close

Varie

Varie

L’arte del cucinare: gli accessori immancabili dello chef

Cucinare è una passione che sta coinvolgendo sempre più persone, non solo come passatempo casalingo ma anche come opportunità di lavoro. Bar e ristoranti sono ormai il centro della vita sociale di oggi, ed è anche per questo che il loro numero cresce costantemente. Mentre fino a qualche tempo fa la cucina era – per i professionisti e non – una routine, oggi sta diventando un vero e proprio interesse a cui ci si dedica con grande entusiasmo, grazie anche al dilagare dei programmi televisivi dedicati a questa attività.

Chef professionisti si dilettano ormai a condividere quest’arte che non è più relegata al ricettario della nonna, e che si avvale di tanti strumenti utili per dare spazio alla creatività, con un occhio sempre puntato all’efficienza.

Grazie alla diffusione degli attrezzi da cucina negli ambienti professionali, la creazione di pietanze dolci e salate è divenuta più facile e più veloce, consentendo un risparmio di tempo e quindi di costi. Modificare le portate in base alle preferenze del cliente o secondo l’estro dello chef è un innegabile valore aggiunto a una cucina professionale. Lo stendipizza, ad esempio è immancabile nelle pizzerie e nei ristoranti italiani: un piatto che è un po’ il simbolo della cucina italiana può essere preparato in poco tempo, garantendo lo stesso risultato finale ma con un minor dispendio di energie.

Anche i dolci meritano la loro parte importante di attenzioni: spesso però può capitare di non avere molto tempo a disposizione per soddisfare gli appetiti più golosi dei nostri clienti, o di dover organizzare in poco tempo una cena improvvisata tra amici. Per questo, la macchina per waffle è un altro accessorio che non può mai mancare: dalla colazione della mattina in un bar, allo sfizio di mezzanotte in pasticceria, i waffle sono una delizia che mette d’accordo praticamente tutti. E riuscire a prepararlo in poco tempo, senza sporcare un’intera batteria di pentole è proprio un bell’aiuto, sia in termini di tempo che di fatica.

Il mondo della cucina tra tecnologia, tradizione e scoperta

Anche se non tutti sono d’accordo sul suo utilizzo, la tecnologia è immancabile in una cucina moderna, sia professionale che casalinga. Non sempre si ha la possibilità di preparare impasti vari come facevano le nostre nonne, e la possibilità di avvalersi di macchine e piccoli robot può dare un grande aiuto all’organizzazione del personale di cucina. Dopotutto, l’obiettivo finale di uno chef è quello di soddisfare i clienti risparmiando sui costi, e l’importante è che si arrivi a questo risultato: in cucina, tutto è concesso! Negli ultimi mesi gli acquisti di robot da cucina sono aumentati tantissimo, addirittura del 110%: un dato che la dice lunga su quanto questi accessori possano rivelarsi utili.

Un altro fenomeno che è andato contro la tradizione è quello del sempre maggiore interesse da parte degli uomini per il mondo dei fornelli. Per secoli, infatti, pentole e padelle erano di esclusivo appannaggio della donna, secondo una tradizione e una cultura che divideva nettamente i ruoli. Ma i tempi cambiano per fortuna e così anche la mentalità: oggi troviamo molti aspiranti chef casalinghi che – con ottimi risultati – si cimentano ai fornelli. E molti chef famosi sono proprio uomini, a dimostrazione che anche in cucina regna la parità di genere.

Un altro aspetto molto positivo di questa passione è – oltre a quello di mangiare ovviamente! – anche la possibilità di scoprire sapori e culture diverse. Quando si viaggia e si conoscono nuovi posti, si vogliono provare anche i sapori tipici del luogo: un modo per entrare in contatto a 360° con la cultura del paese che visitiamo. Spesso poi capita di voler portare a casa ingredienti o ricette che ci sono piaciuti particolarmente, e che hanno la capacità di ricordarci momenti ed emozioni dei nostri viaggi. Se poi non si può viaggiare, nessun problema: ormai preparare un piatto di un’altra cultura non è più una cosa complicata, grazie alla possibilità di trovare ricette, video e ingredienti per ogni piatto del mondo.

