close
Life

In Italia un’azienda su due chiude dopo i primi cinque anni di attività

gli-stadi-del-successo-fabio-belotti

È uscito GLI STADI DEL SUCCESSO, il nuovo libro di CLAUDIO BELOTTI edito da ROI Edizioni. CLAUDIO BELOTTI è tra i pionieri del coaching in Italia, uno dei soli quindici “Master Trainers” al mondo scelti personalmente da Anthony Robbins e il primo al mondo ad aver ricevuto direttamente da Richard Bandler il titolo di “Master Trainer in NLP for Business”. Lavora al fianco di grandi aziende, come Armani, BMW, Google e istituzioni quali Confindustria e il Ministero della Salute. È stato mental coach anche per la Federazione Italiana Pallavolo, per la Olimpia Basket Milano e il settore giovanile e femminile dell’Inter.

In Italia una azienda su due chiude dopo i primi cinque anni e pochissime resistono a lungo dopo la scomparsa del fondatore. Lo rivela uno studio della CGIA, secondo cui il 55,2% delle imprese chiude i battenti entro i pri­mi cinque anni di vita. Proprio come le persone, le imprese hanno dei cicli di vita, ognuno con peculiari esigenze e problematiche: nascono, crescono, maturano e, se non si sta attenti, invecchiano e muoiono. Ma, a differenza di quanto accade per le persone, per le aziende la vecchiaia e la morte sono evitabili.

Basandosi sugli studi di Ichak Adizes, l’autore e consulente aziendale inserito tra i dieci migliori comunicatori al mondo insieme al Dalai Lama (Rapporto Holmes, 2017), CLAUDIO BELOTTI ha elaborato un metodo preciso per capire in quale momento si trova un’impresa, quali sono i problemi “normali” da gestire e quali quelli “anormali” da risolvere prima che diventino cronici. In questo modo sarà possibile anticipare il ciclo successivo e preparare l’azienda e i suoi componenti a fare una transizione veloce, a basso costo e di successo.

GLI STADI DEL SUCCESSO mette anche a disposizione preziosi strumenti, messi a punto grazie all’esperienza quasi trentennale dell’autore come business coach, per riuscire a concentrare le proprie energie, evitare gli sprechi e far sì che la propria impresa rimanga sempre nel “prime”, cioè la fase ottimale di equilibrio fra l’entusiasmo dell’inizio e l’esperienza della maturità.

Non ci vuole un super manager con un cv strepitoso per sapere che il successo di un’azienda è dato dalle persone che la compongono” afferma BELOTTI nell’introduzione del libro, “L’obiettivo è sempre quello: fare tanto, il massi­mo, con il minimo possibile.”

Tags : Homepage Bottom