close

Life

gli eventi più esclusivi legati al settore dell’arte

Life

Quello che le donne non dicono, ma che si sentono dire spesso

quello-che-donne-non-dicono

“Non fare la femminuccia”, “Lascia stare, sono cose da maschi”, “Sei acida! Ma hai il ciclo?”. Gli stereotipi sessisti sono ancora troppo comuni nella vita di tutti i giorni. Dai modi di dire (e di pensare) alle espressioni quotidiane, il patriarcato sembra essere molto presente, alludendo a una cultura fortemente maschilista.

Le polemiche linguistiche, specialmente in termini di accezione negativa di alcuni termini ed espressioni, sono all’ordine del giorno e hanno indotto la società a riflettere sull’importanza del cambiamento.

Per questo in occasione della Giornata Internazionale della Donna, Babbel, la app leader per imparare le lingue online, vuole sensibilizzare sulla tematica e ricordare quanto ci sia ancora da fare, o meglio evitare di dire!

A sostegno delle donne di tutto il mondo, un team di linguisti di Babbel provenienti da 12 diversi paesi ha raccolto le espressioni del sessismo quotidiano usate a casa e sul lavoro in tutto il mondo.
(altro…)

Leggi Tutto
Life

Commercio, Bergamo tiene soprattutto in periferia. Evidente l’impatto dei turisti, in particolare nel centro storico

bergamo-commercio-periferia-impatto-turisti-centro-storico

Le imprese del commercio, del turismo e della ristorazione stanno ridisegnando il volto delle città. Dal 2008 ad oggi, il cambiamento del nostro centro storico e dell’immediata periferia è evidente. Il tema è stato oggi al centro dell’analisi, condotta a livello nazionale, dall’Ufficio Studi di Confcommercio “Demografia d’impresa nelle città italiane”, presentata oggi a Roma.

L’indagine prende in considerazione 120 comuni italiani, tra cui Bergamo. Rispetto al contesto nazionale, Bergamo non è tra i comuni più vitali commercialmente (a differenza, ad esempio, della vicina Lecco e, sempre in Lombardia, di Varese), ma fortunatamente non presenta segni di declino e rischio desertificazione, in linea con le altre città lombarde (i problemi più grossi si rilevano a Chieti, Ancona e Genova).

La nostra città evidenzia situazioni di difficoltà ma complessivamente tiene – commenta il direttore Ascom Confcommercio Bergamo Oscar Fusini-. A perdere, in linea con il quadro nazionale e del Centro Nord, sono negozi di abbigliamento, calzature, libri e giocattoli, mercerie, ferramenta”. Rispetto ai dati del 2008, l’analisi che ripercorre gli ultimi undici anni presenta in tutta la sua evidenza, la riconversione turistica della città, con lo sviluppo enorme che l’aeroporto ha avuto nell’ultimo decennio: “Il cambio di vocazione ha consentito di recuperare attività nel campo ricettivo e della ristorazione, in particolare della somministrazione– continua-. Di contro, il centro storico si è svuotato di quegli esercizi che contribuiscono alla varietà e vitalità commerciale insostituibile per i residenti che ogni giorno vivono la città”. Il calo del commercio al dettaglio è tutto sommato contenuto al di fuori del centro città, dove segna rispetto al 2008 un -2,5%: “La periferia sta tenendo, ma non dobbiamo dimenticare che l’hinterland ha già pagato pesantemente negli anni precedenti al 2008 la pressione e l’invasione dei grandi centri commerciali” ricorda Fusini.
(altro…)

Leggi Tutto
Life

Coronavirus: 1.830.000 italiani hanno annullato i viaggi, anche in Italia

italiani-annullato-viaggi-coronavirus

Spaventati dall’ipotesi pandemia legata al Coronavirus 1.830.000 italiani hanno annullato i viaggi che avevano in programma nei prossimi tre mesi, anche se la destinazione non era la Cina. Questa una delle evidenze emerse dall’indagine che Facile.it ha commissionato a mUp Research e Norstat

Chi ha annullato il viaggio 

L’indagine, svolta a febbraio 2020, ha evidenziato come la decisione di non viaggiare sia stata praticamente del tutto indipendente dalla destinazione prevista per il viaggio, tanto che all’esplicita domanda: “Ha scelto di annullare il viaggio che aveva in programma per via del Coronavirus?” fra chi ha risposto affermativamente, ben il 62,9% avrebbe dovuto viaggiare all’interno dei confini nazionali. 

Per chi aveva in programma un viaggio e ha scelto di annullarlo, nel 19,7% dei casi la destinazione era comunque un paese asiatico, nel 2,2% una nazione africana e, nel 15,1% una europea.
(altro…)

Leggi Tutto
Life

Le Top 10 dei cocktail più instagrammati

10-cocktail-più-amati

Arriva per tutti i viaggiatori incalliti il momento in cui si assaggia un piatto o si beve una bevanda tipica nel paese d’origine e ogni volta…è una vera esplosione di sapori! Questo vale anche per i cocktail più famosi, che oggi è possibile bere in ogni dove, ma che dietro hanno una lunga storia e vengono da luoghi lontani o esotici. Degustare un Mojito a Cuba, una Pina Colada a Porto Rico o una Caipirinha in Brasile ha decisamente tutto un altro gusto. E come non immortalare un drink delizioso, specialmente quando si è in vacanza? Ecco perché Holidu, il motore di ricerca per case vacanza, ha deciso di stilare una lista davvero trendy dei cocktail più amati su Instagram con il loto luogo d’origine, così da sapere esattamente dove provarli e scattare una foto!

