close

Marketing

strategie commerciali, pubblicità e protagonisti

Marketing

Le regole dell’annuncio perfetto: come vendere online seguendo 7 semplici consigli

7-consigli-annuncio-online

Vendere online un oggetto che non usiamo più richiede alcuni accorgimenti specifici: Xtribe spiega 7 semplici mosse per creare l’annuncio perfetto

 Quali sono i passi da fare per riuscire a vendere un oggetto che non usiamo più, in breve tempo? Come trovare persone realmente interessate a ciò che stiamo vendendo e come è possibile attirare la loro attenzione?

Xtribe (https://www.xtribe.com/), il geomarketplace che permette a punti vendita, professionisti e privati di vendere i loro prodotti e servizi grazie ad una semplice app, ha individuato 7 semplici consigli per aumentare le possibilità di vendere un prodotto inserito all’interno di un annuncio.

“Con Xtribe ogni giorno e in ogni parte d’Italia vediamo persone inserire degli annunci che non rispecchiano il potenziale dell’oggetto in vendita. Questo modifica la percezione degli altri utenti, che non vedono il vero valore di un prodotto, e magari scelgono un altro oggetto molto simile ma che ha un valore minore, solo perché presentato meglio.” spiega Mattia Sistigu, COO di Xtribe.
(altro…)

Leggi Tutto
Marketing

5 strategie per gestire la reputazione online del proprio brand e generare fiducia

consumatori-non-si-fodano-brand

Come tutti sanno, la fiducia sta alla base della costruzione di un solido rapporto tra un brand e i suoi clienti; ma sfortunatamente, molte aziende ancora non hanno ben chiaro come generare la fiducia necessaria per conquistare e fidelizzare nuovi clienti ed espandere il proprio business. Infatti, il 54% dei clienti dichiara di non fidarsi dei brand. Ma allora, come si può creare un marchio che sia tenuto valido e affidabile?

Trastpilot, una delle principali community di recensioni al mondo basata su apertura, collaborazione e trasparenza – ha voluto illustrare cinque strategie di gestione della reputazione semplici ma creative che aiuteranno a conquistare i clienti con qualsiasi tipo di contenuto.

1 . Raccontare una storia. Bisogna mettersi nei panni del consumatore e pensare “qual’è stata l’ultima campagna di marketing che mi ha portato a fare un acquisto?”. Qualsiasi sia l’annuncio, il brand, o la campagna a cui si sta pensando, lo storytelling ne è probabilmente parte integrante.

Quando si tratta di contenuti di marketing, raccontare una storia è il modo più efficace di provocare una risposta emotiva. Una storia raccontata da un punto di vista umano che include situazioni in cui potersi identificare faciliterà il processo di creazione di fiducia rispetto a un freddo testo standard. Infatti, gli studi di neuroimmagine dimostrano che quando i consumatori devono scegliere il brand, fanno affidamento prevalentemente sulle emozioni piuttosto che sulle informazioni e sui fatti. Che tipo di storie, quindi, possono essere raccontate?
(altro…)

Leggi Tutto
Marketing

Inbound Marketing: le 8 regole d’oro per lo sviluppo digitale delle PMI

8-regole-oro-sviluppo-digitale-PMI

La digitalizzazione 4.0 stenta a decollare tra le piccole e medie imprese italiane. È quanto emerge da un’indagine dell’Osservatorio Innovazione Digitale del Politecnico di Milano condotta su un campione di 1.500 PMI. L’istantanea scattata dall’ateneo lombardo attesta che, nel 2019, l’88% degli imprenditori considera le innovazioni digitali come necessarie per lo sviluppo del proprio business, ma solo il 26% dimostra di avere una maturità digitale adeguata per competere sui mercati globali.

Dati che impongono alle imprese locali di non soffermarsi su modelli tradizionali, ma di adottare nuove strategie digitali per dare valore ed efficacia alla propria presenza online. Ma in che modo?

A spiegarlo è Andrea Poretti, founder di Cepar (https://www.cepar.eu/), digital agency specializzata in performance e Inbound Marketing, che ha lavorato con clienti del calibro di Nissan Italia, Cegos, Atlas Copco Rental, Oro in Euro e Karcher. 

