close

Style

protagonisti e progetti, la creatività va in scena

Style

Oscar 2020, l’impatto del red carpet sugli e Commerce di moda

oscar-2020-impatto-red-carpet

La notte degli Oscar è una delle più importanti vetrine per l’industria della moda globale: sul red carpet si decidono molti dei trend dell’anno. Che si tratti di brand di alta moda coinvolti direttamente nell’evento o di marchi alla portata di tutte le tasche, la kermesse offre l’occasione per rispondere con la propria offerta ai picchi di ricerche online sulle tendenze del momento. Obiettivo: acquisire nuovi clienti da fidelizzare tutto l’anno, attraverso un prezioso patrimonio di dati sui loro gusti e interessi.

Secondo THRON, piattaforma enterprise per la gestione intelligente di contenuti e prodotti, sono cinque gli elementi da considerare per massimizzare l’introito di dati e vendite generati dagli Oscar.

 – Visite: cavalca l’onda su tutti i canali del brand. Nel 2019, le ricerche per “abito rosa” sono aumentate in un giorno del +528% su Lyst – il “Google della moda” – dopo che più di 10 attrici avevano scelto quel colore per i loro outfit per il red carpet. Se quest’anno hanno generato clamore la moda sostenibile, il rosa e nero, il bianco e la spalla scoperta, metti in risalto i tuoi prodotti più in linea con i nuovi trend su tutti i canali. Sfrutta una Content Platform per riconoscere il colore dominante dei prodotti tramite l’AI e selezionare i relativi capi. In pochi secondi gli stessi contenuti verranno veicolati su tutti i siti del brand in diverse lingue e paesi. Automatizza attività manuali di ritaglio di immagini e ottimizzazione mobile per accelerare i tempi di caricamento di nuovi prodotti, in linea con le richieste del momento. Ricorda: gli utenti che hanno un’esperienza negativa nel tuo negozio mobile hanno il 62% in meno di probabilità di acquistare da te in futuro.
(altro…)

Leggi Tutto
Style

MTS lancia il sigaro Toscano “Puccini”

sigaro-toscano-puccini

“Ma il mio mistero è chiuso in me, il nome mio nessun saprà…”. Si narra che Giacomo Puccini compose la celebre aria della Turandot abbandonato al fuoco della sua passione per il sigaro Toscano. Quando si immergeva in questa esperienza, il Maestro si isolava in un suo mondo sospeso, lontano dalle tante noie quotidiane, in uno spazio di abbandono totale e silenzioso che dava fuoco alla miccia della sua ispirazione e della sua creatività. “L’ispirazione – soleva raccontare – è un risveglio, una fuga da tutte le facoltà umane, e si manifesta in tutte le grandi conquiste artistiche”. Il sigaro, che così tanto amava, lo aiutava appunto a raggiungere questo suo personale diapason.
(altro…)

Leggi Tutto
Style

Investire in Borsa? Meglio nelle borse: i 5 modelli cult per chi è in cerca di un investimento sicuro

5-modelli-cult-borse-investimento-sicuro

C’è chi investe in minibond e chi in Itbag. Sempre di borse si parla, sempre di capitalizzazione si tratta. Ed è proprio questa la visione di StockX, piattaforma di reselling in cui vendere e acquistare non solo sneaker, ma anche capi streetware e accessori con gli stessi metodi trasparenti e anonimi dei mercati finanziari.

Per chi è in cerca di un investimento a lungo termine, StockX ha quindi identificato i modelli più preziosi sui quali vale davvero la pena puntare.

Louis Vuitton X Supreme Malle Courrier Trunk Monogram Supreme 90 Red68.473 €

La chiacchieratissima capsule collection Louis Vuitton x Supreme ha senza dubbio alzato l’asticella delle collaborazioni fra prêt-à-porter e sportswear. Il baule Louis Vuitton x Supreme Monogram Malle Courrier 90 Trunk rivisita il classico da viaggio della maison nell’esclusiva versione bianca e rossa targata Supreme. Louis Vuitton aveva solo 16 anni quando si trasferì a Parigi per diventare un apprendista costruttore di bauli e valigie. Il modello Malle fu il primo nella storia a presentare la parte superiore e inferiore piatta, rendendolo più facilmente trasportabile.
(altro…)

Leggi Tutto
Style

Le previsioni sulle preferenze degli utenti durante i saldi invernali

previsioni-preferenze-utenti-saldi-invernali

Da circa un paio di settimane, in Italia sono iniziati i saldi invernali. Stando alle stime delle associazioni dei consumatori, più di 4 italiani su 10 (41%), si lascerà tentare dagli sconti, con una spesa media secondo Confesercenti di 324 euro a famiglia.

