close

Economia/Imprese

Servizi e approfondimenti sul mondo dell’economia

Economia/Imprese

Expo 2015 arruola i migliori dipendenti delle aziende

In vista di Expo, le aziende potranno dare in prestito i propri dipendenti alla società che sta organizzando la manifestazione universale del 2015 e che gestirà l’intero evento

I migliori talenti delle aziende italiane al servizio dell’Expo: è questo prevede il progetto “Open Source” presentato oggi dalla societa’ di gestione dell’Expo alle aziende di Assolombarda. Obiettivo: avviare una nuova rete di sinergie per il successo dell’Esposizione che verra’ ospitata a Milano nel 2015. Il programma prevede la possibilità per le aziende italiane di distaccare propri dipendenti presso la società Expo 2015 S.p.A. per un periodo concordato. Le singole aziende aderenti metteranno a disposizione alcune delle proprie risorse, impegnando temporaneamente competenze qualificate al servizio di Expo 2015 spa.
(altro…)

Leggi Tutto
Economia/Imprese

Libertà d’impresa, all’esame il Ddl

liberta_impresa

Per aprire un’impresa arriva la “responsabilità personale”. E’ quanto prevede il ddl costituzionale sulla libertà di impresa che oggi sarà all’esame del consiglio dei ministri. L’obiettivo sarebbe quello di superare le troppe regole che limitano la rapidità delle iniziative economiche.

Meno vincoli, controlli ex-post e responsabilità personale per rilanciare la libertà d’impresa. Si basa su questi principi la legge di modifica degli articoli 41 e 118 della Costituzione sull’iniziativa economica che oggi vedrà il via libera del Cdm. Per avviare un’attività basterà una segnalazione autocertificata. La modifica, fortemente voluta dal ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, punta a “liberare” l’economia da regole e burocrazia giudicate responsabili dello stallo della competitività italiana.
(altro…)

Leggi Tutto
Economia/Imprese

In Lombardia si allenta la stretta al credito

stretta_al_credito

Nel semestre che sta per concludersi dovrebbe essersi esaurita la fase di restrizione dell’offerta di credito in Lombardia. E’ quanto emerge dal rapporto sull’economia lombarda presentato da Bankitalia

La fase di restrizione delle condizioni di offerta del credito sembra essere terminata”. Così Salvatore Messina, direttore della sede di Milano della Banca d’Italia, commenta i dati sui prestiti alle imprese contenuti nel rapporto di Bankitalia sull’economia lombarda nel 2009. “La domanda delle imprese rimane debole -sottolinea Messina- anche se le banche ne prevedono una ripresa nel primo semestre del 2010, e principalmente orientata alla ristrutturazione di precedenti posizioni debitorie, o motivata da esigenze di copertura dell’attività ordinaria, che si sono ampliate a motivo del calo dell’autofinanziamento”.
(altro…)

Leggi Tutto
Economia/Imprese

Imprenditori e mondiali: l’Italia vincerà per uno su cinque

imprenditori_mondiali

Le imprese si mostrano fiduciose: l’Italia vincerà o andrà bene per il 63 per cento degli imprenditori. Ma ad essere ottimiste sono soprattutto le donne. E’ quanto emerge da un’indagine della Camera di Commercio

Imprese italiane: dalla nazionale vorrebbero spettacolo e divertimento per un intervistato su tre; un vero gioco di squadra per uno su quattro. Circa uno su cinque crede nella vittoria, quasi uno su due in un posizionamento buono o medio: ottimista in totale il 63%. L’opportunità economica c’è: lo riconosce un imprenditore su sedici circa che conta su una crescita nei rapporti d’affari col Sudafrica che sta per investire proprio per sfruttare meglio l’opportunità dal punto di vista economico. Emerge da un’indagine della Camera di commercio di Milano, realizzata ad aprile 2010 su oltre 600 imprenditori e protagonisti del mondo economico a Milano e in Italia per lo speciale Ansa “Scopri il Sudafrica” in occasione dei Mondiali.

I dati
A livello calcistico, cosa ci si aspetta dalla nazionale? Le più ottimiste sono le donne: si aspettano una vittoria o un buon posizionamento nel 69% dei casi, contro il 47% degli uomini (contro una media del 50%).

Che cosa dicono i milanesi: in crescita i rapporti col Sudafrica. Più interessati degli italiani gli imprenditori milanesi: vittoria per il 17,5% e buon posizionamento per il 33,3%.

Leggi Tutto
Economia/Imprese

Trust, la flessibilità nel gestire il proprio patrimonio

trust

Come tutelare il patrimonio, l’azienda di famiglia, i beni riportati in Italia con lo scudo fiscale, tramite il Trust, uno strumento giuridico recepito dal diritto anglosassone . Ne ha parlato a B&G l’avvocato Maria Grazia Monegat di LS Lexjus Sinacta

Il trust (letteralmente “fiducia”) è un istituto di origine anglosassone con il quale la proprietà di un bene viene trasferita a un soggetto fi duciario al fi ne di perseguire un interesse meritevole di tutela. Come funziona un Trust? Il Trust è un atto unilaterale nel quale la proprietà di un bene viene trasferita dal disponente a un soggetto fiduciario, il trustee, che non ne ha la piena disponibilità in quanto vincolato da un rapporto di natura fiduciaria che gli impone di esercitare il suo diritto reale a beneficio di un altro soggetto (beneficiario) al quale saranno trasferiti in piena proprietà i beni alla fine del trust, oppure di uno scopo.

