close

In Motion

tutte le ultime novità nel settore delle auto di lusso

In Motion

Cala ancora il budget degli italiani che cercano l’auto nuova online: 21.500 euro nel 2019

cala-budget-italiani.auto-nuova

Che il 2019 sia stato un anno complesso per il comparto automobilistico è evidente, e non solo per la flessione delle vendite (-0,6% nel periodo gennaio-novembre 2019): secondo i dati dell’Osservatorio sulla ricerca dell’auto online del portale DriveK (https://www.drivek.it), nel corso dell’anno il budget medio delle famiglie italiane alle prese con l’acquisto dell’auto si è ridotto del 4%. L’analisi, condotta dal portale leader in Europa per la scelta e la configurazione di veicoli nuovi, rivela che la cifra media che nel 219 gli italiani puntano a spendere per una vettura nuova è stata pari a 21.500 euro, in calo di circa 900 euro (il $%) rispetto al 2018.

L’indagine è stata svolta su un campione di cinquantamila richieste di preventivo effettuate nel corso dei primi undici mesi dell’anno (gennaio- novembre 2019) per scegliere l’auto più giusta per i propri bisogni e per il proprio budget di spesa. Ebbene, una richiesta su due (il 52%, contro il 50,1% della rilevazione dello scorso anno) è stata relativa a veicoli che, a listino, costano dai 10 ai 20mila euro; il 38% del totale riguardava veicoli tra i 20 e i 40 mila euro mentre solo il 4% (era il 6,5% nel 2018) delle famiglie italiane si è orientato all’acquisto di veicoli il cui prezzo di listino superava la soglia dei 40mila euro. Passa dal 2 al 4% la percentuale di italiani che hanno puntato ai veicoli più economici in commercio (sotto i 10mila euro).
(altro…)

Leggi Tutto
In Motion

Nel 2019 il 74,7% degli italiani ha ridotto l’uso dell’auto in favore di soluzioni più ecosostenibili

monopattino-elettrico

Secondo i dati dell’Agenzia europea dell’ambiente il 15% delle emissioni di anidride carbonica in Europa è prodotta da auto e furgoni, non a caso l’UE ha introdotto precise norme con l’obiettivo di ridurre significativamente questi livelli entro il 2030. I cittadini italiani sembrano voler dare il proprio contributo per abbattere l’inquinamento tanto che, secondo l’indagine realizzata per Facile.it da mUp Research e Norstat* su un campione rappresentativo della popolazione nazionale, il 74,7% dei rispondenti, pari a 32,7 milioni di individui, nell’ultimo anno si è impegnato concretamente per ridurre l’impatto ambientale causato dalla mobilità.

Come? La scelta più comune, adottata dal 46,1% degli intervistati, è stata quella di ridurre l’uso dell’auto, servendosi dei mezzi pubblici o muovendosi a piedi. Non è dato sapere se sia stata una scelta limitata ad alcuni momenti o un cambiamento di abitudini più radicale, fatto sta che oltre 20 milioni di italiani hanno adottato questa soluzione, in particolare i rispondenti con più di 65 anni, fascia anagrafica nella quale la percentuale di chi ha usato meno l’auto e più i piedi supera il 52%. In tanti, più di 1 su 4, hanno invece ridotto i km percorsi in macchina usando, quando possibile, la bicicletta come mezzo alternativo alle quattro ruote.
(altro…)

Leggi Tutto
In Motion

Quando treno e autobus battono l’aereo

autobus-treno-meglio-di-aereo

Il tema della sensibilità ambientale è sempre più sentito a livello globale e rappresenta un fattore sempre più cruciale quando si viaggia, in particolare nella scelta dei mezzi di trasporto per raggiungere la propria destinazione. Omio, la piattaforma e app di viaggio che consente di prenotare treni, autobus e voli aerei, ha messo a confronto le diverse tipologie di trasporto disponibili in alcune delle tratte europee più frequentate. Il risultato? In molti casi il treno (e talvolta l’autobus) rappresenta non solo la scelta più ecologica, ma anche quella più veloce.

