close

Life

gli eventi più esclusivi legati al settore dell’arte

Life

Il panettone e l’arte del vino: una guida agli abbinamenti in tavola

panettone-e-arte-del-vino

Con quali vini si abbina il panettone? Solo calici dolci o ci possono essere curiosi accostamenti con altri vini?  Ha provato a rispondere a queste domande l’Antica Pasticceria Muzzi con “Il Panettone e l’Arte del Vino”, un vademecum alla scoperta degli abbinamenti tra i vini regionali italiani e i lievitati da ricorrenza. La guida è stata realizzata in collaborazione con l’Associazione Nazionale Le Donne del Vino che ha messo a disposizione la grande conoscenza delle sue sommelier. L’opuscolo sarà in omaggio in tutti i panettoni della Linea Vini del Catalogo 2019 e nel panettone classico appositamente studiato per celebrare la collaborazione.

L’iniziativa sancisce un’alleanza tra Antica Pasticceria Muzzi, leader nella pasticceria lievitata da ricorrenza nel segmento Premium, e l’Associazione Nazionale Le Donne del Vino presieduta da Donatella Cinelli Colombini. L’Associazione nata nel 1988, riunisce più 870 professioniste del comparto enologico ed è oggi la più grande associazione di vino al femminile del mondo. Da sempre si distingue per i progetti di sviluppo sostenibile dei territori agricoli e la salvaguardia del patrimonio di vitigni autoctoni rari e storici, col valore aggiunto della sensibilità femminile verso la formazione e la diffusione della cultura del vino legato ai territori dove si produce.
(altro…)

Leggi Tutto
Life

Sentire l’aria con la nuova cappa Tecna Feel

falmec-tecnafeel-nuova-cappa-intelligente

La ricerca Falmec compie un ulteriore passo verso la qualità della vita in casa con Feel System, la tecnologia che ‘sente’ e monitora le variazioni di stato dell’aria in modo costante e in qualsiasi momento. Dotata della tecnologia Feel System, e nuova arrivata nel mondo Falmec, Tecna Feel si distingue per essere una cappa semplice nel suo design e straordinariamente smart nella sua funzione.
(altro…)

Leggi Tutto
Life

Borgo San Gaetano, carezza d’autunno

borgo-san-gaetano-autunno

Voglia di relax e armonia, in un ambiente raffinato ed accogliente: l’autunno porta con sé il desiderio di introspezione e tranquillità. Borgo San Gaetano di Bernalda (MT) è il nido perfetto per un soggiorno da dedicare alla quiete, circondati dalla bellezza di un territorio sorprendente. La struttura offre sette splendide suite, ricavate nei Casalini, antichi spazi di lavoro e nelle Dimore, un tempo destinate a frantoio, dislocate su due livelli. La stradina, lastricata in pietra al cui ingresso è collocato un secolare glicine rampicante, è uno spazio privato in sé, che accoglie i visitatori in un mondo fatto di attenzioni che rimandano ad antiche storie di famiglia. Ci troviamo infatti in una location ricavata dagli spazi di un antico frantoio e di un elegante palazzo signorile, in pieno centro a Bernalda, suggestiva e storica cittadina lucana situata – strategicamente – tra il mare di Metaponto e la bellezza assoluta di Matera, Capitale Europea della Cultura 2019. L’autunno qui è una stagione speciale, la dolcezza del clima mediterraneo sfuma la luce in combinazioni struggenti, e ammirare le antiche pietre – tra tutte quelle dell’imponente Castello di Bernalda – che prendono il colore del tramonto è uno spettacolo da non perdere. Il momento invita a unire il perfetto bien vivre di un soggiorno a Borgo San Gaetano, lasciandosi viziare, nella living room conviviale, dalla ricchissima prima colazione a base di prodotti locali e la voglia di girare, senza fretta, tra i borghi più belli della Basilicata: l’abbandonato e magico Craco, l’elegante Miglionico, Pisticci e i suggestivi calanchi, Tursi e il suo quartiere arabo, Valsinni, … e naturalmente l’imperdibile Matera, con i suoi scorci e la sua struggente bellezza. La ristrutturazione di Borgo San Gaetano, curata personalmente dai proprietari della dimora, ha preservato dettagli, come volte e motivi architettonici, aggiungendo plus contemporanei di ricercatezza e design, oltre a tutti i comfort. Il costo del soggiorno parte da 90 euro per la suite matrimoniale a notte, inclusa la favolosa prima colazione bernaldese.