Leggi Tutto
Varie

Per il 2021 cresce l’incertezza degli italiani sul lavoro. Il 43% teme di perdere il posto, il 54% chiede protezione dello stipendio

L’emergenza sanitaria ha minato le certezze degli italiani sul lavoro e oggi ben il 43% dei lavoratori teme di perdere il posto o non si sente sicuro del proprio impiego (era il 36% un anno fa), la percentuale più alta tra i principali paesi europei come Regno Unito (39%), Spagna (39%), Francia (31%) e Germania (30%). Nell’incertezza cresce l’attaccamento all’impiego attuale: il 72% degli italiani si dice soddisfatto del proprio lavoro, +3% rispetto a dodici mesi fa, mentre scende la percentuale di insoddisfatti (dal 10% al 6%) e solo il 9% sta cercando attivamente una nuova posizione (contro il 12% di fine 2019). Cala di dieci punti (dal 58% al 48%) l’ambizione di avviare un’attività, al penultimo posto davanti solo ai francesi (38%) e dopo inglesi (54%), spagnoli (51%), e tedeschi (50%).
(altro…)

Leggi Tutto
Varie

Massima valutazione orologio Rolex usato, scopri l’online

Possiedi uno o più orologi Rolex da diverso tempo, ma adesso stai prendendo in considerazione l’idea di metterli in vendita. I motivi per andare verso questa direzione sono tanti: potresti avere bisogno di liquidità, di liberarti da un oggetto ormai privo di valore affettivo o, magari, vorresti acquistare un modello più recente.

Il punto è che, nell’ultimo anno, stiamo vivendo in uno stato di emergenza sanitaria a causa del Covid-19 e trovare un professionista nel campo dei beni di lusso non è semplice, soprattutto se non abiti in una grande città. Quando, poi, avessi bisogno della consulenza di esperti affidabili ed autorizzati dalla Questura, le probabilità di trovare un servizio qualificato diminuiscono ulteriormente. 

In una situazione come quella attuale, Banco Diamanti è l’opportunità ideale per vendere orologi di pregio in seconda mano. Sfruttando le opportunità offerte da Internet e impiegando strumenti alla portata di chiunque, puoi ottenere una valutazione in maniera facile, veloce, comoda e al riparo da brutte sorprese.

Come ottenere una stima online del tuo orologio Rolex?

A meno che tu non sia un esperto in questo settore e possa permetterti di fare una valutazione dell’eventuale guadagno, dovresti dedicare molta attenzione alla scelta del professionista di riferimento. Un’attività di compro orologi usati degna di tale nome vanta, nel proprio organico, periti in stretta collaborazione con i Tribunali, in grado di riconoscere le caratteristiche degli articoli presi in visione. 

Per un primo orientamento sul valore, ti sarà chiesto di fornire alcuni dati del bene in oggetto. Oltre a identificare il marchio e il materiale del cinturino, dovrai sapere con certezza di quale modello si tratta. Per scoprirlo, basta dare un’occhiata alla “referenza”, un codice posto nella parte posteriore dell’orologio. 

Manderai queste informazioni insieme ad alcune fotografie, che dovranno essere nitide anche nei particolari, per verificare l’integrità di ciascun componente. Le immagini porranno il focus, in particolare, su cassa, quadrante, lancette, cinturino, eventuale presenza di pietre preziose.

Dal recapito dell’orologio in sede alla valutazione finale

Una volta compilati i campi del form e inviate le informazioni richieste, sarai contattato da un operatore nell’arco di poche ore: ti fornirà una valutazione di primo orientamento, totalmente gratuita, definendo i margini di guadagno. Nel caso in cui la stima soddisfi le tue aspettative, ti chiederemo i dati per effettuare la spedizione a nostro carico, concordando la data del ritiro. 

Appena la merce giungerà presso la nostra sede, prenderemo accordi per una video-chiamata, durante la quale apriremo il tuo pacco. Per la valutazione del tuo orologio usato faremo l’analisi in diretta, mediante opportuna strumentazione e senza trascurare alcun dettaglio. Se accetterai il preventivo finale, provvederemo all’accredito immediato della cifra concordata.

Perché scegliere Banco Diamanti?

A proporsi per valutare beni preziosi e di lusso sono in molti, ma non tutti si rivelano affidabili. Analogamente a qualunque attività che preveda di delegare delle responsabilità, il rischio maggiore è quello di ottenere una stima nettamente inferiore al valore di mercato.