Sebbene le politiche dei saldi regolino per legge solo i negozi fisici, sono molti anche gli store online che in questo periodo lanciano promozioni davvero molto vantaggiose. Ed è proprio in rete che la maggior parte degli utenti effettua le sue ricerche di shopping in queste periodo, come dimostra l’ultimo studio realizzato da SEMrush. Che si tratti di una sorta di “indagine di mercato”, per confrontare prezzi o modelli, o di veri e propri acquisti online, tra gennaio e febbraio si registra un vero e proprio boom di ricerche online, con siti web che vedono aumentare anche di 10 volte gli accessi alle pagine.
(altro…)

Leggi Tutto
Style

E-commerce: i prodotti più ricercati nel 2019 e le categorie in maggior crescita

articoli-piu-cercati-acquistati-2019

Con l’inizio di un nuovo anno è tempo di bilanci e di analisi dei mesi trascorsi, sia per fare il punto sull’anno appena passato sia per porsi nuovi obiettivi per quello venturo. Proprio per questo, idealo – portale internazionale di comparazione prezzi leader in Europa – ha analizzato i dati della propria piattaforma italiana alla ricerca dei prodotti e delle categorie merceologiche che hanno maggiormente attirato l’attenzione degli italiani nel 2019.

I prodotti più desiderati

I dieci articoli maggiormente desiderati nel 2019 dagli e-consumer italiani sono stati, in ordine: le cuffie Airpods 2, le scarpe da donna Dr. Martens, gli smartphone iPhone XR e iPhone 7, il videogioco FIFA 20, le console di gaming Nintendo Switch e Sony PlayStation 4 Slim. Ancora, gli smartphone iPhone 11 e Samsung Galaxy A50 e le sneakers Adidas Stan Smith.

Tra le macro-categorie con la maggiore crescita di interesse online nel 2019 idealo ha evidenziato i prodotti per animali (+100,1% di ricerche rispetto al 2018), i prodotti appartenenti alla categoria moda e accessori (+92,3%) e infine gli articoli per auto e moto (+77,4%).
(altro…)

Leggi Tutto
Style

Saldi, primo bilancio in calo rispetto allo scorso anno

saldi-bilancio-calo

A dieci giorni dalla data di inizio dei saldi, il bilancio, secondo un’indagine Ascom Confcommercio Bergamo effettuata tra i commercianti di città e provincia, è al di sotto delle attese. L’avvio è stato abbastanza buono in città, complice anche il lungo ponte dell’Epifania: chi non è partito per le vacanze si è concesso un tour di shopping tra le vetrine del centro e anche qualche turista ha approfittato degli sconti. In provincia, eccezion fatta per le località di villeggiatura, i saldi sono andati invece decisamente meglio nel secondo week-end, appena chiuso. Il primo bilancio dei commercianti evidenzia in media un calo fino al 10 per cento rispetto allo scorso anno. La corsa alle promozioni di novembre e la caccia ai regali di Natale sembra aver sottratto parte del budget destinato agli acquisti di capi stagionali, anche scontati. “La voglia di uscire non tramonta, così come l’appeal per i saldi, che continuano ad essere nonostante tutto, attesi dai consumatori– commenta Diego Pedrali, presidente del Gruppo Abbigliamento e articoli sportivi Ascom Confcommercio e vicepresidente di Federmoda Italia-. Ma la sensazione è che con la crisi la gente non faccia grandi acquisti e si limiti a fare un giro per vetrine o a piccole spese nei negozi low-cost. Le occasioni non mancano, con percentuali di sconto anche forti per abbigliamento e calzature, dai capi più importanti agli articoli meno costosi”. Anche alla luce dei recenti dati Istat che evidenziano la sofferenza e crisi dei negozi, i commercianti confidano in un buon proseguimento dei saldi per salvare una stagione al di sotto delle attese: “I margini sono sempre più ridotti perché la gente sembra voler acquistare solo a prezzo scontato e i costi tra affitti e imposte sono sempre più elevati- continua Pedrali-. Confidiamo in un risveglio dei consumi e in un buon proseguimento delle vendite di fine stagione, quest’anno partiti senza grandi slanci”.
(altro…)

Leggi Tutto
Style

Cresce dell’87% la ricerca di outlet in Italia dalla Russia

crescita-ricerca-outlet-italiani-russia

Crescita esponenziale delle ricerche dalla Russia di outlet in Italia: crescono dell’87% secondo i dati Yandex, principale motore di ricerca russo. Le ricerche online passano infatti da 6716 nel luglio 2018 a 7691 ricerche a luglio 2019, con il picco più alto. Così Giulio Gargiullio esperto di business digitale con la Russia presente a BTO 2020 come speaker sul turismo dalla Russia: “È un trend molto importante quello dell’aumento delle ricerche relative agli outlet italiani, dovuta in parte anche all’aumento del numero di turisti russi nell’estate 2019. I russi rimangono fra i top spender in Italia, terzi dopo i cinesi e gli americani. Il secondo momento di maggiore presenza dei viaggiatori russi nel Belpaese è proprio in queste settimane, fino a metà gennaio, dopo il Natale ortodosso. O russi raggiungono uno scontrino medio di circa 1000 euro per quanto concerne il Tax Free Shopping. È importante condurre il turista dalla Russia verso l’outlet, uno store o verso la propria attività attraverso un sito localizzato e sfruttando il digital marketing in lingua progettato ad hoc e con piattaforme locali come Yandex o VK.
(altro…)