Analizzando alcune tra le tratte europee più popolari percorribili sia in aereo che con i trasporti pubblici terrestri, Omio ha identificato 25 tratte in Europa dove è preferibile scegliere il treno o l’autobus piuttosto che l’aereo.

(altro…)

Leggi Tutto
In Motion

Ford esordisce nel mercato italiano dei mezzi pesanti con F-Trucks Italia

ford-trucks-italia

Dopo molte anticipazioni e una grande attesa, Ford Trucks sbarca finalmente in Italia. Nel quadro di una strategia di ampliamento della presenza sul mercato europeo – che ha coinvolto per primi i Paesi Baltici per arrivare più recentemente alla Spagna e al Portogallo – il produttore americano mira a raggiungere una copertura del vecchio continente quasi completa.

L’Italia rappresenta un Paese chiave per Ford Trucks: nel 2018 il mercato italiano degli autocarri (mezzi pesanti oltre le 3,5 tonnellate) ha fatto registrare una crescita del 5,1% in termini di immatricolazioni. Ecco dunque l’esigenza per Ford Otosan, la filiale turca del costruttore americano che coordina l’espansione in Europa oltre a produrre i veicoli per tutto il mercato europeo dal 1960, di selezionare il partner più adeguato.

Dopo un’analisi rigorosa e approfondita la scelta è caduta su F-Trucks Italia, una S.p.A. costituita da azionisti italiani, tutti attivi nei diversi anelli della filiera del trasporto.
(altro…)

Leggi Tutto
In Motion

Riconoscere i clienti che fanno ritorno al concessionario accresce la fiducia e le vendite

chiudere-buon-affare-settore-automobilistico

In questo momento l’Italia rappresenta un mercato particolarmente florido per i concessionari, basti pensare che la concessionaria media italiana ha prodotto lo scorso anno un fatturato di 38,6 milioni di euro, un numero mai raggiunto in precedenza e superiore dell’80% alla media del periodo 2004/2013.

Ciononostante, ci sono delle regole importanti che ogni concessionario dovrebbe tener sempre presenti e che sono essenziali per chiudere una buona trattativa. CarGurus (www.cargurus.it)- uno dei principali marketplace di auto a livello globale- ha voluto analizzarne le principali per offrire quattro utili consigli ai concessionari nostrani:
(altro…)

Leggi Tutto
In Motion

Vivere green

vivere-green

Sembra che le auto elettriche inizino a decollare anche in Italia. Secondo i recenti dati diffusi dal Centro Studi e Statistiche UNRAE (Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri), nei primi 8 mesi di quest’anno sono state immatricolate 6453 vetture a zero emissioni, con un incremento di ben 109% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

In questo contesto, Milano risulta al secondo posto per immatricolazioni di BEV (battery electric vehicle) da parte di privati e tra le prime città in Italia per incremento nella diffusione dei veicoli green nonchè delle colonnine per la ricarica. Ed è proprio Milano la prima città dove Casa.it- il sito e l’app di riferimento per chi cerca casa e per i professionisti del Real Estate- ha deciso di rendere disponibile la nuova funzione che consente di cercare casa vicino alle colonnine di ricarica dei veicoli elettrici.
(altro…)

Leggi Tutto
In Motion

Conclusa con successo EICMA 2019 con la presentazione delle novità MY2020

Energica Motor Company, società leader a livello internazionale nel settore delle moto elettriche ad elevate prestazioni, già fornitore unico per il triennio 2019-2021 del campionato FIM Enel MotoE World Cup, ha presentato ad Eicma le novità MY2020, la nuova power unit, l’inedita Eva Ribelle, l’E-Power Project insieme a Dell’Orto e la connettività long range in partnership con Octo Telematics.

