close
Marketing

Cresce il Fintech, ecco cosa cercano sul web gli italiani su banche e finanza

cosa-cercano-su-web-italiani-banche-finanza

Lo sviluppo delle Fintech nel mondo finanziario sta trasformando il modo in cui le persone gestiscono i soldi, le transazioni e gli affari, dando vita a un settore sempre più improntato all’utilizzo del web e delle ultime tecnologie digitali. Il cambiamento che stiamo vivendo comporta un’evoluzione anche nelle strategie di marketing delle organizzazioni finanziarie che intendono rimanere competitive nel contesto di uno spazio digitale in continua crescita.

A causa del ruolo in continua espansione della Fintech all’interno del mondo finanziario, la piattaforma web marketing SEMrush ha raccolto e analizzato dati provenienti dagli ecosistemi digitali a livello nazionale.
Opportunità di consolidamento debiti, mutuo immobiliare e leasing finanziario sono le ricerche più frequenti su Google da parte dei consumatori italiani. Consolidamento debiti r ha mostrato una crescita sostanziale a marzo e maggio di quest’anno e ha raggiunto il massimo rispetto agli anni passati- 5400 ricerche al mese.

Tra le opzioni più interessanti che potrebbero considerare tutti coloro che intendono sottoscrivere un prestito per consolidamento debiti c’è quella messa a punto da Unicredit, CreditExpress Compact, che permette di riunire tutti i prestiti attivi in un’unica soluzione e ottenere al contempo una liquidità aggiuntiva, per un totale che va da un minimo di 2.000 euro a un massimo di 50.000 da rimborsare da 36 a 120 mesi con rate a tasso fisso. Ma, nonostante questi vantaggi economici, “consolidamento debiti” è più ricercato dagli italiani nelle seguenti banche: Findomestic e Agos.

I volumi di ricerca dei consumatori per durata dal credito mostrano che gli utenti italiani ricercano principalmente crediti a lungo termine è negativa rispetto all’anno precedente, così come quella del “credito a breve termine”: diminuiscono dell’11% e 13%, rispettivamente.

Le 5 banche più cercate in Italia nel 2019 sono: Banca Sella, BNL, Banca Popolare, Che banca, San Paolo. 

Tornando al discorso della strategia di marketing, è molto interessante notare un fenomeno relativo al traffico dei siti nel settore finanziario. Nonostante nella maggior parte dei casi il traffico proviene da mobile), nel settore della tecnofinanza siamo ancora un passo indietro: nel traffico da ricerca organica italiano il 59,38% del traffico proviene da desktop e il 40,62% da mobile.