Banco Diamanti, invece, ti offre preventivi vantaggiosi non solo per il compro orologi usati Rolex, ma anche per Omega, Iwc, Patek Philippe, Audemars Piguet, Jaeger Lecultre e tanti altri brand. Il tutto risparmiando tempo prezioso su ricerche interminabili e ad alto rischio di inesattezze riguardo caratteristiche, modelli e listini. Non perdere altro tempo, quindi: richiedi subito la tua valutazione!

Leggi Tutto
Varie

Il 2020 dell’Italia su Facebook

2020

Il 2020 sarà ricordato per sempre come l’anno che ha cambiato e segnato moltissime persone e mentre ci avviciniamo alla tanto attesa conclusione, Facebook vuole ripercorrerlo attraverso “Year in Review”, una rassegna degli avvenimenti, delle persone e dei temi di discussione che più di tutti hanno mobilitato il mondo social.

Durante il primo lockdown le persone hanno combattuto il distanziamento sociale sfruttando piattaforme di messaggistica come Messenger e Whatsapp, raddoppiando i normali flussi di chiamate per potersi tenere in contatto. Ma sono cambiate anche le modalità di interazione, ad esempio le chiamate di gruppo – quelle con 3 o più partecipanti – sono aumentate di oltre il 1.000% solo a marzo. E’ cambiato il tempo speso sulle diverse app di Facebook ma anche il modo in cui le persone hanno usato queste piattaforme. Pensiamo ad esempio al fenomeno dei Live, che oggi sono parte della nostra “nuova” quotidianità, o ai Gruppi Facebook. Ad aprile, oltre 3 milioni di italiani erano parte di gruppi locali impegnati a offrire supporto durante l’emergenza Covid-19.

(altro…)

Leggi Tutto
Varie

Alimentatori e trasformatori: tutti i modelli in commercio

Un alimentatore è un dispositivo usato in elettronica ed informatica. Serve a commutare una tipologia di energia elettrica in un altro tipo. I trasformatori, invece, servono a trasmettere la stessa tipologia di energia tra due o più circuiti collegati tra loro. Gli alimentatori ed i trasformatori possono assumere grandezze, dimensioni e forme differenti in base al tipo di utilizzo o alla destinazione d’uso. Quelli più conosciuti sono i cavi di alimentatori per computer e consolle di gioco che prendono la tensione Ca direttamente dalla rete elettrica e poi la inviano all’alimentatore. Il circuito viene completato quando la tensione diventa CC in uscita alimentando l’apparecchio e, quindi, facendo sì che si accenda e che funzioni. Su RS Components trovi un’ampia gamma di alimentatori e trasformatori ma prima di scegliere dovresti saperne di più sull’argomento.

Tipologie di alimentatori

Quante tipologie di alimentatori esistono? La risposta è ampia e articolata perché sul mercato troverai tantissime versioni dato che il loro impiego serve a soddisfare una miriade di applicazioni. Per esempio ci sono le guide DIN, gli alimentatori per montaggio a pannello, gli alimentatori da desktop, quelli da computer ed i gruppi di continuità conosciuti anche con la sigla di UPS. Il mercato degli alimentatori riguarda anche quello degli accessori, ovvero quello dei kit di connettori, di filtri e di moduli. Questo perché sono impiegati per qualsiasi dispositivo elettronico e, quindi, in caso di acquisto, occorre selezionare quelli più idonei al tipo di circuito da alimentare.

I trasformatori

A seguire ci sono anche i trasformatori che trovi disponibili in numerose varianti. Per esempio tra i più comuni potrai trovare trasformatori per montaggio a pannello e guida DIN, trasformatori per PCB, trasformatori per illuminazione e trasformatori per audio. Per questo genere di componenti è necessaria una certa competenza informatica oltre alla selezione dei migliori rivenditori dall’esperienza comprovata.

L’efficienza

Per la scelta conta anche e soprattutto il valore dell’efficienza, espressa in percentuale. Si tratta del rapporto tra la potenza in uscita e la potenza in entrata. L’efficienza di un alimentatore non è mai equivalente al 100% proprio perché è il rapporto tra la quantità di energia che passa dalla presa di corrente e la quantità di energia che viene usata dal circuito e dalle componenti che lo compongono. Inoltre una buona parte di energia viene dispersa sotto forma di calore.

