close

Style

Viaggi e Hotel

Il 2016 anno cruciale per il turismo

images_News_articoli_turismo-beg

Capitalizzare l’esperienza di Expo: è l’imperativo che emerge dall’ultimo appuntamento di Tourism Act.

Ampia ed articolata la partecipazione di esponenti delle associazioni e del sistema Confcommercio ai tavoli di lavoro per il Tourism Act 2015 – #tourismact2015 – promosso oggi da Regione Lombardia.

“La straordinaria esperienza di quest’anno con l’Esposizione Universale milanese – afferma Renato Borghi, vicepresidente vicario di Confcommercio Lombardia – deve essere capitalizzata nel 2016, per lo sviluppo di un settore che sta vivendo a livello globale cambiamenti epocali dovuti al boom dei nuovi mezzi di comunicazione e di promozione dell’offerta turistica. L’appuntamento del Tourism Act, ad un mese dall’entrata in vigore della nuova legge regionale per il turismo, è perciò particolarmente utile per definire le strategie per il futuro”.

“La legge lombarda sul turismo – rileva Borghi – frutto di un lungo confronto con la Regione, introduce maggiori garanzie per operare in un mercato in forte evoluzione, con l’auspicio che vi siano regole chiare per tutti”.

“Apprezziamo particolarmente anche l’annuncio, del presidente Maroni e dell’assessore Parolini, di stanziamenti straordinari per il settore nei prossimi due anni che superano i 70 milioni di euro. Un segno tangibile di attenzione – sottolinea Borghi – che, attraverso la regia della Regione e lo sforzo di tante istituzioni contribuirà a rendere la Lombardia sempre più attrattiva non solo nel tradizionale segmento business, ma anche nel turismo sportivo, lacustre e delle città d’arte”.

“Le oltre 56mila imprese attive nel terzo trimestre 2015 nel turismo, in aumento di quasi due punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente – conclude Borghi – testimoniano la vitalità di un settore che contribuisce in modo determinante alla ricchezza e all’attrattività dei nostri territori”.

Leggi Tutto
Motori

Il lancio della nuova Audi A4 tra reveal e 3D

images_News_articoli_nuova-audi-a4

Lancio della Nuova Audi A4 in casa Sagam, il polo milanese che è uno dei più grandi in Italia. 

Un lancio in grande stile organizzato agli East End Studios di Milano davanti a un pubblico di oltre 600 persone.

Design affascinante, funzionalità entusiasmante e avanguardia tecnologica, queste le caratteristiche chiave di uno dei modelli più attesi dellʼanno. 

Il team di organizzazione dell’evento ha scelto di presentare la nuova auto puntando tutto sulla tecnologia.

Nuova Audi A4. Tutta la tecnologia che non hai ancora immaginato. Tutto lo spettacolo che non hai ancora vissuto. Dal vivo. 

Fulcro della serata, il reveal altamente emotivo della vettura. 

Grazie alla tecnica del Videomapping lʼauto, coperta con un telo bianco e posta davanti a un maxi schermo, prende vita diventando lo sfondo di una proiezione.

Nel video le caratteristiche tecniche e funzionali della vettura si alternano a immagini più libere ed empatiche che danno respiro ed emozione allo spettacolo.

 Al termine dello show si riaccendono le luci e tutte le auto in sala, prima coperte, sono scoperte, pronte per essere ammirate dagli ospiti. 

Altamente tecnologico anche il gadget riservato agli ospiti che, prenotando un testdrive, riceveranno in regalo una fedelissima riproduzione di loro stessi in 3D.

Durante lʼevento infatti i tecnici di 3DZ e stampa 3D Bologna, grazie ad un innovativo scanner 3d, sono riusciti a mappare più di 100 persone che potranno ritirare il proprio Mini-Me® al momento della prova su strada dell’auto. 

 Lʼevento è stato preceduto da una campagna teaser, display e video, realizzazioni pianificate sui Social Network e sulla rete di Google. 

Leggi Tutto
Architettura - Design

Le case in vendita a Torresina di Progedil 90

Le case in vendita a Torresina di Progedil 90

Nuovi cantieri nel PdZ Torresina 2 per Progedil 90, che punta su una nuova realtà all’interno del Grande Raccordo Anulare. Si tratta di una zona che offre numerosi vantaggi, anche perché è già servita dai mezzi di trasporto pubblici e, in più, è vicina alla fermata Mattia Battistini della metropolitana A. Chi è in cerca di case in vendita a Torresina, quindi, può fare riferimento ai nuovi interventi immobiliari che sono realizzati in quest’area, con numerose proposte relative ad appartamenti in edilizia convenzionata che fanno parte di palazzine signorili ed eleganti. Appartamenti di numerose tipologie, in grado di soddisfare le esigenze più diverse, anche in base al nucleo familiare.

