close

Economia/Imprese

Servizi e approfondimenti sul mondo dell’economia

Economia/Imprese

Abusivismo, contraffazione e taccheggio sono in crescita. L’illegalità costa più di 30 miliardi

consumatore-prodotti-contraffatti

Costa oltre 30 miliardi di euro l’illegalità nel commercio e nei pubblici esercizi. E mette a rischio 197 mila posto di lavoro regolari. Questa la stima per il 2019 elaborata da Confcommercio in occasione della giornata “Legalità ci piace”, cui ha preso parte a Roma oggi anche il ministro dell’interno Luciana Lamorgese. In base ai dati raccolti dall’indagine- affidata a Format Research e presentata da Mariano Bella, direttore Ufficio Studi Confcommercio Imprese per l’Italia- emerge che le perdite in termini di fatturato ammontino a 30,2 miliardi, pari al 6,4% del fatturato complessivo. Un costo enorme dettato non solo all’incidenza di abusivismo, contraffazione taccheggio ma anche alla criminalità. Di contro, la stima del fatturato delle attività abusive e irregolari ammonta a circa 8,7 miliardi. E gran parte degli affari prospera sul web.

“L’illegalità produce un danno enorme non solo alle nostre imprese ma a tutti- commenta Giovanni Zambonelli, presidente Ascom Confcommercio Bergamo-. Si traduce in concorrenza sleale, riduzione del fatturato e, a cascata, dell’occupazione. Le imprese del terziario subiscono contraffazione, abusivismo, furti, rapine ed estorsioni. Operiamo in un territorio che, grazie all’impegno delle forze dell’ordine, tutela la legalità. Ma siamo consapevoli della presenza di infiltrazioni. Per questo continuiamo a rinnovare l’impegno delle nostre imprese a collaborare con le istituzioni per salvaguardare l’intero sistema”.
(altro…)

Leggi Tutto
Economia/Imprese

Export lombardo negli Emirati Arabi Uniti

export-lombardo-emirati-arabi-uniti

Macchinari, moda, chimica e apparecchi elettrici: sono i prodotti lombardi più esportati negli Emirati Arabi Uniti, complessivamente 272 milioni di euro su 600 milioni di export nei primi sei mesi del 2019. In crescita i settori della chimica (+10,9%) con 90 milioni di export, ma anche degli altri prodotti del manifatturiero legati alle produzioni artigiane, tra cui mobili e design (+27%) con 50,5 milioni e del legno (+18,3%) con 12 milioni, dei computer e apparecchi elettronici (+14,4%) con 32 milioni, dei mezzi di trasporto (+31%) con 26 milioni e degli alimentari 8+5,8%) con oltre 16 milioni e mezzo di euro. Tra le province Milano prima con 312 milioni di export, +2,6%, seguita da Bergamo con 60 milioni circa, Varese con 59 milioni (+6,6%) e Monza Brianza con 52 milioni.  Rispetto al 2018 cresce di più l’export da Sondrio, +67%, e da Lecco, +47,1%.

Nel manifatturiero Bergamo prima per alimentari (4 milioni) e per prodotti in metallo insieme a Lecco (rispettivamente 17,5 e 14,5 milioni), Milano per moda (77 milioni), legno (6 milioni), prodotti chimici e apparecchi elettrici (39 milioni), farmaceutici (4 milioni), articoli in gomma (9 milioni), computer (23 milioni), macchinari (56 milioni) e altri prodotti manifatturieri (30 milioni), Varese prima per mezzi di trasporto (17 milioni) e Monza Brianza seconda per altri prodotti manifatturieri (8 milioni) tra cui mobili e design. Ecco la mappa dell’export lombardo negli Emirati Arabi Uniti per settore, realizzata dalla Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi e da Promos Italia, la struttura del sistema camerale a supporto dell’internazionalizzazione e da Unione Artigiani Milano e Monza Brianza. La mappa, disponibile in italiano e inglese, è scaricabile sul sito https://www.promos-milano.it/informazione/note-settoriali/export-lombardo-negli-emirati-arabi.kl
(altro…)

Leggi Tutto
Economia/Imprese

Attaci: il taglio preferito è tra i 100 ed i 150 mq

attici-taglio-prefeito-100-150-mq

Analizzando le compravendite effettuate attraverso le agenzie affiliate Tecnocasa e Tecnorete, nel primo semestre del 2019 abbiamo rilevato che lo 0,7% è costituito da attici. 