Come si calcola

Quindi un alimentatore da circa 500 watt con efficienza dell’80%  assorbe 625 watt erogandone 500. Il calcolo è molto semplice e si ottiene moltiplicando i watt dall’efficienza. Durante il processo di entrata dell’energia, quindi, l’ammontare di 125 watt viene trasformato in calore e, quindi, viene disperso. Il calore non è la sola fonte di dispersione dell’energia presa da un alimentatore dato che, all’interno del circuito potrebbero esserci altre componenti che la disperdono. Per esempio se prendiamo il caso di un PC bisognerà considerare che tutte le sue componenti come RAM, scheda madre o scheda video, attivandosi, disperdono energia. L’efficienza è un valore molto importante per la scelta dell’alimentatore anche perché tende a diminuire nel tempo e, per questo, è un fattore di importanza cruciale in fase di acquisto.

Leggi Tutto
Varie

Quanto durano gli pneumatici? Informazioni utili sulla vita delle gomme auto

Gli pneumatici sono un elemento fondamentale per le nostre vetture: rappresentano l’unico punto di contatto tra auto e strada (e quindi sono il primo fattore di sicurezza attiva) e pertanto vanno curati e gestiti nella maniera più opportuna per ridurre rischi. L’obiettivo di tutti – specialmente di chi gestisce flotte aziendali – è di prolungare il più possibile la vita delle gomme, ma quanto possono durare davvero gli pneumatici, quando è inevitabile la sostituzione e quali sono i modelli che promettono un chilometraggio più elevato?

Durata degli pneumatici, quanto conta il codice DOT

Cominciamo dalle informazioni di base: erroneamente, molti pensato che la durata delle gomme sia collegata strettamente alla loro data di fabbricazione, indicata dal codice DOT riportato sul battistrada. In realtà, questa marcatura segnala semplicemente l’anno e la settimana di produzione del prodotto (entrambe sintetizzate in due cifre, come ad esempio 2009 per una gomma fabbricata nella nona settimana del 2020), ed è stata imposta per rintracciabile il lotto di provenienza.

Ad ogni modo, è comunque preferibile scegliere modelli con DOT più recente, perché anche le condizioni di stoccaggio e in generale l’età della mescola possono influire sul chilometraggio effettivo, insieme alle condizioni di utilizzo.

Le variabili sulla vita delle gomme

Da questo punto vista, i moderni e-Commerce offrono numerose garanzie ai clienti: per citare un solo caso, EuroimportPneumatici.com – tra i leader in Italia per la vendita di pneumatici online – assicura un immagazzinamento di tutti gli pneumatici in ambienti freschi e secchi per preservarne la qualità, seguendo la normativa di settore.

Le altre variabili che influiscono sulla durata delle gomme sono il tipo di auto (in particolare potenza, coppia e impianto frenante, ma anche il suo peso), il tipo di strada e di asfalto di percorrenza, le modalità di carico dell’auto, l’esposizione alle variazioni ambientali, la velocità media di circolazione, la frequenza di urti subiti, la corretta pressione delle ruote. Insomma, gli elementi sono davvero numerosi e dipendono anche dall’accortezza del guidatore.

Il chilometraggio medio degli pneumatici

Infatti, secondo alcune statistiche su scala europea la media di “resistenza” di una gomma è compresa tra i 25 e i 50 mila chilometri per chi di norma applica uno stile di guida normale, ma si può arrivare a 75 mila con andature tranquille o addirittura scendere sotto i 10 mila chilometri se lo stile al volante è particolarmente sprint. Per avere un comportamento sempre efficace delle gomme, comunque, gli esperti suggeriscono di sostituire gli pneumatici dopo aver percorso tra i 20 e 40 mila chilometri, soprattutto se l’auto si utilizza per lavoro.

Non trascurare l’età

C’è poi un altro limite da tenere a mente, di tipo temporale: in linea di massima, è consigliato non utilizzare gli stessi pneumatici oltre i 10 anni, anche se non hanno raggiunto la soglia d’usura prevista dalla normativa – ovvero, quando il battistrada raggiunge uno spessore inferiore a 1,6 mm o quando sulla gomma sono presenti fori, tagli, deformazioni o zone visibilmente usurate.

Ancora più precisamente, ogni tipo di pneumatico ha una “aspettativa di vita” specifica: ad esempio, la durata media degli pneumatici invernali è compresa tra i 5 e i 10 anni, e così pure quella delle gomme estive, mentre gli pneumatici all season si rivelano in genere meno durevoli, usurandosi circa il 10/15 per cento prima rispetto agli stagionali specifici.