 

Leggi Tutto
Life

“My Tuscan lifestyle”

punta-ala-my-tuscan-lifestyle-fam-trip

Tredici event & wedding planner provenienti da quattro continenti, in rappresentanza di grosse event agency o di note multinazionali, hanno piacevolmente trascorso una settimana in Toscana grazie all’iniziativa annuale di Monica Balli Events My Tuscan lifestyle fam trip. Più che un fam trip come se ne fanno tanti, un’autentica full immersion nella regione, nelle sue usanze, nelle sue tradizioni, nel suo cibo e nel suo mare.

Il programma, congegnato per dar modo agli illustri partecipanti di “appropriarsi” del lifestyle locale e di interiorizzarlo, privo della stressante agenda di appuntamenti che normalmente caratterizza educational come questo, ha lasciato adeguato spazio al relax, al divertimento e allo sport, così che ciascuno degli invitati potesse condividere in libertà il suo Tuscan lifestyle.

Ne è sortita una dichiarazione d’amore collettiva per questa regione magica, giustamente preferita dai Vip per i loro matrimoni e dalle agenzie di tutto il mondo per eventi d’incentivazione top.
(altro…)

Leggi Tutto
Life

Hotel 5 stelle: in Italia una camera sfiora il milione di euro Capri, Positano e Portofino sul podio

hotel-5-stelle-italia-capri-positano-portofino

Il mercato immobiliare ricettivo italiano risulta un asset class di appeal e di grande valore per gli investitori nazionali e internazionali.
È questo il quadro che emerge dal nuovo Report Hotel – Focus Mare 2019 di World Capital, in collaborazione con Nomisma.

Tra i diversi aspetti della ricettività italiana, il Report offre una dettagliata overview sui costi immobiliari per camera delle seguenti località di mare: Portofino, Lido di Venezia, Cesenatico, Forte dei Marmi, Sperlonga, San Benedetto del Tronto, Positano, Polignano a mare, Maratea, Tropea, Giulianova, Termoli, Capri, Porto Cervo, Taormina.

Dall’indagine svolta dal dipartimento di Ricerca di World Capital emerge che le destinazioni più costose sono Capri per i 4 e i 5 stelle, rispettivamente con un valore immobiliare di 343.000 € e di 991.000 € a camera, e Positano per i 3 stelle con un valore per camera di 253.000 €.
Focalizzandoci sulle strutture ricettive a 5 stelle, oltre a Capri, sul podio troviamo in fila Positano con un valore per camera di 830.000 € e Portofino con 719.000 € a camera.
(altro…)
Leggi Tutto
Life

Sandro Becchetti

hitchcock-sandro-becchetti

La fotografia entra nelle sale di Palazzo della Corgna a Castiglione del Lago. La mostra autunnale si intitola “Sandro Becchetti. Protagonisti” e sarà visitabile dal 29 settembre all’8 dicembre 2019, in un percorso per immagini che si propone come un vero e proprio viaggio fotografico nella storia della cultura del nostro Paese.

Personaggi noti e meno noti, della politica, dello spettacolo, dello sport, ritratti in oltre quaranta anni di attività del fotoreporter romano per conto di quotidiani, periodici, agenzie di stampa nazionali e per riviste internazionali e televisioni, si alternano a volti di perfetti sconosciuti mettendo a fuoco sguardi, particolari dell’abbigliamento o della corporeità, focus sulla partecipazione sociale, sul mondo del lavoro, sui disagi non solamente umani ma anche di animali e perfino di città.
(altro…)

Leggi Tutto
Life

Giuseppe Uncini: La conquista dell’Ombra

fondazione-marconi-giuseppe-unicini-la-conquista-dell-ombra

Fondazione Marconi ha il piacere di presentare la mostra Giuseppe Uncini. La conquista dell’ombra dedicata al lavoro dell’artista marchigiano tra il 1968 e il 1977.