I tagli maggiormente compravenduti sono quelli che si collocano tra 101 e 150 mq che compongono il 47,2% delle transazioni. A seguire, con il 33,1% delle scelte, ci sono gli attici con ampiezza compresa tra 51 e 100 mq.
(altro…)

Leggi Tutto
Economia/Imprese

L’84,3% acquista casa in contanti

84,3- acquista-casa-contanti

L’ufficio Studi dall’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa ha analizzato le compravendite effettuate attraverso le agenzie affiliate Tecnocasa e Tecnorete in Italia nel primo semestre 2019. Dallo studio è emerso che il 17,9% degli acquisti è stato concluso da investitori; il quadro è completato dal 76,6% di acquisti di prima casa e dal 5,5& di compravendite per la casa vacanza. Nelle grandi città italiane il rendimento annuo lordo si è attestato intorno al 5,0% in lieve crescita.

Negli ultimi 5 anni la percentuale di acquisti per investimento ha evidenziato una costante crescita, stabilizzandosi nel 2019 al 17,9%, esattamente la stessa quota registrata nel 2018 (i valori si riferiscono al primo semestre di ogni anno). L’investimento nel mattone è quindi una componente importante ed in crescita del mercato immobiliare nazionale. 
(altro…)

Leggi Tutto
Economia/Imprese

Sostenibilità ambientale: perché e come abbracciarla?

sostenibilità-aziendale-come-abbracciarla

Creare in maniera sostenibile, a lungo termine. Questa è una delle sfide principali imposte dalla società (e dal nostro Pianeta) oggi. Ignorare il tema dell’impatto ambientale, non avere cura dell’habitat in cui ci troviamo e viviamo e non prendere coscienza del fatto che non siamo soli, ma che dobbiamo condividere spazi e obiettivi con altre persone, è impossibile.

Intorno alla parola sostenibilità c’è molto hype, ma cosa vuol dire davvero essere sostenibile? E come può esserlo un’azienda? Una definizione unica e un unico modo non esistono: la sostenibilità dipende da tanti fattori, da quello di cui si occupa, dal luogo dove ci si trova e così via…Non si può limitare la sostenibilità solo a concetti di risparmio energetico, alla gestione dei rifiuti o, più in generale, all’eco-compatibilità. Occorre un approccio organico, qualcuno direbbe “olistico”.
(altro…)

Leggi Tutto
Economia/Imprese

Il successo delle aziende fin-tech: per il 46% è mettere al centro l’esperienza del cliente

successp-aziende-fintech-al-centro-esperienza-cliente

Secondo il Barometro della fiducia di Edelman, la fiducia negli istituti finanziari è la più bassa registrata se paragonata ai livelli di fiducia di tutti gli altri settori di business. Tuttavia, secondo una ricerca condotta da Trustpilot, il settore del fin-tech costituisce un’eccezione. Più del 40% degli intervistati, infatti, ritiene che le aziende di questa branca del settore finanziario siano “altamente affidabili”. Queste attività nate in tempi più recenti non si portano dietro lo stesso pesante bagaglio delle aziende finanziarie tradizionali. La sfida per queste giovani aziende è, dunque, quella di mantenere e rafforzare la fiducia dei clienti, per questo la riprova sociale è per loro un fattore essenziale.

L’importanza dell’esperienza del cliente è tale da pesare più dell’innovazione agli occhi delle startup e delle scale-up. Secondo un sondaggio effettuato dalla società di ricerca e consulenza London Research, quasi la metà di esse (il 46%) è dell’idea che ciò che realmente fa la differenza per il proprio business sia la qualità dell’esperienza del cliente, rispetto al 38% che ritiene “il prodotto/l’innovazione” il fattore più importante, solitamente visto come la stessa ragion d’essere di una startup. L’esperienza del cliente è, inoltre, ritenuta significativamente più importante della notorietà del brand (7%), della reputazione online (5%) e del prezzo (4%).
(altro…)

Leggi Tutto
Economia/Imprese

Due anni di mercato immobiliare a Milano, Roma e Napoli

mercato-immobiliare-milano-roma-napoli

I primi segnali positivi sul mercato immobiliare sono iniziati nel 2014 quando le compravendite hanno ripreso a crescere dopo anni di ribassi. Nel 2017 poi toccò ai prezzi crescere, soprattutto, in alcune città. Negli ultimi due anni c’è stato un aumento medio dei prezzi del 2,9%.