Leggi Tutto
Style

Nasce NETSTYLE per i brand italiani del fashion e lifestyle

netstyle-brand-fashion-lifestyle

Nasce Netcomm NETSTYLE, un knowledge hub per le imprese della moda e del design pensato per aiutare gli imprenditori e i manager a capire la trasformazione digitale e a declinarla concretamente nella propria realtà aziendale, lavorando sia sul piano strategico che sul piano operativo e affrontando temi come l’evoluzione dei canali commerciali, l’omnicanalità e l’internazionalizzazione. Il 23 gennaio 2020 il primo appuntamento a cui parteciperanno brand della moda, dell’arredo, del design, della gioielleria e della cosmetica.

“Netcomm NETSTYLE nasce in un momento decisivo per il nostro Paese, dove oggi, più che mai, la tecnologia è un fattore abilitante della strategia imprenditoriale dei brand Made in Italy. Le esigenze dei consumatori che acquistano abbigliamento, calzature, accessori e beni di lusso, infatti, sono sempre più sofisticate.” Commenta Roberto Liscia, Presidente di Netcomm, il consorzio del commercio digitale italiano, che continua: “L’industria del fashion, del lifestyle e dell’home living, che nel 2019 in Italia vale 5 miliardi di euro, è quella in cui le tecnologie stanno rivoluzionando maggiormente le strategie del retail. Con la possibilità di disegnare collezioni e nuovi prodotti sulla base dei dati di tendenza del settore, – conclude Liscia- le analisi predittive messe a disposizione dall’intelligenza artificiale consentono di mantenere una relazione con il cliente anche dopo l’acquisto, proponendo un’offerta sempre più personalizzata, così come anche grazie a chatbot e assistenti virtuali, in grado di migliorare costantemente l’assistenza al cliente”.
(altro…)

Leggi Tutto
Style

Moda sostenibile sotto casa: l’eco-fashion è possibile

eco-fashion-moda-sostenibile

Che i nostri armadi siano popolati da vestiti che non usiamo più, da altri che non sono più alla moda (e che forse non torneranno ad esserlo) e da altri ancora che davvero non sappiamo in quale occasione utilizzare, è un dato di fatto.

Ma le cose stanno cambiando, perché anche il mondo della moda si sta avvicinando a passo veloce al trend dell’eco-fashion ovvero la moda sostenibile che permette, tra l’altro, di fare ordine nella giungla di vestiti che non mettiamo mai, utilizzandoli nel modo più saggio.
(altro…)

Leggi Tutto
Style

Un decennio di sneaker: i modelli più costosi diventati dei veri e propri cult da collezione

decennio-sneaker-modelli-costosi-cult-collezione

Dalle collaborazioni con celebrità del mondo della musica e dello sport alle versioni più attese  con brand dallo stile inconfondibile sono varie le ragioni che portano al successo di un modello di sneaker. E solo poche sono quelle che riescono ad aumentare il loro valore nel tempo sino a diventare dei veri e propri tesori da collezione. Per questo StockX, la piattaforma di reselling in cui vendere e acquistare sneaker, capi e accessori di streetwear, ha selezionaro i modelli cult che hanno aumentato il loro valore di anno in anno diventando veri capi cult degli appena conclusi anni ’10.

Nike Yeezy 2 Red October’s 

Uscite senza preavviso dopo tantissime speculazioni all’inizio del 2014, sono andate sold-out in una manciata di minuti, senza nemmeno il bisogno di alcun tipo di pubblicità o annuncio da parte di Nike. Design ricercato, lacci dorati e silhouette tutta rossa, le Yeezy 2 “Red October” sono entrate nella storia per essere il frutto dell’ultima collaborazione tra Kanye West e Nike. La mancanza di una data di release ufficiale e il rifiuto a riconoscere i diritti d’autore hanno infatti spinto Kanye ad abbandonare per sempre il marchio Nike e firmare per adidas Yeezy dando inizio ad una nuova era. I pochi fortunati che sono riusciti ad aggiudicarsene un paio allora hanno di fatto messo le mani su un vero e proprio pezzo da collezione. Infatti, nell’arco di poche ore i modelli andati a ruba sul sito Nike al prezzo retail di 245 dollari, nel mercato del reselling hanno rapidamente raggiunto cifre a tre zeri arrivando a un valore di mercato che oggi supera i 6mila dollari.
(altro…)

Leggi Tutto
1 2 3 17
Pagina 1 di 17