“L’Inbound Marketing rappresenta uno dei modi migliori per interpretare la trasformazione digitale – afferma Poretti – perchè, a differenza dei tradizionali modelli interruttivi di marketing e di comunicazione, il cui scopo è raggiungere l’attenzione di quante più persone possibile, il Marketing Inbound si focalizza sulla possibilità di attrarre solo persone realmente interessate, quando sono già attivamente alla ricerca di risposte per risolvere un proprio problema o bisogno di acquisto”.
(altro…)

Leggi Tutto
Marketing

Pink tax vs Blue tax: quali sono le categorie merceologiche che, a parità di prodotto, costano di più per lui o per lei?

pink-tax-blue-tax

Qualche anno fa ha suscitato parecchio clamore il caso dei rasoi da donna, che solo per essere rosa costavano il +11% rispetto al corrispettivo da uomo[1]. Da allora la tematica della Pink tax è balzata agli onori della cronaca e ha suscitato tanto clamore quanta voglia di fare chiarezza sul perché i prodotti dedicati alle donne costino a volte di più di quelli per uomini. idealo – portale internazionale di comparazione prezzi leader in Europa – ha deciso di approfondire nuovamente la tematica per capire se, a distanza di qualche tempo, la questione sia in qualche modo cambiata[2].

Lo studio

idealo ha analizzato 9 categorie merceologiche presenti sul proprio portale italiano per conoscere i prezzi medi nell’arco di un anno dei prodotti per lui e per lei e capire così se, in qualche modo, i prezzi per gli stessi articoli differiscono in base al genere. Analizzando cinque prodotti a campione tra quelli più popolari sul portale, per ognuna delle nove categorie merceologiche oggetto dello studio, idealo ha individuato come i deodoranti femminili e i prodotti per il trattamento del viso da donna tendano a costare  rispettivamente il +51,1% e il +57,2% dei corrispettivi maschili.
(altro…)

Leggi Tutto
Marketing

Le principali tendenze e-commerce su cui capitalizzare nel 2020

tendenze-e-commerce-capitalizzare-2020

L’intero ecosistema retail continua il suo processo di digitalizzazione, consentendo all’e-commerce di guadagnarsi sempre più spazio nell’economia italiana. Crescono gli acquirenti online, soprattutto coloro i quali utilizzano lo smartphone come device principale, tendenza confermata anche dai dati dell’Osservatorio eCommerce B2C del Politecnico di Milano. In particolare, nel 2019 gli acquisti online in Italia hanno sfiorato i 31,6 miliardi di euro (+15% vs 2018) e quelli da Smartphone hanno rappresentato oltre il 40% del totale.

M-commerce, omnicanalità, servizi personalizzati e pagamenti rapidi saranno solo alcuni dei trend che favoriranno una maggiore spinta al commercio elettronico nel 2020: Afone Participations – operatore di telecomunicazioni e pagamenti elettronici, che da oltre vent’anni realizza infrastrutture e software per l’economia digitale, dai pagamenti online per gli e-commerce al social selling, suggerisce le linee guida per ottimizzare le vendite del proprio negozio online e offline.
(altro…)

Leggi Tutto
Marketing

Il remarketing, un’occasione per incrementare le visite al sito web e il tasso di conversione

remarketing

Il remarketing è considerato dagli esperti del settore un’attività di fondamentale importanza in ottica di ottimizzazione delle conversioni. Ma come funziona precisamente e soprattutto perchè negli ultimi tempi è diventato tra le pratiche di digital marketing più apprezzato dalle aziende?

Il remarketing è una strategia di recupero dell’audience per la quale un utente che naviga su un sito web, dopo averlo abbandonato, trova un ADV che lo invoglia a tornare sul sito precedentemente aumentando le possibilità di conversione. Ciò è possibile grazie al cosiddetto “tracciamento”, pratica che avviene tramite pixel, i quali permettono ad una piccola porzione di codice di “leggerere” dati relativi all’utente e alla sua navigazione per utilizzati come dati statistici. Grazie al pixel, inserito sulle landing page, è possibile condurre un’azione di remarketing su quegli stessi utenti per un motivo o per l’altro hanno abbandonato la navigazione, intercettandoli su altri canali e spostando di fatto il traffico sulla landing page iniziale o su una landing dedicata.
(altro…)

Leggi Tutto
Marketing

Perchè i micro influencer possono tornare utili a ogni tipo di e-commerce

micro-influencer utili-ogni-tipo-ecommerce

Sempre più spesso si ritiene che uno dei modi più facili e veloci per promuovere il proprio sito web sia quello di farlo ricorrendo al marketing attraverso gli influencer. Questa attività si concentra sul conquistare la fiducia dei consumatori in un mercato target attraverso l’intermediazione di un personaggio che abbia un certo ascendente sul consumatore stesso e possa invogliarlo ad acquistare da una determinata azienda.

Generalmente, quando si parla di influencer marketing, si fa riferimento ad influencer che hanno milioni di follower. Ma esiste un’ottima alternativa se si è proprietari di un piccolo sito e-commerce: ricorrere ai micro influencer.

