close

Lifestyle

Life

La scuola nei giorni del Coronavirus: 5 buone pratiche

scuola-giorni-coronavirus

La decisione presa dal Ministero dell’istruzione di tenere scuole e università chiuse fino al 3 aprile implica un ripensamento della didattica, del rapporto studenti –  insegnanti e della gestione dei figli per i genitori che lavorano.

In un contesto come questo diventa fondamentale un approccio orientato alla digital transformation. Questo significa non solo adottare tecnologie digitali in grado di portare la scuola in cloud e quindi consentire la didattica a distanza, ma anche intraprendere un percorso di digital education che consenta di comprendere tutte le potenzialità dei linguaggi, degli strumenti e degli ambienti digitali.
(altro…)

Leggi Tutto
In Motion

La classifica delle auto preferite dalle donne

classifica-auto-preferite-donne

L’acquisto o il noleggio di un’auto è un momento importante tanto per un uomo quanto per una donna. Non stupisce quindi l’importanza che il pubblico femminile ha assunto in un settore dominato sino a poco tempo fa quasi esclusivamente dal pubblico maschile. brumbrum, il primo rivenditore diretto di auto online d’Italia che opera sul sito www.brumbrum.it, ha stilato la classifica delle vetture preferite dalle donne. Per questa statistica, brumbrum ha preso in considerazione le automobili più comprate o noleggiate sul sito brumbrum.it dalle proprie clienti, analizzando fasce di prezzo, tipologie e alimentazioni più vendute.

Le vetture più acquistate dalle donne

Chi vince la classifica delle auto usate preferite dalle donne? La vettura più acquistata è Fiat 500, seguita da Panda, Punto e 500L. Un vero e proprio dominio del Gruppo FIAT nelle prime quattro posizioni. Il monopolio è interrotto dal quinto posto di Renault Clio. Scelte differenti rispetto al pubblico maschile: tra gli uomini la più venduta su brumbrum è la BMW Serie 3, al secondo posto c’è sempre Fiat Panda, solo terza 500.

Guardando al costo, il 50% delle clienti di brumbrum.it decide spendere una cifra compresa tra 10 e 15.000 euro. Il 25% spende meno di 10.000 euro, mentre il rimanente compra auto usate sul nostro sito che costano oltre 15.000 euro.
(altro…)

Leggi Tutto
In Motion

Energica Motor Company (EMC) presenta il primo Report di Sostenibilità 2019

energica-moto-elettriche

Energica Motor Company S.p.A. (“Energica” o “la Società”), società leader a livello internazionale nel settore delle moto elettriche di alta gamma ed elevate prestazioni, nonché fornitore unico per il triennio 2019-2021 del campionato FIM Enel MotoE World Cup, presenta il primo Report di Sostenibilità 2019 elaborato nel rispetto degli standard GRI (Global Reporting Initiative), che costituiscono ad oggi lo standard più diffuso e riconosciuto a livello internazionale in materia di rendicontazione di informazioni di carattere non finanziario.

Attraverso il primo Report di Sostenibilità la Società intende illustrare non solo il proprio modello di business e i risultati economico-finanziari, ma evidenziare in particolare come la gestione aziendale punti a creare un valore sostenibile, che duri nel tempo, a favore dei propri stakeholder.

Il Report così rappresentato conferma la ricerca continua di innovazione che contraddistingue la Società e la volontà di offrire risposte sulle tematiche ESG (Environmental, Social, Governance).