Ecco la lista dei cocktail più instagrammati al mondo:

1. Mojito: #5.672.376 hashtag – Cuba

Al primo posto di questa classifica decisamente frizzante si trova il mojito con più di 5 milioni e 600mila hashtag! Amato (e fotografato) da molti, questo cocktail riempie sicuramente il cuore e le serate di molti amanti del divertimento, che amano berlo in compagnia e condividerlo su Instagram. Originario de l’Havana, Cuba, si può dire che il mojito abbia iniziato la sua ascesa verso la popolarità verso il 1930, arrivando oggi ad essere conosciuto in tutto il mondo. Gli ingredienti tradizionali di questo cocktail amatissimo sono: rum bianco, zucchero di canna, lime, menta e acqua di Seltz.

Bevitore seriale di Mojito: Ernest Hemingway, sua sarebbe forse la frase “My mojito in La Bodeguita, My daiquiri in El Floridita”, presente nel locale Bodeguita del Medio di Attilio De la Fuente, solo uno tra i nomi che compaiono nella controversa storia della nascita del mojito.
(altro…)

Leggi Tutto
Life

L’impatto di San Valentino su cinema, ristoranti e spa registrando fino al 41% in più di visite

La festa degli innamorati è per antonomasia la ricorrenza annuale più discussa, quella che apparentemente riesce a dividere nettamente la popolazione tra simpatizzanti e restii.

Qual’è, però, il reale impatto che questa giornata ha sul mercato e sugli investimenti da parte dei brand?

Eccezion fatta per il mondo del retail, infatti, in diversi settori sussiste ancora qualche titubanza, motivo per cui Beintoo, società specializzata in mobile advertising e location intelligence, ha deciso di condurre nel periodo di San Valentino 2020 uno studio per fare chiarezza sul tema, indagando i comportamenti e le preferenze della popolazione di alcune città italiane, al fine di quantificare l’impatto che ha questa giornata sul trend di visite in alcuni specifici luoghi d’interesse.

La ricerca è stata circoscritta alle città di Milano, Roma e Napoli, nelle quali sono stati selezionati venticinque tra i più noti ristoranti nella fascia tra i 30€ e i 60€, i dieci cinema più frequentati e dieci tra le spa e i centri termali più importanti. Per ognuno di questi POIs, attraverso la tecnologia proprietaria di location intelligence della società, sono state monitorate le visite nell’arco di tre settimane, dal 27 Gennaio al 16 Febbraio, e registrate le variazioni sui trend per ogni settore.
(altro…)

Leggi Tutto
Life

I caminetti tecnologici che pensano al futuro e all’ambiente

maisonfire-biocamini-tutela-ambiente

La tutela dell’ambiente si nutre spesso di piccole azioni quotidiane, alcune delle quali insospettabili, che, se compiute da più persone, generano un effetto virtuoso incredibile.

Installare un caminetto elettrico ad acqua o a bioetanolo senza canna fumaria può rappresentare un gesto realmente green, senza dover rinunciare al piacere e al calore del focolare. Contrariamente a quanto si possa pensare, infatti, a inquinare maggiormente l’aria delle nostre città non è il trasporto su strada, bensì il riscaldamento. Secondo un recente studio di Enea, in particolare per ridurre la quantità di polveri sottili nelle aree urbane, si dovrebbero prevedere giornate senza stufe a pellet.

Le stufe a pellet, nonostante brucino biomasse di origine vegetale come il legno, emettono grandi quantità di particolato e benzoapirene dannose per la salute, almeno il grandissimo numero di pezzi funzionanti meno recenti e che non rispettano gli attuali dettami normativi. I caminetti elettrici ad acqua e le versioni a bioetanolo, invece, puntano a offrire solo il bello del fuoco, senza vincoli d’uso e soprattutto con un occhio di riguardo al futuro, perché non inquinano.
(altro…)

Leggi Tutto
Life

5 semplici azioni per salvare il Pianeta dall’ inquinamento

azioni-salvare-pianeta

Il 2019 è stato un anno davvero tragico dal punto di vista dell’ambiente. Incendi che hanno devastato migliaia di ettari di foreste, tra le quali anche quella dell’ Amazzonia, il polmone verde del mondo, e un bilancio climatico che lo registra come il secondo anno più caldo di sempre. Anche in termini di emissioni di CO2, le cose non sono andate bene. Con 36,8 miliardi di tonnellate prodotto, è stato l’anno con il tasso più alto di sempre.