Questo progetto espositivo in collaborazione con l’Archivio Uncini, a distanza di quattro anni dalla mostra del 2015 incentrata sul disegno, mira oggi a documentare l’evoluzione della lunga e approfondita indagine dell’artista sul tema delle ombre.

Punto di partenza è la mostra, intitolata appunto “Ombre”, che ha luogo nel 1976 allo Studio Marconi e per la quale l’artista realizza Grande parete Studio Marconi MT 6, espressamente progettata per la galleria milanese.
(altro…)

Leggi Tutto
Life

Lo specchio della città

fondazione-credito-bergamasco

Il rapporto di collaborazione tra Fondazione Credito Bergamasco e Accademia Carrara – risalente nel tempo e costantemente rinnovato nel solco di una storica prossimità della Fondazione alla importante Pinacoteca cittadina – si consolida, presso Palazzo Creberg dal 4 al 31 ottobre 2019, con la mostra Lo specchio della città e con una nuova edizione del progetto Grandi Restauri che vede come protagonista Simone Peterzano, allievo di Tiziano e Maestro di Caravaggio, e Palma il Giovane.

LA MOSTRA – Attraverso diciotto ritratti – appartenenti alla “collezione nascosta” dell’Accademia Carrara e distribuiti in quattro sezioni (La città degli artisti, La città delle professioni, La città dell’aristocrazia e La città al femminile) – il pubblico può ripercorrere, da un punto di vista inedito, una parte della storia di Bergamo e dei bergamaschi tra Ottocento e Novecento.

 GRANDI RESTAURI – Nell’ambito del suo storico progetto Grandi Restauri, Fondazione Creberg sta procedendo a importanti interventi su due opere monumentali (4 x 4 m. ciascuna) realizzate da Simone Peterzano per la Chiesa di San Barnaba in Milano e su quattro opere di Palma il Giovane (una proveniente dalla Collezione dell’Accademia Carrara, tre appartenenti a Parrocchie bergamasche).
(altro…)

Leggi Tutto
Life

Cibus 2020: a Parma cresce ed espone la qualità sostenibile

parma-cibus-2020-qualità-sostenibile
La sostenibilità ambientale, la rinnovata attenzione a temi quali eticità, trasparenza e rispetto del territorio da parte della filiera agroalimentare italiana saranno il focus centrale della prossima edizione di Cibus 2020.
Saranno presentate le buone pratiche e le soluzioni eco-ambientali già realizzate da alcune aziende e nuovi progetti per rispondere alle esigenze dei consumatori. Contestualmente sarà mappata e valorizzata insieme alla distribuzione nazionale e internazionale l’offerta dell’intera filiera agroalimentare italiana per consolidarne il successo internazionale.Migliaia di nuovi prodotti saranno esposti a Cibus 2020 (a Cibus 2018 furono 1.300) e una apposita guida green guiderà i visitatori alla scoperta dei numerosi prodotti Made in Italy che si distinguono per eco-sostenibilità. Una selezione di questi saranno esposti nell’area del Cibus Innovation Corner.
Ovviamente il tema della sostenibilità sarà declinato e reso leggibile attraverso i vari aspetti che caratterizzano le nostre produzioni, tipiche e non, quali: difesa del territorio e della biodiversità, riduzione del carbon footprint, attenzione agli sprechi e alle opportunità dell’economia circolare, l’uso di packaging completamente riciclabili o compostabili, corretta remunerazione del lavoro sul campo e in fabbrica.Cibus 2020, organizzata da Fiere di Parma e Federalimentare, in collaborazione con Agenzia ICE, si terrà a Parma dall’11 (lunedì) al 14 maggio (giovedì) celebrando il suo 35 esimo compleanno, nel prestigioso contesto di Parma Capitale della Cultura Italiana. Si prevedono oltre 3.000 espositori e 80.000 visitatori professionali, di cui circa un terzo proveniente dall’estero. Buona parte delle aziende alimentari italiane hanno già confermato la loro partecipazione a Cibus 2020, anche sulla scia del successo di Cibus Connect dell’aprile 2019.Il tema “competitività e sostenibilità nel rispetto dei consumatori” verrà analizzato anche nel corso degli “Stati Generali dell’Alimentazione”, organizzati a Parma da Federalimentare in contemporanea a Cibus 2020.