Livia Cevolini, CEO di Energica Motor Company, ha dichiarato:
“Il primo Report di Sostenibilità di Energica Motor Company costituisce un’importante opportunità per presentare la nostra realtà aziendale nella sua evoluzione, illustrando in particolare gli impatti della gestione aziendale sugli aspetti non soltanto economici, ma anche ambientali e sociali. Energica è nata con un cuore green animato dalla mobilità elettrica e sostenibile e dall’esperienza del Gruppo CRP, che da sempre valorizza aspetti quali l’innovazione e la ricerca, il rapporto con il territorio, e l’orgoglio di realizzare risultati apprezzati in tutto il mondo.
Il nostro impegno e la nostra dedizione verso il concetto di sostenibilità ed efficientamento produttivo è parte integrante del nostro di business e la decisione di pubblicare il Report di Sostenibilità 2019 conferma la consapevolezza da parte di Energica dell’importanza di uno sviluppo economico coerente con i bisogni e le aspettative di carattere ambientale e sociale degli stakeholder, oltre a confermarci pionieri sul mercato azionario.
Questo Report è l’inizio di un nuovo percorso e il nostro obiettivo è quello di migliorare progressivamente il tema della sostenibilità, al fine di migliorare anche il nostro confronto con le tematiche ESG e creare valore a favore di tutti gli stakeholder.”

Leggi Tutto
Style

Marzo oltre alla primavera porta con sé anche grandi uscite nel mondo delle sneaker

ultime-novità-mondo-sneakers

Dopo i primi assaggi di febbraio, nel mese di marzo gli appassionati di sneaker potranno finalmente acquistare alcune tra le uscite più attese dell’anno. Tra modelli avveniristici e rivisitazioni di modelli classici, si prospettano delle novità davvero interessanti. Per questo StockX, la piattaforma di reselling in cui vendere e acquistare sneaker, capi e accessori di streetwear, ha selezionato le uscite più calde del mese.

Jordan 2 Retro Multi-Color (Women) – 5 marzo
Nike ha scelto di rivisitare le storiche Air Jordan 2 del 1986, questa volta con un modello solo femminile. Il materiale delle nuove Jordan 2 Retro Multi-Color è un unico mix di pelle trapuntata, martellata e verniciata. I colori sono invece ispirati alle squadre avversarie di Michael Jordan e dei suoi Chicago Bulls: oro e viola per i Los Angeles Lakers, verde per i Boston Celtics, blu e arancione per i New York Knicks e rosso e nero per i Portland Trailblazers.

Nike SB Dunk Low Safari – 14 marzo
Tra le uscite Nike più attese dell’anno ci sono senz’altro le Nike SB Dunk Low Safari. L’inconfondibile design a pannelli in pelle scamosciato, con tonalità alternate di grigio neutro e kumquat danno a queste sneaker la caratteristica colorazione dell Air Max 1 “Safari”. Degno di nota è anche l’elegante logo “Swoosh” in miniatura sull’avampiede.
(altro…)

Leggi Tutto
Life

Coronavirus, facciamoci contagiare dalla mutualità

coronavirus-contagiare-maturità

In questi giorni su quotidiani e social network sono apparse prese di posizione da parte di operatori di servizi educativi e sociosanitari. Consapevole delle chiare problematiche poste dai lavoratori coinvolti nell’emergenza Covid-19, Confcooperative Bergamo ritiene doveroso esprimere il proprio punto di vista per evidenziare come si è attivata, da subito e con grande impegno, nel garantire tutele ai soci, ai lavoratori e alle imprese cooperative che stanno attraversando un momento di grande difficoltà.

«Stiamo attraversando un momento estremamente delicato, una crisi che mette in discussione molte delle nostre certezze e delle cose che abbiamo dato per scontato – spiega Omar Piazza, vicepresidente Confcooperative Bergamo -. Per molti di noi è la prima volta che affrontiamo la necessità di gestire una situazione di emergenza, di contrastare difficoltà non previste in presenza di una minaccia così pervasiva e non calcolabile nella sua durata. Affrontiamo la paura e l’insicurezza partendo da una esperienza di vita che ci ha abituati, soprattutto noi occidentali, alle certezze e sicurezze. È una responsabilità che ci investe nei diversi ruoli e contesti nei quali siamo chiamati ad agire: nella quotidianità, nelle responsabilità sociali, politiche ed economiche. Tra le tante questioni da affrontare occupa un posto rilevante quella delle conseguenze produttive ed economiche che riguardano l’intero tessuto produttivo, con modalità e bisogni differenziati. Per quanto riguarda la cooperazione uno dei temi che saremo chiamati ad affrontare è quello della garanzia dei salari dei lavoratori impegnati nei servizi che hanno sospeso o fortemente ridotto l’attività per effetto delle ordinanze delle Autorità in materia di gestione dell’emergenza sanitaria in atto. L’impatto è prevedibilmente ampio e toccherà sostanzialmente tutti gli ambiti, anche se alcuni ne risentiranno in misura particolare quali per esempio il sistema dei servizi alla persona (servizi sociosanitari, sanitari, scolastici, educativi e assistenziali), i servizi turistici, culturali, aggregativi e ricreativi, i servizi a supporto di aziende».
(altro…)

