close

Life

gli eventi più esclusivi legati al settore dell’arte

Life

Design degli spazi e dell’esperienza: ecco come si disegnano gli uffici di domani

spazie-esperienza-uffici-di-domani

Quanto incide il design sulla produttività di un lavoratore? Quanto contano la disposizione degli spazi e la scelta degli arredi nel successo di un’azienda? Sono domande che le aziende non possono più ignorare perché ormai comprovato che il tema del design sia diventato centrale per la progettazione degli spazi di lavoro contemporanei. Negli anni, si è sempre diffusa la consapevolezza che investire nel design voglia dire investire sulla felicità e sul rendimento dei propri lavoratori. Fino al punto che si piò finalmente affermare che anche per il design esiste un ROI.

L’azienda Gensler, una delle più grandi società di architettura a livello mondiale che negli ultimi 10 anni si è dedicata alla progettazione di uffici e posti di lavoro, ha cercato di capire come quest’ultima sia in grado di influenzare produttività, innovazione e dinamiche competitive, arrivando alla conclusione che l’architettura e il design contribuiscono davvero all’innovazione e incidono sulla produttività delle persone.
(altro…)

Leggi Tutto
Life

Notti in sicurezza, presentazione del progetto Safe Drive e premiazione locali

safe-drive-2020

Riparte anche nel 2020, per il settimo anno consecutivo, il Progetto “Safe Driver”.

L’iniziativa mira a prevenire gli incidenti stradali alcolcorrelati, con l’obiettivo specifico di favorire la diminuzione del numero di guidatori con tasso alcolemico superiore a zero.

La prima iniziativa annuale è in programma mercoledì 29 gennaio. Dalle 14.30 alle 17.30 Ascom Confcommercio Bergamo ospita nella sua sede cittadina (Sala Corsi) di Via Borgo Palazzo, 137 il seminario “Safe Driver Awards”. Obiettivo dell’incontro è analizzare le politiche di prevenzione relative alla sicurezza stradale e premiare i locali che hanno aderito nell’anno appena concluso.
(altro…)

Leggi Tutto
Life

210 mila famiglie hanno chiesto un prestito per l’arrivo di un figlio

prestiti-figlio

L’Italia è uno dei Paesi al mondo con il tasso di natalità più basso e tra le possibili cause di questa situazione ci sono anche ragioni di natura economica; avere un figlio costa e non sempre le famiglie riescono a sostenere tali spese. Un dato confermato anche dall’indagine realizzata per Facile.it da mUp Research e Norstat secondo la quale, nel corso degli ultimi 3 anni, circa 210.000 famiglie, ovvero il 13,3% del campione analizzato, hanno chiesto un prestito per sostenere i costi legati alla gravidanza o al primo anno di vita del figlio.

Passato questo periodo il quadro non cambia e, anzi, con l’arrivo delle spese legate al nido privato o alla babysitter, sono ancora più numerosi i genitori costretti a fare affidamento a terzi per far quadrare il bilancio familiare.
(altro…)

Leggi Tutto
Life

5 film che offrono importanti lezioni per la formazione e gestione delle risorse umane

i-cinema-insegna

I film favoriscono l’apprendimento e per questo motivo, sempre più spesso, i relatori più affermati utilizzano le scene di film all’interno dei loro speech, per impartire importanti lezioni collegate alle tematiche della formazione e della gestione dei talenti.

Uno studio condotto da un team di studiosi della New York University conferma, infatti, che l’impatto emotivo generato dai film facilita l’acquisizione delle informazioni, e una ricerca realizzata da Microsoft nel 2013 su un campione di oltre 2.000 persone ha stabilito che le persone imparano più dall’esempio, anche osservando un comportamento in uno schermo, che da qualsiasi altro strumento.

Ricorrere quindi all’utilizzo di scene tratte da film nei propri discorsi in pubblico, sia che si tratti di corsi, seminari o meeting si rivela essere uno strumento efficace per colpire la propria audience e lasciare il segno come oratori.

Alcuni film, infatti, rappresentano importanti lezioni di vita privata ma soprattutto di formazione professionale afferma Virginio De Maio, ricercatore, con 20 anni di esperienza nella formazione aziendale e fondatore de “ilcinemainsegna.it”, portale che raccoglie oltre 1.000 scene di film con insegnamenti importanti sui temi della crescita professionale, della leadership, dell’autostima, del teamwork e molto altro.

