close

Speciale COVID19

Speciale COVID19

Quali saranno le competenze più richieste dopo l’emergenza Covid-19?

competenze-più-richieste-post-covid19

Stiamo vivendo una emergenza sanitaria, a livello globale, senza precedenti. Un’emergenza che ha (e avrà in futuro) un notevole impatto anche sull’economia e sul mondo del lavoro. Grazie al supporto della tecnologia – che è diventata ancor più di prima uno strumento utilissimo per ridurre le distanze geografiche e per mantenere i contatti – tutti coloro che operano nel mondo dei servizi, indipendentemente dal ruolo o dalle dimensioni dell’azienda, sono stati chiamati a svolgere il proprio lavoro da casa e questo.

“La situazione – dichiara Emanuele Franza, Director di JHunters, brand di Hunters Group specializzato nella ricerca e selezione di profili di junior management – non è semplice, inutile negarlo. Ma ci sono settori nei quali le richieste di professionisti continuano ad aumentare: cresce la richiesta infermieri e di operatori per il settore sanitario, ma anche di chimici per la produzione di disinfettanti o mascherine. Anche il comparto della grande distribuzione è in fermento: magazzinieri, addetti alla vendita, alla logistica o al trasporto registrano, secondo una nostra analisi, un incremento del 15% rispetto al periodo pre-emergenza. Crescono, infine, le richieste per e-commerce manager e customer care che possano gestire i picchi di ordini online, oltre ai professionisti legati al mondo IT e Digital che costruiscono e veicolano le piattaforme web e app di vendita”.
(altro…)

Leggi Tutto
Speciale COVID19

Coronavirus: la chiusura a breve termine di impianti o locali può rappresentare un rischio per le aziende

locali-uffici-non-sicuri

Molte aziende devono chiudere temporaneamente i loro locali con breve preavviso a causa della pandemia di Covid 19. Secondo i risk consultant di Allianz Global Corporate & Specialty (AGCS), azioni improprie o negligenze nella chiusura di edifici e impianti di produzione comportano rischi per le aziende. Le fabbriche o gli uffici chiusi non sono affatto sicuri da incendi o altri pericoli, e tali rischi possono aumentare quando i locali sono inattivi o in gran parte non occupati.

In una nuova pubblicazione, dal titolo Coronavirus: Safety Measures For Businesses Forced To Temporarily Close Their Premises (Coronavirus: consigli per le aziende costrette a chiudere temporaneamente i loro locali), gli esperti di AGCS forniscono una panoramica delle misure generali di sicurezza e prevenzione per evitare danni fisici, come i controlli regolari dei sistemi di protezione antincendio e lo stoccaggio sicuro di materiali e liquidi infiammabili in caso di chiusura. In risposta a ciò AGCS fornisce sempre più spesso ai propri clienti consulenza in materia di sicurezza, anche attraverso tecnologie di monitoraggio a distanza che visualizzano digitalmente gli edifici e i sistemi di sicurezza grazie a registrazioni fotografiche e video, senza la necessità che molto personale si trovi fisicamente sul posto.
(altro…)

Leggi Tutto
Speciale COVID19

Il mercato delle auto usate ai tempi del Coronavirus

mercato-auto-usate-tempi-coronavirus

L’Italia sta attraversando un periodo di forte criticità a causa della diffusione del Coronavirus. Sono state numerose le contromisure attuate nell’ultimo periodo dal Governo per contenere il rischio di contagio, a beneficio di tutti noi. Queste limitazioni però hanno delle conseguenze e ogni settore produttivo sta affrontando una grave crisi nella gestione della pandemia. Il mondo dell’auto è tra questi.

brumbrum, il primo rivenditore diretto di auto online d’Italia che opera sul sito www.brumbrum.it, ha effettuato una ricerca sul momento attuale del mercato delle auto usate, avvalendosi dei dati raccolti dall’Osservatorio brumbrum, il proprio Osservatorio di rilevazioni e indagini statistiche online in ambito automotive. Per questa analisi brumbrum ha preso in considerazione il numero di vetture messe in vendita e acquistate online in tutta Italia nel periodo precedente alla diffusione del COVID-19 e nelle settimane successive.
(altro…)

Leggi Tutto
Speciale COVID19

Made in Italy, Boom ecommerce alimentare in Russia

boom-made-in-italy-cibo-russia

Boom ecommerce alimentare in Russia: aumenta 4 volte secondo AKIT Le opportunità per il Made in Italy grazie all’effetto Covid-19

Aumentano di 4 volte gli aquisti online di food nella Federazione Russa a causa del coronavirus secondo AKIT. Le opportunità per il settore alimentare, per commercianti e per piccoli produttori dall’esperto Giulio Gargiullo. 

Secondo i dati di AKIT 2020 – Associazione del Commercio Elettronico Russo –  aumenta di 4 volte l’acquisto online di prodotti alimentari, che comprende anche la consegna a domicilio dai ristoranti. Il mercato del food  online potrebbe raddoppiare nel 2020, rispetto all’anno precedente, a causa del coronavirus. La consegna di cibo su Internet – tra acquisti online e delivery – nel 2019 ha ottenuto più di 124 miliardi di rubli , più di 1.620.000.000 di dollari .
(altro…)

Leggi Tutto
Speciale COVID19

Il legame tra cambiamento climatico e malattie trasmissibili

cambiamento-climatico-malattie-trasmissibili

All’origine di pandemie come quella attuale possono contribuire, direttamente o indirettamente, numerose azioni umane. Tra esse, il cambiamento climatico causato dall’uomo può favorire la diffusione di patogeni e l’insorgere di nuove epidemie, influendo fortemente il funzionamento degli ecosistemi e delle specie che veicolano infezioni e altre malattie trasmissibili. Contrastare il cambiamento climatico, favorendo al contempo la conservazione degli ecosistemi integri e restaurando quelli deteriorati dall’uomo, costituisce un approccio lungimirante per tutelare la salute e il benessere delle comunità umane e per prevenire future pandemie.
(altro…)

Leggi Tutto
Speciale COVID19

Turismo al collasso: a rischio il 13% del PIL e il 20% della forza lavoro

turismo-al-collasso

L’appello alle Istituzioni di Mario Malerba, Imprenditore del Turismo: “C’è bisogno di sostegno immediato alle Persone, asset strategico e cuore pulsante del nostro settore, un popolo di 7.880.000 elettori!”