Tutte le abitazioni sono state progettate, realizzate e messe a punto per assicurare il migliore comfort possibile, ma anche per favorire un notevole risparmio energetico, limitando per quanto possibile i consumi: per esempio, l’impianto di produzione e di riscaldamento dell’acqua sanitaria è centralizzato e dotato di ripartitore a consumo, grazie a un contabilizzatore del calore; inoltre, il riscaldamento degli ambienti è reso possibile dall’impiego di pannelli radianti a pavimento. E non è tutto: sfruttando le energie rinnovabili, un impianto solare termico contribuisce alla produzione dell’acqua calda sanitaria, con benefici evidenti sia dal punto di vista ambientale che dal punto di vista del contenimento dei costi.

Grande attenzione, poi, è stata riservata a ogni dettaglio estetico: le finiture interne sono curate alla perfezione, come dimostra il ricorso al gress ceramico porcellanato nei bagni o al parquet prefinito per il pavimento delle camere e della zona giorno, con la solidità, la longevità e le straordinarie venature del legno di rovere. L’isolamento, sia acustico che termico, è frutto della presenza di finestre in legno con vetrocamera, che garantiscono un elevato livello di coibentazione, mentre il portone di ingresso blindato è garanzia di sicurezza e di protezione dagli eventuali tentativi di intrusione da parte dei malintenzionati.

Nell’ambito del Piano di zona Torresina 2, quindi, gli appartamenti messi a disposizione da Progedil 90 si inseriscono in un complesso residenziale che si caratterizza per la presenza di grandi spazi verdi: il tutto, a pochi passi da tutte le comodità offerte dalla vita di città. Il complesso, infatti, è completamente immerso nel verde, e prevede palazzine raffinate e di classe contraddistinte da uno stile moderno, in cui l’attenzione per l’estetica si coniuga con la sensibilità per l’ambiente.

Come detto, la zona è ampiamente servita: il quartiere si trova nei pressi di Torrevecchia ed è collegato con molte linee Atac, tra le quali la 916, che giunge a Torresina per poi andare a Monte Mario: in questo modo, i ragazzi possono andare a scuola in autobus sfruttando un percorso breve e senza essere costretti a cambiare mezzo. Se poi ci si vuole recare in centro, non c’è niente di più comodo della metropolitana. La vicinanza al centro commerciale Torresina e la disponibilità di appartamenti di varie metrature, con un numero di locali differente di caso in caso, sono motivi ulteriori per prendere in considerazione l’idea di scoprire più da vicino le case in vendita a Torresina proposte da Progedil 90.

Leggi Tutto
Luxury

Dodo Mariani: un gioiello per ogni donna

dodo_gioia_verde

I gioielli si sa, sono sempre stati considerati gli amici delle donne fin dai tempi più antichi. Questo perché un gioiello può essere in grado di donare un tocco di unicità ad ogni donna che lo indossa, e diventa perciò un elemento imprensicindibile, soprattutto in alcune occasioni.

Il gioiello esprime tante volte, anche la personalità della persona che lo indossa, per questo viene scelto con cura, e secondo il proprio gusto personale. Un gioiello Dodo Mariani, è cosi. Si adatta perfettamente ai gusti di ogni donna, dalla più sportiva alla più elegante, dalla donna amante della natura alla donna amante della terra o del mare, per finire con la donna appassionata del cielo, del firmamento e delle sue splendide costellazioni. Ogni gioiello è pensato esclusivamente per venire incontro ai gusti variegati delle persone, per questo è facile innamorarsene. Questi gioielli sono altamente personalizzabili, e inoltre comprendono una varietà di colori, non ti resta che scegliere quelli che più ti ispirano per rendere il tuo gioiello inimitabile.