Virginio De Maio, tra i massimi esperti in Italia di cinema applicato alla didattica (anche per aver dimostrato scientificamente l’impatto che i film hanno sulla nostra biologia), sostiene che: “In ambito formativo i film possono essere d’aiuto a trasformare il proprio approccio e renderlo più efficace. Le scene dei film, infatti, servono per coinvolgere emotivamente il pubblico, facendolo entrare più in sintonia con il proprio messaggio, forniscono esempi visivi divertenti dei punti salienti del proprio discorso e offrono un focus per una discussione o un dibattito”.
(altro…)

Leggi Tutto
Life

Top 10 dei musei più famosi su Instagram

10-musei-piu-instagrammati-2019

Quale momento migliore dell’inverno con i suoi colori freddi e l’atmosfera mistica, per riscoprire alcuni dei capolavori delle nostre belle città europee? Molte opere d’arte di inestimabile valore sono racchiuse in musei, a volte a pochi passi da dove viviamo, a volte sono la scusa perfetta per un weekend all’estero. Con un semplice scatto, si possono portare questi capolavori sempre in tasca…per mostrare la foto perfetta agli amici su Instagram, con un sacco di hashtag naturalmente!

Holidu, il motore di ricerca per case vacanza, ha deciso di stilare una lista dei musei più famosi su Instagram, comparando la classifica del 2018 con l’anno appena passato, e per ispirare tutti quei sognatori che amano l’arte e sono disposti a viaggiare per scattare la foto perfetta.

Leggi Tutto
Life

Sexy, pieno di passione e professionale: così è visto l’accento italiano all’estero

come-visto-accento-italiano-estero
  • Con il 45%, gli italiani rappresentano la nazione che si vuole liberare maggiormente del proprio accento
  • Un italiano su tre si sente in imbarazzo a parlare un’altra lingua con l’accento italiano
  • USA, Gran Breetagna e Germania: i Paesi a cui piace di più l’accento italiano

Quasi la metà degli italiani vorrebbe liberarsi del proprio accento quando parla una lingua straniera (il 45%, contro, mentre  il 35% della media), mentre a un 35% non importa e solo il 15% vorrebbe mantenerlo. E la sensazione si acuisce ulteriormente se si parla di carriera. Questo è quanto emerge da un sondaggio globale commissionato da Babbel dell’agenzia di ricerca IPSOS.

Sebbene gli italiani pensino che un accento straniero sia in generale qualcosa di cui andare fieri (lo pensa il 78%), evidentemente non ci credono quando si parla del proprio. Addirittura la carriera ne può essere influenzata negativamente: lo ritiene il 55% degli intervistati.
(altro…)

Leggi Tutto
Life

Alzheimer: 52 milioni di malati nel 2020 ed una previsione di oltre 160 milioni di malati entro il 2050

bilancio-rotary-2020-alzheimer

Secondo le previsioni del Rotary, il numero delle persone con demenza di Alzheimer è destinato a triplicarsi, superando a livello globale i 160 milioni di casi nel 2050.

Esaminando i trend attuali, rispetto ai 49 milioni di malati nel 2019, già entro il 2020 questo numero salirà a 52 milioni, comportando un costo annuo della demenza che a livello mondiale supera i mille miliardi di dollari, cifra destinata a raddoppiare già entro i prossimi 10 anni.

In Italia il costo medio annuo per malato è pari a 71 mila euro, comprensivo delle spese a carico del Servizio Sanitario Nazionale e dei costi indiretti che ricadono sulle famiglie o sulle organizzazioni a sostegno.

“Moltiplicando questo costo per gli attuali 1,2 milioni di italiani malati di Alzheimer, si può capire quale sia il gigantesco impatto economico di questa malattia che nel nostro Paese rappresenta dunque una spesa di oltre 85 miliardi di euro annui” sostengono gli analisti del Rotary Club Roma Capitale.
(altro…)

Leggi Tutto
Life

La certificazione ITA0039 garantisce i veri ristoranti italiani anche in Germania

ristoranti-piatti-italiani-estero

Chi non cucina correttamente i piatti tradizionali non raggiungerà mai lo status di “vero italiano”: un’azienda controlla i ristoranti all’estero e li identifica.

Molti tedeschi hanno un rapporto quasi intimo con il loro ristorante italiano. Ciò che viene servito in alcuni ristoranti italiani spesso però rovina l’appetito dei conterranei dello Stivale. In cima alla lista nera dei piatti tradizionali “rivisitati” troviamo gli spaghetti alla carbonara. Davanti a un piatto di panna in cui la pasta galleggia, gli italiani sono disgustati. La cremosità della carbonara deriva unicamente dal tuorlo d’uovo.

