close

Economy

Economy

I voucher in corto circuito

voucher_B&G

In attesa di capire come verranno sostituiti i buoni lavoro, togliendo d’impaccio aziende e famiglie che sui vecchi voucher facevano affidamento per remunerare gli stagionali piuttosto che la colf, un primo problema da risolvere riguarda le modalità e, soprattutto, i limiti di utilizzo dei buoni acquistati fino a venerdì 17 marzo e utilizzabili entro il 31 dicembre. Un numero non indifferente visto che, in mancanza di dati ufficiali, si stima che i buoni in circolazione possano essere circa 35 milioni.

Leggi Tutto
Economy

Lombardia: l’agricoltura tiene

agricoltura_lombardia

Grazie a  giovani e stranieri 47mila imprese e 61mila addetti. Boom per coltivazioni in serra (+10%) e apicoltura (+7%). Benedetti: “L’agroalimentare lombardo vale 14 miliardi e il biologico in sei anni cresce del +38%”

Un patrimonio di quasi 47 mila aziende con 61 mila addetti. E’ questo il bilancio dell’agricoltura lombarda all’inizio del 2017 nello scenario tracciato da un’elaborazione di Coldiretti Lombardia sui dati dell’ultimo anno del registro delle imprese. Le iscrizioni di nuove realtà sono state più di 1.500 contro le 1.238 registrate a fine 2015, mentre le chiusure hanno toccato quota duemila, con una perdita dello 0,9% rispetto a un anno fa.

Leggi Tutto
Economy

Agroalimentare, a Milano cresce il business Mezzo miliardo in più in un anno

agroalimentare-made-in-italy-1500×999

Fatturato da 44 miliardi su 68 in regione e 271 in Italia.

12 mila imprese con 134 mila addetti, in regione 71 mila con 270 mila addetti e in Italia un milione con 2 milioni di lavoratori. Ai primi posti per imprese, Bari e Napoli e per addetti Milano. Nei primi nove mesi del 2016, Milano ha esportato per un miliardo. Per l’export, Bergamo ha avuto un business estero di 586 milioni, Mantova e Brescia di oltre 400.

Leggi Tutto
Economy

Dalla lira all’euro: i beni diventati più cari

lira_euro

Secondo l’indice di valutazione Istat, nei 15 anni di moneta unica crescono pane e benzina, cala il cinema.

In linea con il clima di gelo, anche la temperatura dei valori monetari resta bassa. Per il secondo anno consecutivo il coefficiente elaborato dall’Istat per la valutazione delle somme di denaro nel tempo, si colloca sotto la parità, a quota 0,999. Ciò significa che per una spesa fatta con mille euro nel 2015, oggi ne basterebbero 999. Effetto della dinamica, stentata o addirittura negativa, dell’inflazione di questi ultimi anni, a partire dal 2007, con l’innescarsi della crisi sui mercati internazionali. Si tratta di un rafforzamento (seppure minimo) del potere d’acquisto per chi quei soldi li deve spendere e, viceversa, di un indebolimento delle aspettative reddituali per il creditore.

Leggi Tutto
Economy

Crescita e sviluppo, Italia bocciata

sviluppo_crescita

Nella classifica su crescita e sviluppo stilata dal World Economic Forum, l’Italia si posiziona appena ventisettesima su trenta Paesi. A penalizzarci sono disoccupazione giovanile, qualità della scuola e infrastrutture.

Immaginate una classifica dei trenta Paesi più ricchi del mondo con cui misurare insieme qualità delle istituzioni, opportunità d’impresa e sicurezza sociale. L’ha fatta il World Economic Forum, e l’Italia se ne esce male, appena ventisettesima. Si chiama “Inclusive Growth and Development Report”: nell’era dei populismi, delle diseguaglianze e della stagnazione secolare occorre aggiornare le parole d’ordine. All’ultimo G20 i cinesi hanno lanciato il mantra della globalizzazione inclusiva, un messaggio che sarà fatto proprio anche dal G7 made in Italy.