L’ultima collezione, si chiama Amor di mamma, si perché rappresenta proprio la mamma con il figlio, proprio perché l’ideatore Edoardo Mariani, incentra tutto il suo lavoro sul tema della famiglia. Dodo, è appunto il nome con cui lo chiamava sua madre quando era piccolo. La famaiglia è il fulcro della sua arte, e lui stesso afferma di tenerci tantissimo. Nella collezione Amor di Mamma infatti ci sono due omini stilizzati, un figlio e la sua mamma, che stanno a rappresentare appunto, l’amore più puro che esista. Può essere regalato ad una madre, ma anche ad un figlio che vuole ricordare il legame materno. Dodo Mariani, ha realizzato anche gioielli per la casa reale inglese, ma non solo, anche per Papa Woijtila, al quale ha presentato il Premio alla famiglia, un’opera composta da due figure hce rappresentano sempre la famiglia. Questo disegno in seguito, è stato riproposto in alcuni ciondoli.

Se vuoi fare un regalo unico quindi, affidati alla grande varietà di gioielli Dodo Mariani, rimarrai strabiliato dalla bellezza e e dall’eleganza che regalano una volta indossati. Online sul sito potrai trovare tutta la collezione, non ti resta che scegliere il tuo gioiello preferito, e regalarlo a chi vuoi per ogni occasione.

Leggi Tutto
Benessere

La proposte terapeutiche della fisioterapia

fisioterapia_bergamo

Il mal di schiena è uno dei problemi più diffusi, colpisce una volta nella vita almeno l’80 per cento della popolazione.

Altrettanto comuni i dolori e i disturbi muscoloscheletrici di altra natura. Sul come risolverli le proposte sono tante: dalla terapia manuale alla tecarterapia, dall’osteopatia all’idrochinesiterapia: scegliere può essere impossibile, senza una “bussola” giusta. Proprio per dare indicazioni e fare chiarezza, nelle scorse settimane la Società Italiana di Fisioterapia assieme alla sezione Lombardia dell’Associazione Italiana Fisioterapisti ha organizzato al San Raffaele di Milano un incontro di esperti. I professionisti ed esperti hanno messo ordine nella ricca proposta di alternative terapeutiche possibili, per valorizzare soltanto quelle con una solida base scientifica di efficacia. Perché come spiega Roberto Gatti, presidente SIF, «non è certo il paziente a poter “decidere” che cosa abbia validità o meno. Per questo il fisioterapista deve avere una formazione tale da valorizzare le tecniche di riabilitazione muscoloscheletrica che abbiano un razionale fisiopatologico corretto e soprattutto prove sperimentali di efficacia. Il professionista ha a sua disposizione tante possibilità, spesso con razionali diversi o perfino in conflitto: con questo congresso vogliamo far passare il messaggio che si debba trovare un minimo comune denominatore fra ciò che è stato dimostrato funzionare, senza irrigidirsi per difendere una “scuola” o una posizione ma utilizzando anche più di un approccio alla volta. Non vogliamo dire che cosa sia meglio, ma dare a tutti un metodo perché sia possibile capire quel che c’è da fare nelle singole situazioni».

Affidarsi a professionisti seri

Le proposte terapeutiche sono davvero tante, anche in considerazione della frequenza dei problemi muscoloscheletrici: in un anno, circa il 40 per cento della popolazione si trova a fare i conti con un mal di schiena e spesso si tratta di persone giovani, fra i 30 e i 45 anni, nella fascia d’età più produttiva. Bloccarsi per un dolore è perciò un costo economico non indifferente, da qui l’importanza di una fisioterapia corretta che è utile quando il problema diventa cronico ma anche, in alcuni casi, in fase acuta. «L’importante è proporre ciò che serve davvero – riprende Gatti –. In Italia ad esempio tuttora si tendono a considerare su due piani diversi e separati la terapia manuale e l’esercizio terapeutico: nel nostro incontro questi due temi sono affrontati nella stessa giornata, assieme, per far capire a tutti che si tratta di strumenti che il fisioterapista deve avere a disposizione e deve poter offrire in maniera integrata, anche allo stesso paziente. L’approccio più efficace alla riabilitazione muscoloscheletrica è multidisciplinare e il fisioterapista deve e può tenerne le fila. L’importante, per il cittadino, è affidarsi a professionisti con una formazione adeguata: purtroppo in Italia non esiste un albo professionale apposito e c’è una “giungla” di soggetti che applica trattamenti senza avere le conoscenze approfondite per farlo. Rivolgendosi a fisioterapisti con un curriculum formativo adeguato, però, si è certi di avere di fronte qualcuno che saprà valutare la nostra condizione e proporci un approccio di provata efficacia, separando fra le diverse proposte ciò che più può essere utile per il singolo caso».

Leggi Tutto
1 2 3 4 5 100
Pagina 3 di 100