close
Eventi biz

IEG: vicenzaoro january, tutte le tendenze del gioiello dal made in italy ai luxury brand internazionali

vicenzaoro

Le tendenze preziose del Made in Italy e delle più prestigiose maison d’Europa e internazionali brillano sul palcoscenico di Vicenzaoro January, che celebra, dal 19 al 23 gennaio 2024, il suo 70° anniversario. Con oltre 1300 espositori, dei quali il 40% esteri da 37 Paesi del mondo, The Jewellery Boutique Show di Italian Exhibition Group – IEG torna nel quartiere fieristico di Vicenza insieme a T.Gold, manifestazione dedicata a macchinari e tecnologie per l’oro e il gioiello, e VO Vintage (dal 19 al 22), evento aperto al pubblico dedicato all’orologeria e alla gioielleria vintage di pregio.

Manifestazione fieristica più longeva del settore ed evento di riferimento internazionale per l’intera filiera orafo-gioielliera, Vicenzaoro propone una straordinaria esperienza di business con le ultime tendenze dei preziosi e i designer più ricercati. Dall’alta gioielleria all’oreficeria, con tutto il Made in Italy e le eccellenze internazionali, componenti, semilavorati, diamanti e prietre preziose, servizi come packaging e visual merchandising, l’offerta di salone rappresenta tutta la supply chain con espositori anche dall’Asia, e in particolare Cina e Hong Kong, India, Tailandia.

LO SHOW DEI TREND, TRA ELEGANZA ITALIANA E MAISON INTERNAZIONALI

Per l’alto di gamma, nelle vetrine della community ICON, tra conferme e new entry, i luxury brand dei distretti orafi italiani insieme al meglio della produzione europea con numerose aziende da Germania, Francia e Spagna.

Creatività e raffinatezza del Made in Italy in mostra dall’intera penisola. Tra i brand presenti, Damiani con le sue creazioni dinamiche, moderne e glamour, Roberto Coin, che omaggia la bellezza di Verona e Venezia con le sue collezioni, Crivelli, con una nuova linea di gioielli d’oro brunito e diamanti neri, e FOPE, che abbina la tecnologia brevettata per rendere le catene d’oro flessibili con chiusure nascoste tra i diamanti. Per la prima volta a Vicenzaoro, in una luxury showroom al primo piano del quartiere fieristico, i gioielli scultura di Vhernier, top brand emblema dell’artistic jewellery, capace di imprimere il DNA dell’arte in forme preziose morbide e avvolgenti.

In mostra anche Annamaria Cammilli, con la sua speciale finitura vellutata di gioielli in 8 differenti tonalità dell’oro, Roberto De Meglio, con creazioni che si adattano alle forme del corpo grazie a un sistema di molle invisibili, Palmiero, che da Valenza crea gioielli con linee geometriche e colorate, i colori e la luminosità mediterranea delle crezioni di Chantecler e il gruppo quotato Gismondi 1754, con creazioni sfoggiate su red carpet di tutto il mondo e la recente acquisizione Vendorafa. Risplende la preziosità delle proposte di Leo Pizzo, Mirco Visconti, Davite & Delucchi, Giorgio Visconti, World Diamond Group e i gioielli contemporanei di Peruffo Jewellery, Marco Dal Maso, Adolfo Courier, Serafino Consoli, Nanis, Verdi, Giovanni Ferraris, Butani, Staurino Fratelli, Barakà con le proposte per l’uomo.

I buyer attesi da oltre 130 Paesi del mondo troveranno a Vicenza anche numerose proposte di case di alta gioielleria europee e internazionali: dalle tedesche Schreiner Fine Jewellery, Hans Krieger, Giloy, Breuning, Niessing, Jörg Heinz e Heinz Mayer, alle spagnole Dámaso Martinez, Carrera y Carrera e Facet, apprezzata new entry, per arrivare alle creazioni delle francesi Akillis e Djula, dell’australiana Autore o di Fabergé dal Regno Unito.

THE DESIGN ROOM: CREAZIONI UNICHE

Una selezione di pezzi unici di respiro internazionale è in vetrina nell’area speciale dedicata alla creatività degli jewellery stylist più ricercati, The Design Room. A gennaio sono presenti per la prima volta l’architetto francese Michel Tortel con il brand Qitteri Paris, che gioca con luce, forme e colori attraverso raffinate architetture geometriche, l’immaginario audace di Vicky Shawe, che incorpora elementi contrastanti in gioielli fortemente simbolici ed evocativi, la lucentezza delle gemme di Karen Suen. Tra le conferme più attese, immancabile l’appuntamento nella Design Room con le creazioni barocche intrise di citazioni artistiche e culturali di Alessio Boschi, la nuova collezione Marina B del franco-italiano Guy Bedarida e i gioielli a firmati JMG Designer del cileno José María Goñi, le forme eleganti di Busatti Milano e l’ispirazione campana di Miseno Jewelry, l’iconico occhio incastonato nelle creazioni di Netali Nissim e i colori intensi dei gioielli di Cedille Paris. E ancora, le linee contemporanee di Antonini Milano, le geometrie di Mousson Atelier, le strutture ispirate alla natura di Osi Vitoria Jewelry, le lavorazioni rigorosamente artigianali di Misani.