I micro influencer hanno tra i 1.000 e i 99.000 follower. Vengono chiamati ‘micro’ perché il loro numero di follower è inferiore rispetto agli altri. Di solito, si tratta di influencer che lavorano in ambiti di nicchia e, di conseguenza, il numero dei loro follower è ridotto. Ciononostante, il tasso di risposta degli stessi è piuttosto alto.
(altro…)

Leggi Tutto
Marketing

Frodi online: come tutelare i propri clienti e rafforzare la fidelizzazione

frodi-onine-tutelare-clienti

In Italia gli acquisti online crescono e con essi purtroppo anche i tassi di frode, un rischio che gli utenti provano ad arginare cercando informazioni relative ai siti e- commerce su cui acquistano e la loro affidabilità.

È questo lo scenario che emerge dalla ricerca “Frodi e acquisti online: come si comportano gli italiani” rilasciata da HiPay, il Gruppo Fintech europeo specializzato in pagamenti digitali. Un dato in particolare è significativo di questo andamento: il 20% degli italiani che acquista online almeno una volta al mese, è stato vittima di frode.

I settori a maggior rischio frode nel mondo e-commerce

Le truffe online più frequenti si registrano durante l’acquisto di smartphone, tablet, notebook e altri prodotti high-tech (40%), seguiti da accessori e abbigliamento moda che rilevano una percentuale del 17%, insieme agli acquisti effettuati su siti e-commerce nel settore healthcare (16%).

Inoltre, gli italiani intervistati, dopo aver compreso di essere stati frodati a causa di una mancata ricezione dell’ordine, una e-mail spam o allarmati da movimenti bancari inconsueti, affermano di aver agito per cercare di risolvere il problema. Infatti, il 37% chiede maggiori spiegazioni direttamente al call center dell’e-commerce o del marketplace; mentre il 28% degli intervistati si affida alle forze dell’ordine, sporgendo denuncia della truffa direttamente alla polizia postale.

I dati ottenuti dall’indagine evidenziano un settore in crescita, ma che riscontra ancora delle problematiche. Infatti, all’interno di una strategia e-commerce è bene prevedere un tool antifrode in grado di tutelare sia il proprio fatturato sia la propria customer base.
(altro…)

Leggi Tutto
Marketing

Smartphone: i modelli preferiti dagli italiani

In vista del Mobile World Congress, la più importante fiera al mondo dedicata alla telefonia mobile che quest’anno si terrà dal 24 al 27 Febbraio, idealo – portale internazionale di comparazione prezzi leader in Europa – ha voluto fare il punto sul mercato online degli smartphone, settore che solo nel 2019 è cresciuto del +75,7% rispetto all’anno precedente.

I device preferiti dagli italiani

La top five degli smartphone maggiormente cercati nel 2019 vede al primo posto l’iPhone XR, seguito dall’iPhone 7 e dall’iPhone 11. Nelle altre due posizioni della classifica troviamo il Samsung Galaxy A50 e lo Xiaomi Redmi Note 7. I cinque brand ai quali sono riconducibili le maggiori intenzioni di acquisto di smartphone sono: Apple (+83,1% di ricerche rispetto al 2018), Samsung (+117,0%), Xiaomi (+206,9%), Huawei (+28,9%) e infine Honor (+14,3%). Analizzando, invece, i produttori in crescita sul mercato italiano questi sono: OPPO (oltre il + 300%), Brondi (oltre il +300%), OnePlus (+300,3%), Xiaomi (+206,9%) e Samsung (+117,0%).

Vi sono, infine, produttori i cui smartphone nel 2019 hanno visto una diminuzione delle relative ricerche online sul portale italiano di idealo? Si, si tratta di BlackBerry (-65,9% rispetto all’interesse online dimostrato nel 2018), HTC (-59,6%), Wiko (-31,5%), Sony (-29,3%), Catphones (-15,6%) e Asus  (-9,3%).
(altro…)

Leggi Tutto
Marketing

Digital Marketing: ecco i principali trend del 2020

digital-marketing-trend-2020

Il Digital Marketing è tra i settori che di anno in anno evolvono maggiormente proprio perché basati su tecnologie in continua evoluzione. Se infatti fino a qualche anno fa tra le attività di marketing maggiormente usate c’era Google Adwords, oggi le cose sono notevolmente cambiate, considerando anche che nel frattempo sono subentrate nuove possibilità e processi. Quali saranno, quindi, i principali trend a cui assisteremo nel 2020? Ecco le previsioni di Across (www.across.it), digital agency specializzata nel performance marketing multicanale finalizzato alla Lead Generation.

  1. Differenziare le campagne a seconda dei canali. Quando l’essere omnichannel non è più un plus ma un requisito fondamentale. Quest’anno è fondamentale più che mai offrire al cliente un’esperienza unica su tutti i media utilizzati, mostrando così la propria capacità di profilazione e di offerta del giusto canale a seconda del pubblico che si vuole coinvolgere. Se prima questo era un “di più” ora è diventato un requisito fondamentale per ogni professionista di digital marketing che si rispetti. 

(altro…)

Leggi Tutto
1 2 3 16
Pagina 1 di 16