close

Life

gli eventi più esclusivi legati al settore dell’arte

Life

Cosa vedere a Senigallia

hotel_senigallia

Senigallia è una città ricca di monumenti e di luoghi di interesse: una località turistica adatta, insomma, non solo a chi ha voglia di fare il bagno nell’Adriatico, ma anche a coloro che desiderano tuffarsi – solo in senso metaforico – nell’arte, nella storia e nella cultura delle Marche

(altro…)

Leggi Tutto
Life

Il 2016 anno cruciale per il turismo

Capitalizzare l’esperienza di Expo: è l’imperativo che emerge dall’ultimo appuntamento di Tourism Act.

Ampia ed articolata la partecipazione di esponenti delle associazioni e del sistema Confcommercio ai tavoli di lavoro per il Tourism Act 2015 – #tourismact2015 – promosso oggi da Regione Lombardia.

“La straordinaria esperienza di quest’anno con l’Esposizione Universale milanese – afferma Renato Borghi, vicepresidente vicario di Confcommercio Lombardia – deve essere capitalizzata nel 2016, per lo sviluppo di un settore che sta vivendo a livello globale cambiamenti epocali dovuti al boom dei nuovi mezzi di comunicazione e di promozione dell’offerta turistica. L’appuntamento del Tourism Act, ad un mese dall’entrata in vigore della nuova legge regionale per il turismo, è perciò particolarmente utile per definire le strategie per il futuro”.

“La legge lombarda sul turismo – rileva Borghi – frutto di un lungo confronto con la Regione, introduce maggiori garanzie per operare in un mercato in forte evoluzione, con l’auspicio che vi siano regole chiare per tutti”.

“Apprezziamo particolarmente anche l’annuncio, del presidente Maroni e dell’assessore Parolini, di stanziamenti straordinari per il settore nei prossimi due anni che superano i 70 milioni di euro. Un segno tangibile di attenzione – sottolinea Borghi – che, attraverso la regia della Regione e lo sforzo di tante istituzioni contribuirà a rendere la Lombardia sempre più attrattiva non solo nel tradizionale segmento business, ma anche nel turismo sportivo, lacustre e delle città d’arte”.

“Le oltre 56mila imprese attive nel terzo trimestre 2015 nel turismo, in aumento di quasi due punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente – conclude Borghi – testimoniano la vitalità di un settore che contribuisce in modo determinante alla ricchezza e all’attrattività dei nostri territori”.

