Mercoledì, Aprile 16, 2014
   
Text Size

Un miliardo di euro alle imprese. Sangalli:"Un'azione concreta per superare l’emergenza credito"

camera di commercio napolijLe Camere di commercio si uniscono per far respirare le imprese, per permettere alle PMI di uscire dall'emergenza credito che sta mettendo in gravi difficoltà le imprese italiane.

L'idea arriva dal sud, dal Primo laboratorio del Credito che si è tenuto a Napoli cui hanno partecipato le principali camere di commercio attive nell’internazionalizzazione.

In questa occasione le Camere di commercio hanno deciso di iniziare una raccolta fondi, promossa dal Consorzio camerale per il Credito e la Finanza, destinata a convergere nella nuova sezione speciale del Fondo Centrale di Garanzia per le PMI. Questo fondo, rifinanziato dal Decreto Salva Italia con ulteriori 400 milioni di euro annui per il prossimo triennio, rappresenta, infatti, uno strumento di supporto fondamentale per le piccole e medie imprese in tema di accesso al credito.

Con riferimento alla nuova sezione speciale dedicata all’internazionalizzazione, l’obiettivo delle Camere di Commercio è quello di partire con una raccolta di 20 milioni di euro grazie ai quali sarà possibile attivare – attraverso il Fondo Centrale di Garanzia e i Confidi - circa 1 miliardo di euro di finanziamenti bancari facilitando l’accesso al credito per le imprese impegnate sui mercati internazionali.

Con questa operazione promossa dal Consorzio Camerale, il sistema delle Camere di commercio ha risposto concretamente al Decreto ministeriale firmato di recente dal Presidente Mario Monti e dal Ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera, in base al quale il Fondo Centrale di Garanzia per le PMI si apre alla contribuzione degli enti locali.

La stretta creditizia – ha dichiarato Carlo Sangalli, presidente della Camera di Commercio di Milano e presidente del Consorzio camerale per il credito e la Finanza -  è diventata una emergenza per le piccole e medie imprese e di conseguenza per l’economia italiana entrata in recessione. E’ dunque urgente ridare ossigeno al sistema imprenditoriale per ritornare a vedere la luce della crescita".

"Proprio per questo – ricorda Sangalli -  stiamo realizzando una raccolta fondi tra le principali Camere di commercio italiane per favorire l’accesso al credito delle piccole e medie imprese impegnate sul fronte dell’internazionalizzazione attraverso una sessione speciale del Fondo Centrale di Garanzia. Questo intervento - che sottolinea la capacità delle Camere di commercio di fare rete -  risponde alle recenti misure attivate dal presidente Mario Monti e dal ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera,  per rendere meno costoso il credito”.