(altro…)

Leggi Tutto
Economia/Imprese

Meomartini, le imprese milanesi tornano a crescere

meomartini

La crisi non ha piegato la volontà del sistema milanese delle imprese e del sistema milanese nel suo complesso, tanto che Milano sta tornando a crescere. Parola del presidente di Assolombarda Alberto Meomartini, intervenuto nel corso dell’assemblea dell’associazione degli industriali milanesi

Per realizzare le prospettive di crescita dell’economia in questo momento serve una “presenza adeguata” della politica. Lo ha affermato il presidente di Assolombarda, Alberto Meomartini, durante l’assemblea dell’associazione degli industriali milanesi, a cui partecipano anche la presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, i ministri Roberto Maroni e Ignazio La Russa. La politica, ha aggiunto Meomartini, deve svolgere “un ruolo di indirizzo e di governo delle scelte fondamentali in tema di bilancio pubblico e non di incentivazione finanziaria. L’economia di mercato ha bisogno di regole”.

(altro…)

Leggi Tutto
Economia/Imprese

Le aziende dribblano la crisi

dribbling_crisi

Nei primi cinque mesi del 2010 l’anagrafe delle imprese tenuta dalle Camere di commercio ha registrato un bilancio positivo tra nascite e cessazioni. Un dato che segna un’inversione di tendenza marcata rispetto al periodo gennaio-maggio dello scorso anno, periodo caratterizzato dall’esplosione della crisi internazionale

Ripresa delle iscrizioni e diminuzione delle chiusure hanno prodotto tra gennaio e maggio di quest’anno il dato positivo di +0,28%, contro il -0,18% dello stesso periodo del 2009, portando il numero delle imprese presenti nei registri camerali a fine maggio, al valore di 6.087.288 unità. E’ emerso dai dati di Movimprese, la rilevazione statistica condotta per Unioncamere da InfoCamere, la società consortile di informatica delle Camere di Commercio italiane: nei infatti, primi 5 mesi del 2010 l’anagrafe delle imprese tenuta dalle Camere di commercio ha registrato un bilancio positivo per 17.235 unità tra nascite e cessazioni, come risultato del saldo tra le 200.652 nuove imprese e le 183.417 imprese che nel periodo hanno cessato l’attività.
(altro…)

Leggi Tutto
Economia/Imprese

Banche e imprese: innovare insieme si può

ubi

Guidare l’imprenditore verso un corretto dimensionamento d’impresa per capire opportunità e prospettive, per puntare sull’innovazione e vincere la sfida competitiva. Unico nel suo genere in Italia, nasce nel Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso, un centro servizi di Ubi Banca specializzato nella consulenza alle aziende che vogliono battere la crisi puntando su Ricerca e Sviluppo

XS, S, M, L, XL o XXL? Quale la ‘taglia’ giusta per le aziende che riusciranno a risollevarsi dalla crisi? E per quelle che si avventureranno in un mercato dai contorni profondamente diversi da quelli del passato, quale sarà la ‘misura’ ideale? Si adatterà meglio loro una delle taglie più piccole oppure un’originale M/L, frutto cioè di un adattamento a progetti aggregativi? Oppure, ancora, il prossimo futuro vedrà maggiormente protagoniste le multinazionali che, proprio in virtù delle dimensioni, si potrebbero proporre come elementi catalizzatori di altre realtà produttive, magari iniziando a coinvolgere quelle più sinergiche alle specificità di ciascuna di esse?

(altro…)

Leggi Tutto
Economia/Imprese

Nel 2011 a Monza 7 mila cause con “formula ridotta”

cause_brevi

La Camera di commercio di Monza e Brianza anticipa la riforma e promuove il primo accordo in Lombardia per “conciliare facile” e risolvere velocemente le controversie in Brianza insieme a Camera Arbitrale, agli ordini professionali, alle associazioni di categoria e dei consumatori del territorio

La Camera di commercio di Monza e Brianza anticipa la riforma sulla conciliazione, promuovendo il primo accordo in Lombardia insieme a Camera Arbitrale di Milano, agli ordini professionali, alle associazioni di categoria e dei consumatori del territorio, per risolvere velocemente le controversie tra impresa e impresa e tra impresa e consumatore. Nel 2011 a Monza saranno 7mila le controversie giudiziali che dovranno prima tentare obbligatoriamente la strada più “breve” della mediazione. Questo l’effetto della riforma della conciliazione (D.Lgs. 4 marzo 2010 n. 28), con la quale molte materie del contenzioso civile, a partire dal prossimo anno, dovranno preliminarmente essere gestite in mediazione.
(altro…)

Leggi Tutto
Economia/Imprese

Nucleare, oltre cento aziende lombarde all’incontro Enel-Confindustria

nucleare

Entro l’anno occorrono regole per la sicurezza e l’individuzione dei siti. E’ quanto emerso dai meeting organizzati a Brescia e a Milano da Enel e Confindustria. Circa 130 le aziende lombarde che hanno partecipato

Sono circa 130 le aziende della Lombardia della filiera del nucleare intervenute ai meeting organizzati a Brescia e a Milano da Enel e Confindustria. Le aziende lombarde rappresentano la parte più importante in assoluto, circa il trenta per cento, del totale delle aziende italiane interessate al nucleare. In particolare, sono 117 le aziende della Lombardia che si sono registrate nella fase di Market Survey che l’Enel ha avviato in tutta Italia per mappare il know how e le competenze in materia di nucleare presenti sul territorio italiano. Dopo questa fase, ci sarà la “qualificazione” delle imprese, in base a determinati requisiti tecnici, qualitativi, economico finanziari e legali), per arrivare infine all’invito alle gare d’appalto per il programma nucleare italiano.
(altro…)

Leggi Tutto
1 86 87 88 89 90 115
Pagina 88 di 115