I rischi di guidare auto con gomme vecchie e usurate

Prima di scoprire alcuni dati testati sul chilometraggio degli pneumatici, però, è bene soffermarsi rapidamente sui rischi a cui si espone chi guida auto con pneumatici vecchi usati regolarmente: innanzitutto, l’aderenza al fondo stradale è limitata, a causa delle deformazioni e perdite provocate dal lungo funzionamento. Ancora più critico è l’allungamento dello spazio di frenata che deriva dal battistrada consumato e non più efficiente come in origine, mentre l’indurimento della mescola della gomma procura una complessiva riduzione del comfort di guida, con aumento anche della rumorosità.

Svelati gli pneumatici che durano più a lungo

Eccoci arrivati quindi alla conclusione e alla segnalazione dei modelli di pneumatici che assicurano il chilometraggio più elevato nei test eseguiti in condizioni ottimali – in genere, mettendo le auto su rulli (e quindi escludendo tutte le variabili prima citate). Queste prove sono state eseguite da Auto Bild, notissima rivista tedesca specializzata nell’automotive, e incentrate su modelli di gomme all season e invernali sul mercato in questa stagione 2020-2021.

Tra gli invernali sono nettamente superiori le prestazioni di durata degli pneumatici Michelin Pilot Alpin 5, in grado di resistere per quasi 48 mila chilometri senza perdite di performance, distanziando di oltre 3 mila chilometri il secondo e il terzo classificato, gli Hankook Laufenn I Fit+ e BFGoodrich g-Force Winter 2. Tra le gomme 4 stagioni, invece, è netta l’affermazione delle Vredestein Quatrac, che raggiungono un incredibile chilometraggio potenziale di 75 mila chilometri, con gli altri due modelli sul podio – Goodyear Vector 4Seasons Gen-3 e Michelin CrossClimate + – che comunque riescono a superare i 70 mila chilometri.

Leggi Tutto
Varie

Che differenze ci sono tra Whatsapp e Whatsapp Business

Che cosa cambia tra usare Whatsapp e usare Whatsapp Business? Per scoprirlo è necessario prima di tutto capire che cos’è e a che cosa serve Whatsapp Business, una nuova applicazione che è stata concepita e messa a punto in modo specifico per i profili aziendali. Grazie a questa particolare app di messaggistica istantanea, i negozi, gli hotel e tutte le altre attività commerciali che ne faranno uso avranno la possibilità di comunicare in modo rapido e semplice con i propri clienti. Tra la versione classica di Whatsapp e whatsapp business differenze evidenti dal punto di vista della grafica non ce ne sono, eccezion fatta per il colore blu.

Come funziona Whatsapp Business

In pratica, il funzionamento della versione Business di Whatsapp si può paragonare a quello dell’app tradizionale, anche se sono state aggiunte delle funzioni in più utili per la gestione dell’attività commerciale o aziendale. Vale la pena di sapere che per utilizzare Whatsapp Business non è possibile fare riferimento al numero di telefono che è stato adoperato per registrarsi alla versione tradizionale: di conseguenza è necessario richiedere che venga attivato un numero nuovo, o comunque usare un numero che già esiste ma è diverso. Ovviamente, occorre uno smartphone Dual Sim per poter usare sullo stesso telefono i due account.

Come registrarsi

La procedura da seguire per la registrazione a Whatsapp Business e per la successiva configurazione è diversa rispetto a quella a cui si è abituati: infatti, è necessario specificare il nome della propria attività, mentre l’inserimento di un’immagine del profilo è solo facoltativa e non obbligatoria. Ciò che è davvero importante ricordare, però, è che il nome dell’azienda, dopo che è stato inserito, non può più essere cambiato: di conseguenza non ci sarà la possibilità di modificarlo in seguito.

Come fare per continuare a usare lo stesso numero di telefono

Come si è detto prima, per utilizzare Whatsapp Business non si può fare riferimento al numero di telefono con il quale ci si è iscritti alla versione tradizionale dell’app. Tuttavia è possibile individuare una sorta di scappatoia. Infatti, per adoperare l’account Business tramite il numero di telefono abituale non bisogna fare altro che disinstallare Whatsapp, per poi installare la versione aziendale e registrarsi con il numero di telefono scelto. Un aspetto vantaggioso di questo sistema è che è possibile, in seguito, importare i video, le foto e le chat che erano presenti sull’account di prima.

