziende italiane per ripartire

digital

Sebbene l’86% delle aziende in Italia stia trasformando digitalmente la propria attività in risposta alla crisi provocata dall’emergenza sanitaria, c’è la consapevolezza che il percorso è appena iniziato e i risultati si vedranno più avanti. È quanto emerge da una ricerca commissionata di recente da Salesforce nella quale si sottolinea anche che il 64% delle aziende dichiara di aver accelerato questo processo di digitalizzazione.
(altro…)

Leggi Tutto
1 2 3 223
Pagina 1 di 223