Leggi Tutto
Life

Blogville arriva a a Bergamo

blogvillday bergamo
Blogville 2014 quest’anno tocca anche Bergamo. Il progetto digitale di promozione turistica via web 2.0 avviato due anni fa da APT Servizi Emilia Romagna e che quest’anno vede il coinvolgimento anche di Regione Lombardia porta una ventina di blogger sul territorio bergamasco. L’iniziativa, che ha preso il via tra maggio e giugno e che continua in questi due mesi autunnali, ha come meta principale i siti Unesco. Le province di Bologna, Ravenna, Modena e Ferrara da una parte, e Milano, Mantova, Cremona e Bergamo dall’altra costituiscono quello che è stato battezzato il “Quadrilatero Unesco”; ed è proprio lungo questo perimetro interregionale che corre la promozione sinergica alla base di Blogville 2014.
In arrivo da tutto il mondo a Bergamo per quattro mercoledì – il primo è stato il 10 settembre – venti top travel bloggers alla scoperta della nostra provincia. Domani sarà la volta di Matt Long (Landlopers – USA) e Matthew Karsten (Expert Vagabond – USA), mentre nelle scorse settimane hanno raggiunto la nostra città Angelika Schwaff (Reisefreunde, Germania) e Heather Greenwood Davis (Globetrotting Mama, Canada). Le loro mete: Crespi d’Adda, Bergamo Alta, il Parco dei Colli, gli itinerari ciclabili. Grazie ad un accordo con Mangiartipico ogni settimana potranno assaggiare i nostri migliori prodotti.
I bloggers coinvolti quest’anno nel progetto provengono da Europa, Nord e Sud America ed Estremo Oriente (selezionati tra centinaia di candidature pervenute da tutto il mondo in base alla loro influenza in rete), e hanno come base oltre al consueto appartamento a Bologna, anche un appartamento nel centro di Milano. Un modo per farli sentire a casa e per far scoprire loro il territorio il più spontaneamente possibile, come recita il motto di BlogVille: “Eat, Feel and Live like a local in Italy”.
Nella selezione dei blogger ospiti hanno giocato un ruolo importante le potenzialità turistiche di incoming dai Paesi di provenienza, così che tra i partecipanti a BlogVille 2014 ci sono Jiajia Zhu (Cina) con oltre 900 mila follwers su Weibo, il più popolare social network per il Paese di riferimento (www.blog.sina.com.cn/janne1125); Julia Davydova (Russia) blogger per la sezione viaggi del blog www.bigpicture.ru che conta oltre 80.000 visite giornaliere; Angelika Schwaff (Germania) di www.ichweisswo.blogspot.de e responsabile del Reiseblogger Kollektiv di cui fanno parte i più seguiti travel bloggers tedeschi; otto bloggers in arrivo da Inghilterra e Nord America del network partner www.iAmbassador.net che raggiunge oltre 5 milioni di utenti online.
Per le sue caratteristiche di creatività ed innovazione senza precedenti BlogVille si è di recente aggiudicato il primo premio al SoMet – Social Media Tourism Symposium (Finlandia) – il più autorevole appuntamento internazionale per l’utilizzo dei social media come strumento di promozione e marketing nel comparto turismo.
Il progetto, nei primi due anni di svolgimento, ha portato in Emilia Romagna 120 bloggers internazionali che, grazie alla pubblicazione on line di oltre 600 articoli ed 8mila immagini, hanno prodotto oltre 10 milioni di contatti via social networks (solo su Twitter sono state 320 milioni le impressions generate).
Blogville 2014 quest’anno tocca anche Bergamo. Il progetto digitale di promozione turistica via web 2.0 avviato due anni fa da APT Servizi Emilia Romagna e che quest’anno vede il coinvolgimento anche di Regione Lombardia porta una ventina di blogger sul territorio bergamasco.
L’iniziativa, che ha preso il via tra maggio e giugno e che continua in questi due mesi autunnali, ha come meta principale i siti Unesco. Le province di Bologna, Ravenna, Modena e Ferrara da una parte, e Milano, Mantova, Cremona e Bergamo dall’altra costituiscono quello che è stato battezzato il “Quadrilatero Unesco”; ed è proprio lungo questo perimetro interregionale che corre la promozione sinergica alla base di Blogville 2014.
In arrivo da tutto il mondo a Bergamo per quattro mercoledì – il primo è stato il 10 settembre – venti top travel bloggers alla scoperta della nostra provincia. Domani sarà la volta di Matt Long (Landlopers – USA) e Matthew Karsten (Expert Vagabond – USA), mentre nelle scorse settimane hanno raggiunto la nostra città Angelika Schwaff (Reisefreunde, Germania) e Heather Greenwood Davis (Globetrotting Mama, Canada). Le loro mete: Crespi d’Adda, Bergamo Alta, il Parco dei Colli, gli itinerari ciclabili. Grazie ad un accordo con Mangiartipico ogni settimana potranno assaggiare i nostri migliori prodotti.
I bloggers coinvolti quest’anno nel progetto provengono da Europa, Nord e Sud America ed Estremo Oriente (selezionati tra centinaia di candidature pervenute da tutto il mondo in base alla loro influenza in rete), e hanno come base oltre al consueto appartamento a Bologna, anche un appartamento nel centro di Milano. Un modo per farli sentire a casa e per far scoprire loro il territorio il più spontaneamente possibile, come recita il motto di BlogVille: “Eat, Feel and Live like a local in Italy”.
Nella selezione dei blogger ospiti hanno giocato un ruolo importante le potenzialità turistiche di incoming dai Paesi di provenienza, così che tra i partecipanti a BlogVille 2014 ci sono Jiajia Zhu (Cina) con oltre 900 mila follwers su Weibo, il più popolare social network per il Paese di riferimento (www.blog.sina.com.cn/janne1125); Julia Davydova (Russia) blogger per la sezione viaggi del blog www.bigpicture.ru che conta oltre 80.000 visite giornaliere; Angelika Schwaff (Germania) di www.ichweisswo.blogspot.de e responsabile del Reiseblogger Kollektiv di cui fanno parte i più seguiti travel bloggers tedeschi; otto bloggers in arrivo da Inghilterra e Nord America del network partner www.iAmbassador.net che raggiunge oltre 5 milioni di utenti online.
Per le sue caratteristiche di creatività ed innovazione senza precedenti BlogVille si è di recente aggiudicato il primo premio al SoMet – Social Media Tourism Symposium (Finlandia) – il più autorevole appuntamento internazionale per l’utilizzo dei social media come strumento di promozione e marketing nel comparto turismo.
Il progetto, nei primi due anni di svolgimento, ha portato in Emilia Romagna 120 bloggers internazionali che, grazie alla pubblicazione on line di oltre 600 articoli ed 8mila immagini, hanno prodotto oltre 10 milioni di contatti via social networks (solo su Twitter sono state 320 milioni le impressions generate).
Leggi Tutto
Life