Le impostazioni delle attività

Le più significative differenze tra Whatsapp Business e Whatsapp in versione classica riguardano la funzione delle impostazioni delle attività. Dal menù si accede alle impostazioni e poi, da qui, alle impostazioni delle attività. Sono numerose le opzioni utili di cui ci si può servire per la propria attività: per esempio, è possibile impostare un messaggio di benvenuto automatico; inoltre, si ha l’opportunità di visualizzare le statistiche e di tenere monitorati i messaggi che sono stati letti, quelli che sono stati inviati, quelli che sono stati consegnati, e così via. Infine, nel corso delle comunicazioni con gli utenti ci si può servire di risposte rapide già impostate.

Le altre caratteristiche di Whatsapp Business

Un’altra funzione a disposizione di chi utilizza Whatsapp Business è quella che permette di impostare in automatico un messaggio di assenza. Infine, vale la pena di ricordare che anche se il nome del profilo non si può cambiare, è comunque possibile modificare la categoria di riferimento e l’indirizzo, così come si può sostituire la foto. Così, qualora si dovessero effettuare dei cambiamenti a livello aziendale (per esempio, lo spostamento della sede), non si sarebbe costretti a rifare l’account.

Leggi Tutto
Varie

Investimenti immobiliari: conviene comprare casa a Parma?

Il desiderio di portare a termine un investimento immobiliare redditizio potrebbe far prendere in considerazione l’ipotesi di acquistare un appartamento a Parma. Di certo quello che caratterizza la città ducale è un contesto economico in notevole ascesa, anche grazie al traino del comparto agricolo e a quello del settore industriale alimentare. Dopo Bologna, che è il capoluogo di regione, Parma è la seconda città emiliana per numero di abitanti, e anche questo contribuisce ad alimentare il mercato immobiliare locale. Ma perché proprio Parma? In primis perché investire in questa città vuol dire approfittare di una location che vanta una straordinaria collocazione geografica, vicino al Po e non lontano dagli Appennini.

Le ragioni per amare Parma

Di motivi per apprezzare Parma ce ne sono davvero tanti, come ben sanno i turisti che ogni giorno arrivano da ogni parte del mondo per visitare i monumenti e gli edifici storici della città emiliana. Ma ne sono consapevoli anche i tanti giovani che decidono di affidarsi proprio a Parma per trovare un lavoro in linea con le loro attese, con i loro bisogni e con i loro sogni. Qui la cultura si concilia con l’economia, il divertimento si intreccia con lo studio: insomma, ognuno ha l’opportunità di trovare il proprio angolo di paradiso, e ciò non può che essere positivo per chi ha in mente di acquistare un appartamento da mettere in affitto.

Il centro storico

Il centro storico, come si può facilmente immaginare, è la zona di Parma che fa registrare le quotazioni più elevate del mercato immobiliare. D’altro canto qui si concentrano alcuni dei monumenti più importanti della città, come per esempio il secentesco Palazzo di Riserva, in stile neoclassico, o il Palazzo della Pilotta, realizzato nella seconda metà del XVI secolo. Senza dimenticare il Battistero di San Giovanni e la Cattedrale di Santa Maria Assunta in piazza del Duomo.

Quanto si spende in centro

Già, ma a parte le bellezze artistiche, quanto si rischia di spendere se si ha in mente di comprare un appartamento in centro? La media è di circa 2.500 euro al metro quadro, anche se la fascia di prezzi è piuttosto ampia, visto che si va da un minimo di 1.700 euro a un massimo di più di 3.000 euro al metro quadro. D’altro canto, una delle variabili più importanti è l’esatta collocazione della casa: ci sono vie più convenienti di altre anche in centro.

Nel quartiere degli universitari

Una valida alternativa per l’acquisto di un immobile a uso investimento è quella che prevede di optare per il quartiere di Oltretorrente, che è quello in cui vive la maggior parte degli studenti universitari. Qui la spesa media per l’acquisto è di 2mila euro al metro quadro, con una forbice di valori che oscilla tra i 1.700 euro e i 2.300 euro. La zona è situata a breve distanza dal centro della città ed è ben servita dai mezzi pubblici, che la collegano con tutte le sedi universitarie e, ovviamente, con il clou della movida parmense.

Come trovare l’agenzia immobiliare giusta

In previsione di uno o più investimenti immobiliari Parma conviene comunque fare affidamento su un’agenzia professionale e competente: è il caso di Casasmart, che mette a disposizione dei propri clienti un team di consulenti immobiliari esperti e cordiali, oltre a un geometra che fornirà tutta l’assistenza tecnica necessaria per la valutazione dei documenti. Quante procedure e quanti adempimenti burocratici sono necessari per l’acquisto di un appartamento! Per fortuna ci pensa Casasmart a garantire la completa esecuzione di tutte le pratiche indispensabili per concludere con successo una compravendita.