Appare evidente la necessità di ridurre il proprio impatto ambientale, imparando a inquinare meno e a produrre un minor quantitativo di rifiuti, che andranno poi smaltiti in modo adeguato. In particolare, si torna a parlare di RAEE, i rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, il 40% dei quali continua ad essere gettato via in modo errato o illegale, per un totale di oltre 20 mila tonnellate solo in Italia, e di automobili private, che quotidianamente immettono nell’atmosfera tonnellate di polveri sottili.

Solo in Italia, lo scorso anno Legambiente ha registrato 26 centri urbani oltre i limiti di salvaguardia, sia per polveri sottili, sia per l’ozono, e in questo primo mese del 2020, 5 città (Frosinone, Milano, Padova, Torino e Treviso) hanno già registrato una ventina di sforamenti. Nonostante le allerte lanciate, l’auto privata continua ad essere il mezzo più utilizzato (65,3% degli spostamenti), con 38 milioni di vetture in strada al giorno.
(altro…)

Leggi Tutto
Life

A San Valentino l’accento è un’arma “potente” per il flirt: l’italiano è al secondo posto in assoluto

san-valentino-accento-italiano

San Valentino è alle porte! Gli innamorati si preparano a festeggiare con la propria anima gemella e i più romantici attendendo con ansia il proprio mazzo di fiori o la propria scatola di cioccolatini. Per i single invece questa ricorrenza può essere frustrante. Ma può anche essere un’ottima occasione se si è in grado di sfruttare il proprio accento. 

Babbel, la app leader per imparare le lingue, invita a riflettere sulle caratteristiche che rendono una persona attraente. Non si tratta mai solo dell’aspetto fisico, bensì di fascino e savoir-faire. A volte bastano poche parole per fare colpo, specialmente se pronunciate in un’altra lingua: anche se un pò confuse e con un accento marcato, le parole giuste spesso arrivano dritte al cuore.

Secondo un sondaggio globale commissionato da Babble all’agenzia di ricerca IPSOS, l’accento, infatti, è considerato una parte fondamentale della personalità (lo pensa l’82% degli intervistati), che potrebbe sicuramente giocare a favore del romanticismo. Il 71% ritiene anche che un accento straniero sia un tratto distintivo che caratterizza una persona e che la rende più attraente.
(altro…)

Leggi Tutto
Life

I viaggi sono in cima alla classifica dei desideri per questo 2020

viaggi-in-cima-classifiche-desideri

C’è chi vuole sostituire la propria auto o chi arredare l’abitazione, ma in cima alla classifica dei desideri per questo 2020 si collocano i viaggi per oltre un quarto degli intervistati (26%), soprattutto dalla fascia più adulta. Il 75% degli italiani ha in programma di partire nell’anno in corso, con un budget medio di spesa per il viaggio principale  di circa € 1.600 (per il 2% supererà i € 5.000). Obiettivo principale? fare nuove esperienze (86%) e tanto relax (61%).

È quanto emerge dall’ Osservatorio Compass, società di credito al consumo del Gruppo Mediobanca, che ha realizzato un focus sulle abitudini degli italiani in tema di viaggi e vacanze per il 2020.

Una volta definito il budget per il viaggio principale bisogna valutare tanti altri aspetti come data, meta, durata, compagni di viaggio e come prenotare.

Se i mesi primaverili ed estivi sono i preferiti, gli italiani si confermano ancora una volta tradizionalisti, con il 38% che concentra le proprie vacanze equamente tra luglio e agosto. Solo il 4% preferisce sfruttare il mese di Natale per organizzare il viaggio più importante dell’anno. Si tratta di una vacanza che durerà per la maggior parte una settimana (44%) o al massimo due (26%), mentre per quasi due su dieci sarà di pochi giorni.
(altro…)

Leggi Tutto
Life

Dating app: è giunta l’ora di disintossicarsi

once-dating-group-app

A meno di dieci anni dal loro boom, le app di dating sono diventate oramai essenziali per favorire nuovi incontri, ma l’83% di chi le usa non è soddisfatto della propria esperienza di dating. È quanto emerge da una recente ricerca condotta a livello europeo da YouGov per Once, app leader nello slow dating movement.

Una rivelazione che suona paradossale in un momento in cui le applicazioni di incontri per appuntamenti facilitano milioni di incontri al giorno e contribuiscono a spianare la strada a convivenze, matrimoni e nuove famiglie. Lo conferma anche un recente studio dell’Imperial College di Londra secondo cui nel 2037, fra nemmeno vent’anni, la metà delle nascite sarà il risultato di un incontro fatto su un sito o un’app di dating.

Quali sono allora le problematiche che vivono quotidianamente milioni di persone in questo nuovo scenario? I tre principali aspetti indesiderati nell’usare un’app di incontri vedono, nell’ordine: la scarsità di profili in linea con il proprio (per il 31% dei rispondenti), l’aumentata aggressività nello scambio dei messaggi (21%) e il rischio di essere ingannati più facilmente (39%).
(altro…)

Leggi Tutto
1 2 3 32
Pagina 1 di 32