Vivere a Milano e in Lombardia piace

Tempo libero Lombardia

 

E’ la famiglia la gratificazione per eccellenza degli imprenditori sia milanesi che lombardi nel loro vivere quotidiano (per quasi 1 imprenditore su 3), seguita dalle relazioni sociali (23,9% dei milanesi, più alto del dato lombardo fermo al 21,4%), e dal lavoro (per circa 1 imprenditore su 5). Ma non manca chi considera aiutare il prossimo il vero segreto della propria felicità (per circa l’8%), così come lo sport (più tra i lombardi che tra i milanesi: 9,4% rispetto al 7,9%). Il benessere economico è invece scelto dal 7,1% dei milanesi e dall’8,2% dei lombardi. E tra le fatiche del vivere? Milanesi e Lombardi concordano appieno: il problema di gestire il tempo, che risulta sempre troppo poco rispetto a quello che si dovrebbe fare, è indicato come l’indiziato numero uno da circa il 30%, seguito dalle difficoltà economiche (più tra i lombardi che tra i milanesi) e dal carico del lavoro. E così per distrarsi si va soprattutto nei locali, a mangiare o a bere una birra (31% tra milanesi e lombardi) o al cinema (22,6% milanese rispetto al 19,8% lombardo). Tra le altre voci, i milanesi vanno leggermente più a teatro (10,9% vs. 10.7%), i lombardi ai musei e mostre (18,6% vs. 18,4%). Dovunque si sia, comunque, vivere in Lombardia piace: voto di gradimento intorno al 7. Città lombarde che vengono definire dell’economia e del business (per oltre 1 imprenditore su 2), ma anche della moda e del design, città attive, veloci ed efficienti. E tra le abitudini della propria città, sia a Milano che in Lombardia vince l’aperitivo serale (anche se a Milano molto più che in Lombardia: 30,8% rispetto a 22,5%), seguito dai week-end fuori città, dallo shopping e dalle cena fuori casa. Al quinto posto ecco però il volontario e l’aiuto ai poveri. Emerge da una ricerca su oltre 1.500 milanesi e lombardi (di cui circa 1.200 milanesi e oltre 300 lombardi).
Le imprese del tempo libero a Milano e in Lombardia. Sono oltre 8 mila (14,7% del totale nazionale pari che tocca le 55mila imprese): 2.737 sono impegnate in attività creative e artistiche, 201 le biblioteche, gli archivi e i musei e 5.119 le imprese di sport, intrattenimento e divertimento. Il capoluogo lombardo è primo per numero di attività (oltre 3.000), seguono Brescia con 1.223 sedi d’impresa e Bergamo con 889 attività. Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati registro imprese.
E’ la famiglia la gratificazione per eccellenza degli imprenditori sia milanesi che lombardi nel loro vivere quotidiano (per quasi 1 imprenditore su 3), seguita dalle relazioni sociali (23,9% dei milanesi, più alto del dato lombardo fermo al 21,4%), e dal lavoro (per circa 1 imprenditore su 5).
Leggi Tutto
1 2 3 21
Pagina 1 di 21