Una fiera “green” coerente alla sensibilità ambientale del quartiere fieristico di Fiere di Parma, all’avanguardia nella sostenibilità sotto ogni aspetto e dotato di un impianto fotovoltaico che ha una potenza complessiva pari a circa 7 MW, che ha consentito una riduzione di emissioni di decine di migliaia di Tons di CO2 nell’ambiente.

Altro punto cardinale di Cibus2020 sarà il rapporto tra industria alimentare italiana e Moderna Distribuzione internazionale fisica e on-line, un canale di vendita fondamentale per l’export made in Italy, che sta già confermando la sua presenza a Parma.
I rapporti con i grandi retailer esteri si sono costantemente intensificati grazie all’iniziativa “True Italian Taste” organizzata dal Ministero dello Sviluppo Economico, in collaborazione con Assocamerestero. Una promozione che necessariamente è legata ad attività informative instore per spiegare storia e caratteristiche del food made in Italy che proprio a Cibus ha avuto inizio nel 2014 .
Da questo punto di vista Cibus si conferma anche nel 2020 punto di riferimento privilegiato per la Grande distribuzione internazionale grazie ai suoi road show, alla piattaforma digitale che assicura rapporti continui con i top buyer, e alla loro presenza qualificata in fiera. Un dialogo che ancora beneficia della grande esperienza semestrale di Expo2015 a Milano, col padiglione Cibus/Federalimentare.

Spazio, infine, alle Start Up innovative nel food & beverage ospitate nello “Start Up Lab”, un’area realizzata da Agenzia ICE, Federalimentare e Crédit Agricole. Una cornice che promuove il dialogo su temi quali il futuro del comparto agro-alimentare, le nuove professioni legate al food, e il rapporto tra cibo e modelli di business sostenibili.

Prosegue intanto la Road Map internazionale per presentare Cibus 2020 ed invitare a Parma i top buyer. Prossima tappa la fiera tedesca Anuga (dal 5 al 9 ottobre) dove, oltre alla attività promozionale, Cibus e Federalimentare offrono un servizio legale di segnalazione di prodotti contraffatti o imitativi del made in Italy eventualmente presenti nella fiera tedesca.
Cibus sarà presente al FHC Food Hotel Chine di Shanghai, dal 12 al 14 novembre. A Parigi, il 12 dicembre, Cibus sarà uno degli sponsor al Trofeo dell’Innovazione organizzato dalla rivista del largo consumo LSA. Nel febbraio 2020 l’attività di presentazione di Cibus proseguirà in Dubai a Gulfood e nel marzo a Tokio al Foodex Japan.

Leggi Tutto
Life

Multimedialità e data journalism, a Glocal due premi per i giornalisti digitali

giornalismo-multimedialita

Due premi per i giornalisti digitali. L’ottava edizione di Glocal – il Festival del Giornalismo Digitale in programma a Varese dal 7 al 10 novembre – conferma l’attenzione ai nuovi media e alle nuove tecniche giornalistiche e promuove la seconda edizione di due concorsi: uno per i migliori video giornalistici, l’altro per le inchieste di data journalism. Mille euro in palio per i vincitori, presentazione dei lavori entro il 31 ottobre.

«Il Festival del Giornalismo Digitale non è solamente occasione di formazione e aggiornamento, ma vuole essere anche un banco dove mettersi alla prova per capire come il digitale sta cambiando la professione», spiega Marco Giovannelli, ideatore di Glocal. «Con questi due premi vogliamo evidenziare come sia possibile fare buon giornalismo utilizzando strumenti multimediali e analisi di dati. La tecnologia e l’interconnessione ci mettono a disposizione molteplici opportunità: i moderni giornalisti devono saperle sfruttare per garantire un’informazione corretta».

(altro…)

Leggi Tutto
1 2 3 26
Pagina 1 di 26