Livia Cevolini, CEO di Energica Motor Company, ha commentato: “Nel corso del 2019 la nostra attività industriale ha avuto una crescita in costante fermento dopo la designazione a Costruttore Unico per la FIM Enel MotoE World Cup. Grazie al grande lavoro e ai significativi investimenti sostenuti, fondamentali per il nostro sviluppo, i risultati del primo semestre 2019 confermano Energica Motor Company tra i leader del mercato EVs con un fatturato in crescita di oltre il 57% rispetto al primo semestre 2018. Lo sviluppo tecnologico e la visibilità a livello internazionale ha avuto una importante accelerazione con MotoETM, grazie alla quale avremo per i prossimi 2 anni un elemento di competitività unico. Energica è infatti l’unica azienda al mondo ad avere un banco di prova esclusivo per testare nuove soluzioni tecniche con i migliori piloti al mondo. Tale supporto si è rivelato senza precedenti per il nostro R&D sia per l’esperienza racing sia per l’esperienza sulle moto di serie. Ad Eicma, davanti ad un pubblico complessivo di 800 mila visitatori, abbiamo presentato la prima innovazione raggiunta in campo racing applicata alle nostre moto di serie: un vantaggio ora tangibile sul mercato e per tutti i nostri clienti”.
(altro…)

Leggi Tutto
In Motion

Gomme invernali e catene da neve: 1,7 milioni di italiani a rischio multa

gomme-catene-neve-1,7-italiani-rischio-multa

Dal 15 novembre al 15 aprile scatta l’obbligo di montare pneumatici invernali/ quattro stagioni o, in alternativa, di avere a bordo catene da neve; ma gli italiani rispettano questa regola? Secondo l’indagine commissionata da Facile.it a mUp Research e Norstat, realizzata su un campione rappresentativo della popolazione patentata italiana*, nell’ultimo anno 1,2 milioni di automobilisti hanno guidato senza dotarsi dei dispositivi prescritti dalla legge.

Per quale motivo lo hanno fatto o, meglio NON lo hanno fatto? 471 mila automobilisti (pari all’8% di chi ha viaggiato senza le opportune misure di sicurezza per i pneumatici) ha ammesso di essersene semplicemente dimenticato; curioso notare come, in questo caso, il campione maschile sia più “smemorato” di quello femminile visto che tra gli uomini la percentuale sale all’11%, contro il 5% delle donne. Lascia un pochino stupiti, forse, che 397 mila persone (il 7%) abbiano dichiarato di non aver fatto nulla perché “non potevano permettersi di acquistare gomme invernali/quattro stagioni o catene da neve”.
(altro…)

Leggi Tutto
In Motion

Detrazioni sul carburante: quali sono e come ottenerle

detrazioni-carburante-quali-sono-come-ottenerle

Moltissime aziende nell’ultimo anno e mezzo hanno subito dei cambiamenti importanti nella gestione contabile e amministrativa a seguito dell’introduzione della fatturazione elettronica. Questo cambiamento è stato preceduto dal passaggio dalla scheda carburante alle carte carburante.

Una “rivoluzione” forse un po’ dolorosa, ma i benefici si sono visti subito; le operazioni e controlli contabili sono diventati più snelli e il rischio di evasione è diminuito. Conoscere bene queste novità significa informarsi sugli strumenti disponibili, capire come avvalersi delle detrazioni fiscali e fruire dei loro benefici sugli acquisti di carburante.
(altro…)

Leggi Tutto
In Motion

AdBlue®: come funziona e quando fare il rabbocco

adblue-dove-trovarla-quando-fare-rabbocco

Dopo l’entrare in vigore della normativa EURO 6 riguardante le emissioni, molti veicoli dotati di motori diesel sono dotati di catalizzatore Scr (Selective catalyst reduction).

La tecnologia SCR installata sui veicoli diesel, funziona grazie all’immissione nel condotto di scarico una soluzione composta al 32,5% di urea tecnica e acqua, appunto l’AdBlue.

Questa tecnologia dosa automaticamente la quantità di Adblue, per ogni litro di carburante consumato, necessaria a ridurre le emissioni: l’agente riducente, dopo essere entrato in circolo è in grado di trasformare circa l’85% degli ossidi di azoto prodotti in azoto elementale e acqua, completamente innocui per l’ambiente.
(altro…)

Leggi Tutto
1 2 3 4 5 14
Pagina 3 di 14