close

In evidenza

Economia/Imprese

Fine tutela bollette gas: aggravi fino a 177 euro per chi non è passato al mercato libero

bollette

L’arrivo del 2024 ha segnato la fine del servizio di tutela per la fornitura di gas e ai clienti domestici non vulnerabili che non sono passati al mercato libero è stata assegnata una nuova tariffa con possibili aggravi che, secondo l’elaborazione* di Facile.it, arriverebbero fino a 177 euro l’anno.

«Le condizioni economiche della nuova tariffa, denominata ‘offerta PLACET in deroga’, vengono definite dall’Autorità, ad eccezione della voce a copertura dei costi di commercializzazione, che invece viene stabilita liberamente da ciascun fornitore», spiegano gli esperti di Facile.it. «Analizzando i valori applicati dalle società di vendita è emerso che in alcuni casi verrà applicato un sovrapprezzo che arriva fino a 177 euro l’anno rispetto alle tariffe in vigore nel mercato tutelato. Si tratta di un importo fisso, indipendente dai consumi e che quindi potrebbe avere un impatto importante sulle bollette, soprattutto per chi consuma poca energia. Il consiglio è quindi di valutare con attenzione la propria offerta e confrontarla con quelle disponibili sul mercato libero, ricordando che è possibile fare il cambio in qualunque momento.».

(altro…)

Leggi Tutto
Innovazione

L’Intelligenza Artificiale crea nuovi posti di lavoro anche in ambito sanitario e migliora le performance dei medici

ai sanità

Meno di 6 secondi e 10 giorni. Sono questi i tempi impiegati dalle piattaforme di intelligenza artificiale e da un operatore umano per eseguire un audit clinico. Una differenza abissale che conferma, ancora di più, quanto uomo e macchina possano lavorare bene insieme e rendere più efficiente (in termini di riduzione di costi e di tempi) un settore che – oggi più che mai – combatte contro la fuga dei medici, tempi di attesa sempre più lunghi e risorse sempre più scarse.
(altro…)

Leggi Tutto
Economia/Imprese

Quando la passione per l’arredamento diventa fonte di guadagno: l’Home Staging è il “side business” che libera la creatività e con la giusta formazione può trasformarsi in un lavoro a tempo pieno

home staging

Spostare qualche mobile, scegliere i complementi con il giusto stile, azzeccare la palette di colori, curare l’illuminazione e l’atmosfera: con queste azioni una casa può davvero cambiare volto, diventando più bella e accogliente senza interventi strutturali. Avere occhio e gusto per tutto questo può essere il punto di partenza per ottenere un guadagno extra o addirittura avviare un’attività a tempo pieno: perché quando si cambia il look a un immobile con il preciso scopo di venderlo rapidamente e bene, a un preciso target di acquirenti, allora non siamo più nel campo dell’hobby ma parliamo di Home Staging, l’arte della valorizzazione immobiliare, una competenza sempre più richiesta dal mercato.

«La disciplina è nata negli USA ed è nota appunto con il suo nome inglese, ma anche da noi è diffusa da tempo, tanto da far parte ormai della casetta degli attrezzi di architetti, interior designer e professionisti del settore – afferma Fosca de Luca, home stager e redesigner, autrice di saggi sull’argomento e fondatrice dell’Accademia Italiana Staging & Redesign di Bologna –. La novità degli ultimi anni è che attira anche un pubblico generalista: oggi il 75% dei nostri allievi e allieve (il 95% sono donne) ha un background che nulla ha a che vedere con il settore immobiliare».

(altro…)

Leggi Tutto

Articoli Recenti