Leggi Tutto
Varie

Steriline a supporto dell’industria farmaceutica

Con un parco clienti distribuito in tutto il mondo, Steriline si può considerare una realtà ormai affermata e di caratura internazionale, pur avendo sede (e impianti produttivi) ancora in Italia, e più di preciso in Lombardia, nella zona del Comasco. L’azienda si occupa della produzione di linee complete destinate alla lavorazione asettica di farmaci iniettabile, e vanta un network di 40 rappresentanti di vendita che garantiscono, sul mercato globale, una presenza costante.

Steriline tra presente e futuro

Uno degli obiettivi primari di Steriline è quello di assumere il ruolo di leader nel settore della produzione di dispositivi per la lavorazione asettica, così da rappresentare la prima scelta per le industrie farmaceutiche. Per raggiungere questo traguardo, però, è indispensabile focalizzarsi sulle partnership e sull’ingegneria avanzata, anche per promuovere i processi di specializzazione interni. Questa è la strada che deve essere percorsa per riuscire a garantire alla clientela soluzioni personalizzate e all’insegna della massima affidabilità, per un livello di efficienza e di qualità in costante crescita.

Il servizio di assistenza clienti

Il servizio di assistenza clienti è senza dubbio tra i fiori all’occhiello della proposta di Steriline, che mette a disposizione un supporto tecnico in grado di soddisfare gli standard di qualità più elevati in virtù di un team di ingegneri altamente specializzati. Del novero dei servizi di post-vendita, per esempio, fanno parte tutte quelle attività che occorrono per la risoluzione, nel minor tempo possibile, di un problema tecnico: si pensi per esempio al coordinamento dei diversi team che sono chiamati in causa per risolvere quel problema, ma anche alla semplice registrazione delle richieste che provengono dai clienti.

Le verifiche tecniche e la formazione

Il servizio di assistenza clienti di Steriline è disponibile anche ad accogliere le richieste che vengono inoltrate per i test tecnici, i quali vengono effettuati da ingegneri elettrici, ingegneri informatici e meccanici esperti. Nella sede centrale di Como, inoltre, si svolgono sessioni di formazione tecnica che prevedono gli insegnamenti di uno staff di esperti dell’azienda, grazie a cui è possibile conoscere metodi di lavoro e informazioni utili per agire, in caso di problemi, da soli direttamente in loco. Ma non è ancora tutto, perché lo staff del software Steriline, per mezzo delle tecnologie più recenti, è in grado di accedere a distanza agli apparecchi dei clienti, muniti di software e hardware idonei, così che in breve tempo gli eventuali problemi possano essere diagnosticati e risolti.

Gli altri servizi

La manutenzione preventiva e strategica è uno degli altri servizi messi a disposizione dagli specialisti di Steriline, che si occupano di programmare con la massima attenzione le visite di controllo periodiche. I clienti, poi, hanno l’opportunità di usufruire dell’ammodernamento di una linea o di una macchina vecchia, così che le stesse possano essere rinnovate alla tecnologia più recenti. Per quel che riguarda i ricambi, poi, l’azienda propone materiale di alta qualità – la migliore che si possa trovare sul mercato – e un servizio di consegna dei componenti decisamente rapido. Infine, vale la pena di menzionare i servizi farmaceutici, con la preparazione dei protocolli PQ, OQ e IQ.

Il lavoro microbiologico

Anche il lavoro microbiologico e analitico può, al di là delle attività di assistenza che vengono fornite ai clienti, far parte dei singoli progetti, oppure essere gestiti in maniera autonoma, sempre con l’obiettivo di assecondare qualsiasi tipo di necessità. Un esempio è offerto dall’attività di taratura e regolazione dei componenti a bordo macchina, grazie a cui tutti i componenti possono essere calibrati prima che la macchina venga installata. Lo scopo è quello di beneficiare di una soluzione chiavi in mano che comprende termocoppie, indicatori di pressione differenziale, trasduttori di pressione e sonde di temperatura.