Leggi Tutto
Life

Il personal branding nell’epoca del marketing “urlato”

dimmi-chi-sei-libro

Da domani arriva in tutte le librerie DIMMI CHI SEI, il nuovo libro di Riccardo Scandellari edito da ROI Edizioni. Tra i blogger di marketing più seguiti sul web, Riccardo Scandellari è autore di successo e consulente aziendale in tema di personal branding e marketing digitale.

Pur vivendo nell’epoca delle risposte, dove non ci si pone più domande ma si cercano direttamente improbabili soluzioni (su Youtube c’è una risposta a tutto, “come diventare ricchi”, “come limitare gli attacchi di ansia” o “cosa mangiare per cena”), il marketing si fonda su una semplice domanda: “Dimmi chi sei”. Un quesito che bisogna rivolgere prima a se stessi, per mettere a fuoco la propria identità, e poi al pubblico che si vuole ottenere.

In un mondo in cui il marketing e la comunicazione online è fatta sempre più da “urlatori” che adottano strategie aggressive, Scandellari ricorda che il modo più efficace di fare branding (personale e non) è quello di mettere bene a fuoco chi siamo, cosa offriamo e quali sono i punti di forza che ci rendono naturalmente unici. Solo offrendo a un potenziale cliente qualcosa che abbia per lui realmente valore e costruendo una relazione basata su onestà, reputazione e fiducia, possiamo essere efficaci. “Dimmi chi sei” è la domanda chiave che permette di entrare in contatto con la propria audience e che permetterà di sviluppare una narrazione che parli del proprio pubblico.
(altro…)

Leggi Tutto
Style

Il design dei sogni nasce a Meda

berto-salotti

Meda non è soltanto un comune poco lontano da Milano, ma la vera capitale del design italiano nel mondo.

Le 700 aziende che qui si occupano di arredo, alcune con 300 anni di storia alle spalle, sono un esempio virtuoso di imprese sempre un passo avanti, capaci di coniugare storia e innovazione. A Meda si arredano le case più belle del mondo, prende forma qualsiasi arredo si desideri, perché qui si custodiscono con cura il gusto per il bello e la tradizione secolare del saper fare e creare ad altissimo livello. La denominazione di design Made in Meda, racchiude questa indiscussa capacità, apprezzata da personalità dello spettacolo, designer di fama mondiale e da tutti gli estimatori della qualità e dello stile unico.

Ed è proprio qui che nasce The Dream Design di BertO: nei suoi laboratori creativi l’eccellenza del gusto e una manualità figlia di secoli di tradizione danno forma a progetti che non esistono ancora, perché sono il sogno del cliente che diventa realtà. Divani, poltrone, letti e complementi d’arredo dallo stile e dalla qualità inconfondibili, diventano veri oggetti del desiderio apprezzati nel mondo.

L’impresa, guidata da Filippo Berto, è stata pioniere in Italia della trasformazione digitale con il suo “Laboratorio del Racconto”, che, attraverso le infinite potenzialità del web, ha saputo trasmettere al mondo la propria storia, fatta di stile unico ed eccellente manualità artigiana. Tutto iniziò con la creazione del primo blog italiano a tema design, seguito dal primo canale Youtube sull’arredo, arrivato a totalizzare oltre 2 milioni di visualizzazioni, e in seguito tramite l’utilizzo dei social network.
(altro…)

Leggi Tutto
Life

Pitchup.com per il terzo anno consecutivo tra le più floride aziende europee secondo il Financial Times

pitchup-instant-booking-financial-times

Per il terzo anno consecutivo Pitchup.com, il portale di instant booking che offre oltre 3000 destinazioni green in tutto il mondo, è stato inserito nella famosa classifica FT1000 stilata dal Financial Times per evidenziare le 1000 aziende che sono cresciute più rapidamente in Europa. Sono soltanto 90 le aziende, tra le quali Pitchup.com (che occupa il posto 888), che sono riuscite a entrare nella classifica in tutti e tre gli anni 2018, 2019 e 2020. 