Leggi Tutto
Economy

In calo i nuovi contratti stabili, più voucher

contratto_di_lavoro

Nei primi 10 mesi dell’anno, comprese le conversioni di contratti a termine e apprendistati, ci sono 61.640 rapporti stabili in più (e a ottobre dopo 4 mesi di cali consecutivi, è tornato positivo anche il saldo dei nuovi rapporti a tempo indeterminato, +15,685 unità, soprattutto al Sud).

Certo, la velocità di crescita di assunzioni (e trasformazioni) fisse continua a procedere con il “freno a mano tirato”, considerato che nello stesso periodo, gennaio-ottobre 2015, la variazione netta dei contratti stabili toccava quota 588,039 grazie al Jobs Act e all’esonero contributivo pieno, ridotto poi al 40% quest’anno e destinato a esaurirsi a fine mese per lasciare spazio all’incentivo mirato alle assunzioni di studenti dopo l’alternanza.

Leggi Tutto
Economy

Istat: si è stabilizzato il ritmo di crescita

crescita_itsat

La prospettiva di lieve crescita senza inflazione confermata dall’Istat nei dati di contabilità nazionale dello scorso periodo sul terzo trimestre ha trovato un ulteriore rafforzamento nell’indicatore anticipatore dell’attività economica. Lo strumento con cui Istat effettua stime a breve sulla congiuntura fotografa un ritmo di crescita ora stabilizzato e non più in indebolimento come un mese fa.

Leggi Tutto
Economy

Comprare online: il muro è caduto

shopping_online

Persino Apple, di solito allergica a sconti e promozioni, quest’anno si è lanciata nella grande kermesse del consumismo che è il Black Friday e che, da tradizione americanissima, è diventato ormai un fenomeno mondiale, celebrato anche in Italia, con record di vendite non più solo nei negozi, ma anche e soprattutto online.

Lo scorso venerdì 25 novembre, il Black Friday, Apple ha lanciato sul suo negozio online Apple Store una vendita speciale. Avrà in questo modo contribuito al record di 3 miliardi di dollari realizzati per la prima volta dall’ecommerce in America in quel giorno, secondo le stime della società di ricerche Adobe Digital Insight. Il Black Friday è il venerdì dopo Thanks Giving, il Giorno del Ringraziamento, la festa nazionale che negli USA apre la stagione dello shopping natalizio. Lo si chiama nero perché da quel giorno fino alla fine dell’anno gli incassi dovrebbero far uscire i bilanci dei commercianti dal rosso delle perdite. Per incentivare gli acquisti vengono offerti grandi sconti, creando lunghe code in attesa dell’apertura dei negozi e talvolta veri e propri assalti per accaparrarsi i prezzi più bassi.

Leggi Tutto
Economy

L’agroalimentare italiano nel mondo vale 37 miliardi

agroalimentare_it_whine

+7% soprattutto in Germania e Francia. Ma vini, acque minerali e oli preferiscono gli States, il pesce fresco raggiunge la Spagna, gli alimenti per animali la Grecia e le Filippine. In forte crescita Cina per latte, amidi, tè, caffè e vini, Arabia Saudita per frutti e prodotti da forno, Australia per pasta e piatti pronti, Turchia per cioccolato. Primi esportatori: Verona, Cuneo e Parma. Milano 4°, Bergamo 12° e Mantova 17°. La Lombardia con 5,6 miliardi di euro rappresenta oltre un settimo del totale italiano. Como prima per pesci conservati e Pavia per riso e amidacei.

Leggi Tutto
Economy

Piccole imprese, capo insostituibile o quasi

8180896_l

Il 64% degli imprenditori vorrebbe un tutor in caso di assenza
Lombardia, il 63% delle imprese ha 0 o 1 addetti
Agosto, un po’ meno vacanze in vista

Il capo è quasi insostituibile: il 53% delle imprese ritiene che un’eventuale assenza del titolare creerebbe notevoli problemi. Il 25% ritiene che la mancanza dall’azienda comporterebbe una decrescita del fatturato dal 10 al 50%, per il 13% non è proprio possibile per mancanza di alternative.

Leggi Tutto
1 2 3 65
Pagina 1 di 65