Il supporto nei protocolli

Non si può fare a meno di mettere in risalto, poi, il supporto che viene fornito per l’esecuzione dei protocolli dei dispositivi in relazione ai test di accettazione in fabbrica e in loco. Le prove di prestazione comprendono, per esempio, la velocità di produzione e la produttività della macchina, mentre la vasta gamma delle prove di processo include la decontaminazione H2O2, la capacità di pulizia dei flaconi, i contatori di particelle, l’omogeneità della velocità del flusso di aria, il ciclo termico e la capacità di riempimento.

Leggi Tutto
Varie

Come vengono definiti i prezzi nella tipografia online

Quando si ha la necessità di stampare dei volantini, una tesi di laurea, un libro o qualunque altro tipo di materiale, una delle prime decisioni da prendere è quella relativa all’alternativa tra la stampa tradizionale e quella online. Per prendere una decisione oculata vale la pena di tenere conto delle peculiarità delle tipografie online, così da avere un’idea più chiara della situazione. Una tipografia online, in effetti, mette a disposizione numerosi vantaggi importanti; al tempo stesso è necessario tenere conto del fatto che il cliente nel processo di stampa sarà del tutto indipendente. Questa autonomia a volte può rappresentare un ostacolo, perché non tutti sono in possesso delle conoscenze tipografiche e grafiche che servono sia per selezionare i prodotti giusti che per la preparazione dei file di stampa. Ciò non toglie che nella maggior parte
dei casi viene messo a disposizione un servizio di assistenza online che garantisce tutte le informazioni di cui si può aver bisogno.

Perché scegliere Fotocopie24

Tra i tanti servizi online che si possono prendere in considerazione a questo scopo c’è Fotocopie24, che permette di ricevere tutti i documenti di cui si ha bisogno nel giro di 24 ore. Chi visita fotocopie24.it può conoscere da vicino tutti i vantaggi offerti da questo sistema, che fa della convenienza economica e della rapidità i propri tratti distintivi. I nuovi clienti, per altro, hanno la possibilità di usufruire di uno sconto del 7% inserendo un apposito codice durante il checkout. Sulla home page del sito si trovano tutte le informazioni in merito, ma quel che conta è che Fotocopie24 è operativo 7 giorni su 7 e 24 ore su 24.

Come funziona la tipografia tradizionale

Nel caso in cui ci si rivolga a un servizio di tipografia tradizionale, ci si trova a interagire con gli addetti al negozio che si preoccuperanno non solo di selezionare i materiali più adatti, ma anche di sviluppare il prodotto sotto tutti i punti di vista, per poi stampare il file grafico che sarà stato preparato.

Chi sceglie la stampa online

Quasi sempre sono i pubblicitari e i grafici gli utenti della stampa online, ma vanno annoverati in questa cerchia anche gli scrittori, i fotografi e gli artisti. Insomma, tutti coloro che per passione o per lavoro tendono a frequentare i libri o hanno una certa familiarità con l’arte visiva. Vale la pena di mettere in evidenza, in ogni caso, che tutti potrebbero stampare online: è sufficiente avere un pizzico di pazienza e soprattutto essere disposti ad apprendere delle particolari abilità tecniche. Non di rado, inoltre, i servizi di tipografia online forniscono anche dei manuali che aiutano gli utenti a orientarsi, così come layout e template pronti per essere utilizzati: una vera manna per i neofiti del settore.

Tutti i lati positivi della stampa online

Da questa breve disamina appare evidente che i lati positivi della stampa online fanno la differenza rispetto a caratteristiche che le tipografie classiche, per forza di cose, non possono avere. Non è solo una questione di comodità, dunque, ma anche di convenienza. Vale la pena di ricordare, poi, che il mercato della tipografia online è decisamente consolidato, visto che sia in Europa che negli Stati Uniti il giro di affari è notevole, in virtù di professionalità in costante crescita e con business internazionali sempre più floridi.

Internet: pregi e difetti da tenere in considerazione

La stampa online viene scelta perché a livello pratico è molto più vantaggiosa, ma anche perché permette di risparmiare e perché garantisce tempi rapidi. Al tempo stesso può capitare che i consumatori siano poco convinti e magari diffidenti, perché non hanno la possibilità di vedere dal vivo il prodotto finale fino a quando non lo ricevono o perché è richiesto il pagamento anticipato. Proprio per questa ragione vale la pena di affidarsi unicamente a realtà consolidate e a servizi seri che garantiscano il massimo della professionalità e dell’affidabilità.

Leggi Tutto
1 2 3 146
Pagina 1 di 146