Negli ultimi tre anni Pitchup.com non ha smesso di crescere a ritmi sostenuti. Il fatturato dell’azienda è passato da 1,2 a 3,3, milioni di sterline, il che equivale a un aumento del 188%. Il valore totale delle transizioni passate attraverso la piattaforma è salito da 9 milioni di sterline nel 2017 a 25,3 milioni di sterline a febbraio 2020.

Allo stesso tempo sono aumentate le strutture affiliate, che erano 2341 nel 2017 e oggi sono 3001 (+28%); i Paesi coinvolti, da 32 a 67; gli utilizzatori della piattaforma che erano 8,3 milioni del 2017 e oggi sono 18,7 milioni (+126%). 
(altro…)

Leggi Tutto
Style

I Benjamin Moore e i suoi prodotti ecologici certificati

benjamin-moore-prodotti-ecologici-certificati

Con i suoi 3500 colori cge propone oggi ad architetti, designer e consumatori finali, Benjamin Moore è l’azienda americana che produce pittura, resine e coloranti non tossici ed inodori, con prestazioni superiori in termini di resa e di resistenza negli anni. I suoi prodotti, adatti a pitturare superfici, pareti interne, e tutto il mondo dell’outdoor, oltre che nautica, piscine e spa, vantano anche le più importanti certificazioni in fatto di ecologia ed eco-sostenibilità. Per il gruppo americano infatti non è importante solo produrre pitture di ottima qualità e resa, ma da sempre è molto attento anche all’aspetto ecologico di tutta la filiera del suo ciclo di produzione.

Benjamin Moore è infatti membro dell’ U.S. Green Building Council, organizzatore no-profit del settore edile che lavora per rendere gli edifici ecologicamente responsabili e ambienti sani in cui vivere.

La designazione Green Promise® è la garanzia di Benjamin Moore che certifica che la sua vernice ecologica e i rivestimenti ecologici soddisfano e superano i più severi standard del settore, offrendo al contempo i livelli premium di prestazioni che ci si aspetta da Benjamin Moore.
(altro…)

Leggi Tutto
In Motion

Le migliori auto per la sicurezza dei bambini a bordo

migliori-auto-sicurezza-bambini-a-bordo

CarGurus – uno dei principali marketplace di auto a livello mondiale – ha avuto indagare una tematica mai attuale in Italia: la sicurezza dei bambini in auto, una questione di legge ma soprattutto di buon senso e responsabilità per i genitori.

Dalla tematica si dibatte da tempo, il 7 Ottobre 2019 – infatti- è stata approvata definitivamente la cosiddetta Legge Salva Bebè che impone l’utilizzo di dispositivi anti abbandono per chiunque trasporti in auto bambini fino a 4 anni. Il 6 marzo 2020 scatterà ufficialmente tale obbligo e per venire incontro a quanti debbano ancora adeguarsi ad esso, lo stato mette a disposizione un bonus di 30 euro, da destinare all’acquisto di un solo dispositivo antiabbandono per ciascun bambino.

Data l’importanza della tematica, CarGurus ha voluto analizzare la questione sicurezza in toto, andando alla ricerca delle auto più sicure quando si viaggia con i bambini e per farlo ha utilizzato l’esperienza di Euro Ncap – che ha esaminato le auto familiari e i monovolume di piccole e grandi dimensioni con un buon punteggio per la protezione bambini – focalizzandosi solo sulle valutazioni legate alla sezione “occupanti bambini”.
(altro…)

Leggi Tutto
1 2 3 64
Pagina 1 di 64