Molti dei 90.000 italiani che vivono all’estero nel mondo non stanno meglio. “Ai francesi piacciono i nomi italiani, ma non vogliono perdere il gusto francese”, afferma Riccardo Bernabei, che cucina al Libertino di Parigi. Ora, la storia dell’alterazione della buona cucina italiana è lunga: la pizza con ananas o parmigiano sui frutti di mare sono solo alcuni esempi di quello che gli italiani vivono da decenni come un insulto al loro patrimonio gastronomico. La novità è il tentativo di fermare la falsificazione.
(altro…)

Leggi Tutto
Life

“Divorce Day”: 1 coppia su 4 dopo le feste decide di separarsi

dopo-natale-aumentano-divorzi

Dopo le vacanze di Natale, pare che i luoghi più affollati siano due: le palestre e i tribunali. Il primo si ripete ogni anno al seguito di una serie di buoni propositi. Il secondo invece è il risultato di una decisione che vale per il 25% delle coppie in crisi, dopo che le tensioni sono arrivate al culmine proprio nel periodo festivo. Basti pensare che solo a Milano tra il 7 e il 30 gennaio si registra un incremento del 35% delle richieste di separazione, andando a incidere sul trend degli ultimi 30 anni che registra un numero quadruplicato di divorzi in Italia, passando da quasi 400mila a oltre 1,5 milioni.

“Passare più tempo insieme, rispetto al solito, fa emergere tutte le incompatibilità. Anche perché molti si sentono sotto pressione: pensano di dover trascorrere un Natale perfetto, proprio come quelli dei film delle feste- spiega Marco ROSSI, sessuologo e psichiatra- E così, anche quando si rendono conto che il rapporto è irrimediabilmente compromesso, si sentono obbligati a rimanere con il partner fino alla fine delle vacanze. Senza dubbio la vacanza pone alla coppia compiti emotivi nuovi. Intanto obbliga ad essere fianco a fianco, interrompendo una routine consolidata e rassicurante. Quando non c’è l’abitudine di condividere, e con questo si intende non solo abitare sotto lo stesso tetto ma stare a fare cose insieme, il vivere fianco a fianco per diversi giorni può non venire così facile e spontaneo. Può essere un momento in cui energie e interessi vengono ritirati dalle attività di routine per concentrarsi sulla relazione e, allora, questo momento risulta caricato esageratamente di aspettative impossibili. O, semplicemente, può far affiorare difficoltà di coppia che la vita abituale, carica di impegni e distrazioni, nasconde. Questo periodo dell’anno- continua ROSSI- evoca una risposta così emotiva che a volte le persone vogliono dissimulare le negatività della loro vita e concentrarsi sulle cose felici. Ma solo fino a quando le vacanze finiscono”
(altro…)

Leggi Tutto
Life

I 10 trend al ristorante del 2020

2020-trend-food-experience

Cosa mangeremo al ristorante nei prossimi 12 mesi? TheFork, principale app di ricerca e prenotazione dei ristoranti online al mondo, ha analizzato le tendenze che emergono a livello globale sulla propria piattaforma e più in generale nel web, avvalendosi delle competenze dei trend hunter NellyRodi, società di consulenza specializzata in trend forecasting e innovazione.

Soul Food 

A casa o al ristorante, nutrirsi non significa più soddisfare solo il palato. I consumatori cercano vero e proprio “soul food”, piatti in grado di soddisfare il corpo, l’anima e la mente coniugando i benefici di ingredienti funzionali con momenti di piacere e relax. I piatti adatti al mood dei loro commensali. Questo significa che si andrà ben oltre il cibo detox, lo smart e il comfort food. Le nuove frontiere potrebbero portare anche a esperimenti come quello del ristorante Serotonin Eatery in Australia, il cui menù contiene solo piatti a base di serotonina o la catena americana Dr Smood, il cui claim “food is the new healthcare” parla da solo. Tanti gli esempi anche in Italia come il particolare Cannabistro a Napoli, primo Bistrò & Cocktail Bar in europa Hemp Based. Il suo menù è in linea con il concept di osteria moderna: pochi piatti ma coincisi, puliti e senza sprechi, dove la canapa è sempre presente in un modo differente.
(altro…)

Leggi Tutto
1 2 3 4 5 6 34
Pagina 4 di 34