L’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa ha analizzato tre grandi città Milano, Roma e Napoli per vedere come si sono comportate negli ultimi due anni, quali quartieri si sono dimostrati più dinamici in termini di recupero dei valori e le motivazioni che hanno portato a questo risultato. In base alle analisi si nota che sono spesso quartieri periferici, i cui immobili erano stati fortemente penalizzati dalla crisi e i cui prezzi, decisamente bassi, hanno attirato giovani acquirenti di prima casa ed investitori.
(altro…)

Leggi Tutto
Economia/Imprese

Il tessile a Gallarate guarda al futuro: innovazione e sostenibilità nel segno dei tessuti intelligenti

gallarate-guarda-al-futuro-tessile

Con oltre 1.500 imprese attive, quasi 13 mila posti di lavoro e un export che sfiora il miliardo di euro, che negli ultimi dieci anni è cresciuto del 37%, il settore tessile in provincia di Varese è ancora profondamente vivo. E può crescere. Ne sono convinti Piero Provasoli  e Dario Terreni, due testimoni dell’epoca d’oro del tessile gallaratese, che proprio al mondo del tessile hanno deciso di dedicare “Il tessile gallaratese: eredità sociale, architettonica, urbanistica”, libro che, realizzato con il contributo della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, sarà presentato martedì 26 novembre al MaGa di Gallarate nell’ambito della manifestazione DuemilaLibri.

«Ci siamo incontrati negli anni Settanta, in un momento di grandi trasformazioni socioeconomiche», dicono i due curatori. «Sulla base di quella che è stata la nostra esperienza all’interno e alla guida di importanti realtà industriali, abbiamo voluto analizzare l’impatto che il tessile ha avuto sulla città, sul suo sviluppo e sui suoi abitanti. Oggi non ci troviamo più nelle condizioni di mezzo secolo fa, ma il tessile è una realtà viva che può dare ancora molto a Gallarate e al territorio».

(altro…)

Leggi Tutto
Economia/Imprese

Milano High Street: stabili i valori immobiliari, in aumento le vendite fashion agli stranieri

milano-high-street-stabili-valori-immobiliari-aumento-vendite-fashion-stranieri

Milano si riconferma una tra le piazze italiane più lussuose per l’immobiliare retail, rientrando tra le prime 10 High Street Mondiali, con un canone di locazione massimo di 11.300 €/mq/anno.

Questo lo scenario emerso dal nuovo Report Fashion High Street di World Capital e Federazione Moda Italia, in collaborazione con Osservatorio Acquisti Nexi e Global Blue, il cui focus verte proprio sulla città meneghina.

Dando uno sguardo ai trend del panorama delle High Street Milanesi, notiamo che i valori di locazione risultando generalmente stabili rispetto all’anno precedente, riconfermando i 2.650€/mq/anno per Via Dante e i 6.900 €/mq/anno per Corso Vittorio Emanuele.
Nel dettaglio, nei primi sei mesi del 2019 la prima rent italiana si riconferma Via Monte Napoleone,
mentre rispetto al 2018 riscontriamo una variazione positiva del 4,8% per Corso Buenos Aires, che registra un canone di locazione massimo di 2.625 €/mq/anno.

(altro…)

Leggi Tutto
Economia/Imprese

Tre grandi esempi di leadership italiana ad ispirare le strategie per il business di domani

fabio capello-esempi-leadership-italiana

Si è concluso oggi a Milano il LEADERSHIP FORUM, la due giorni di formazione incentrata sulle tecniche di leadership andata in scena venerdì 15 e sabato 16 novembre nel capoluogo lombardo. L’ evento promosso da Performance Strategies ha visto la partecipazione di oltre 1000 tra imprenditori, manager e professionisti giunti da tutta Italia. Sul palco sono intervenuti alcuni dei maggiori esempi di leadership italiana, punti di riferimento assoluti nella proprie aree di competenza: FABIO CAPELLOMASSIMO BOTTURA CLAUDIO CECCHETTO.

“Un buon leader deve avere tre qualità fondamentali: preparazione, ambizione e velocità” ha affermato FABIO CAPELLO sul palco del Leadership Forum intervistato dalla giornalista Rai Simona Rolandi“Serve preparazione ad affrontare qualsiasi tipo di criticità, specialmente quelle inaspettate. Poi ambizione in ottica del raggiungimento degli obiettivi,  facendo da guida per tutto il resto della squadra. Infine serve velocità nel prendere decisioni difficili in poco tempo”. Definito dagli addetti ai lavori “il sergente di ferro” per la sue doti indiscusse di leader, CAPELLO ha allenato e vinto alla guida di alcuni dei più grandi club al mondo ed è considerato uno degli allenatori più vincenti della storia del calcio mondiale.
(altro…)

Leggi Tutto
1 2 3 4 91
Pagina 2 di 91