“Apprezzo gli interventi e le lettere aperte dei più importanti imprenditori e delle associazioni di categoria del turismo: le nostre aziende stanno affrontando l’inimmaginabile. Rispetto ad altri settori merceologici, le imprese turistiche sono poco capitalizzate, a causa della bassa marginalità, dell’alto livello di concorrenza e della struttura verticale del mercato di intermediazione: non hanno patrimonializzato e non sono strutturalmente predisposte a superare una crisi pandemica come quella che stiamo vivendo.
(altro…)

Leggi Tutto
Speciale COVID19

Ristoranti chiusi per mesi: i trucchi per riaprire più forti e non restare a secco di clienti

covid19-ristoranti-chiusi-per-mesi

Per il mondo della ristorazione, l’emergenza covid-19 si è tradotta nella chiusura totale degli esercizi, senza sapere quando potranno tornare a lavorare e con quali modalità. È plausibile pensare che verrà imposta una limitazione di coperti, per ridurre la vicinanza delle persone e il numero totale dei clienti presenti in una stanza, con una conseguente riduzione delle possibili entrate.

“La ripresa sarà difficile per tutti, ma alcune categorie, come quelle del turismo e della ristorazione, faticheranno più di altre, poiché dovranno fare i conti con le paure delle persone, che continueranno a temere il contagio ancora per un po’ di tempo, e con probabili limiti imposti dalla legge, al fine di tutelare la salute pubblica. – ha detto Andrea Lisi, imprenditore e docente di marketing all’accademia Master Restaurant – Per riuscire a sopravvivere a questa profonda crisi, i ristoratori dovranno necessariamente diventare degli imprenditori. Questo vuol dire che, oltre ad offrire un ottimo servizio e cibo eccellente, dovranno imparare a valutare gli scenari economici, e agire di conseguenza, cercando di anticipare ciò che il cliente vorrebbe. Bisogna investire nella propria reputazione, mettendo in atto i necessari strumenti di marketing, che consentano di intercettare la domanda. L’obiettivo di una buona strategia di marketing è quello di trovare nuovi clienti, portarli a spendere di più e farli ritornare”.
(altro…)

Leggi Tutto
Speciale COVID19

L’emergenza Covid-19 richiede un cambio di passo nella trasformazione digitale del mondo retail

retail-coronavirus

L’impatto della pandemia da COVID-19 sul mondo Retail è ormai evidente ed è difficile al momento prevedere in che modo il settore sarà in grado di reagire all’emergenza.

Nel contesto attuale in cui l’intero Paese si trova in stato di quarantena, la chiusura forzata della maggior parte dei negozi fisici ha privato la maggioranza dei brand, non solo del principale canale commerciale, ma anche del mezzo preferenziale di comunicazione, interazione e rapporto con i clienti.

L’alternativa al canale di vendita fisico, ossia l’online, è naturalmente oggetto di attenzione da parte di un numero rilevante di catene retail, che ne stanno prendendo in considerazione il potenziale, ai fini di comunicare e vendere i propri prodotti ai rispettivi clienti finali. Ciò si riflette in un’evidente crescita del trend dell’e-Commerce nelle prime settimane della quarantena.
(altro…)

Leggi Tutto
Speciale COVID19

Sos per asili nido e scuole d’infanzia privati: il 40% rischia di chiudere per sempre

covid19-asili-nido-chiudere-per-sempre

Confcommercio Milano si fa partecipe della grande preoccupazione di un settore, gli asili nido e le scuole all’infanzia privati, la cui condizione senza precedenti per l’emergenza Covid-19, non ha soltanto una drammatica ricaduta economica, ma anche sociale. In Lombardia sono oltre 1.400 gli asili nido e le scuole d’infanzia privati, a Milano 250 (più di 120 le strutture convenzionate con il Comune che seguono 5mila bambini). L’offerta dei gestori privati alle famiglie lombarde è molto importante: il 70% dei posti per i bambini da 0 a 3 anni. Gli educatori in tutta la regione sono circa 5mila.
(altro…)

Leggi Tutto
Speciale COVID19

Coronavirus: Al via collaborazione tra Ordine Psicologi e mondo lavoro

covid-psicologi

Il Presidente del Consiglio Nazionale Ordine degli PsicologiDavid Lazzari, è intervenuto oggi in videoconferenzaall’evento organizzato da HRC Group, la community che riunisce circa 500 fra direttori delle risorse umane e amministratori delegati di altrettante aziende italiane e internazionali con sede nel nostro Paese.

Oltre che per un aggiornamento sugli sviluppi delle iniziative messe in campo dal CNOP, l’occasione è stata utile per condividere con i dirigenti aziendali le criticità di natura psicologica presenti attualmente trai lavoratori e all’interno delle organizzazioni. Sia in riferimento alla gestione del ”lavoro agile” che alle possibilità di aiuto psicologico utili nella fase di crisi e in prospettiva.
(altro…)

Leggi Tutto
1 25 26 27 28 29
Pagina 27 di 29