close
Style

L’expertise di Montenapoleone district nel turismo luxury

montenapoleone-natale-vip-lounge

L’alta capacità di spesa e la ricerca di una esperienza al top vede l’Italia quale meta ideale per i turisti che possono permettersi il lusso di un viaggio ai massimi livelli, che oltre alla scoperta di luoghi d’arte che il mondo ci invidia, paesaggi indimenticabili e prelibatezze enogastronomiche, consenta anche di dedicarsi allo shopping più esclusivo. Fare acquisti durante un viaggio, anche quando non ne costituisce la motivazione primaria, rappresenta sempre una componente tra le più rilevanti. A Milano, c’è chi, con lungimiranza, negli ultimi anni ha colto le istanze del segmento lusso costituendo un sistema che si sta facendo portavoce dell’Italian Way of Life a livello globale.

MonteNapoleone District, che rappresenta gli oltre centocinquanta Global Luxury Brand presenti nelle vie Montenapoleone, Sant’Andrea, Verri, Santo Spirito, Gesù, Borgospesso, Bagutta e San Pietro all’Orto, ha saputo soddisfare le esigenze dei propri associati e attraverso una serie di iniziative ed eventi accrescere il valore del più esclusivo luxury district del mondo. La sua mission è comunicare in modo sempre più esperienziale attraverso un dialogo diretto con la clientela internazionale più raffinata che sceglie Milano per fare shopping.
Oggi, a Milano, in occasione della terza edizione di Shopping Tourismil forum italiano– l’appuntamento annuale e itinerante dedicato al fenomeno, ideato e organizzato da Risposte Turismo, società di ricerca e consulenza a servizio della macro industria turistica- Umberto Griggi, Segretario Generale di MoneNapoleone District, nel suo intervento sul tema “Il turismo del lusso e lo shopping in viaggio” ha affermato: “Negli ultimi dieci anni abbiamo rafforzato l’identità del distretto attraverso l’ideazione di format e progetti di marketing territoriale che hanno contribuito a rendere Milano un palo di attrazione a livello internazionale. Abbiamo trasformato uno sjopping district in una meta esperienziale che è un mix di cultura e il lifestyle di alta gamma”.

Il Quadrilatero della moda rappresenta il 25% del market share della Lombardia e il 12% del PIL della città. Il suo cuore pulsante, via Montenapoleone, si classifica come la quinta strada al mondo per fatturato per metro quadro con un passaggio di 25.000 persone, di cui l’80% extra-europee, al giorno, con un peso di circa il 36% rispetto alle altre vie di Milano. Per accogliere chi è abituato a spendere queste ragguardevoli cifre, da un progetto di MonteNapoleone District è nata la MonteNapoleone VIP Lounge, con la partecipazione di GlobalBlue– partner con cui è stata creata la “Global Blue Suite” spazio di welcome esclusivo e rimborso- Planet, Tax Refund e Ferrari Tax For You, la prima a offrire ai viaggiatori una vasta gamma di servizi con un ventaglio di benefit unici e personalizzati. Inclusi nel voucher di accesso, un servizio di concierge esclusivo che si prende cura di ogni esigenza espressa dagli ospiti, come la possibilità di spendere il bagaglio e i propri acquisti verso l’aeroporto di partenza ricevendo assistenza VIP per espletare tutte le formalità di tax refund senza stress e code.

La fidelizzazione di una clientela così sofisticata è per la MonteNapoleone VIP Lounge una sfida che passa anche attraverso i nuovi strumenti tecnologici che facilitano il rapporto soprattutto con i più giovani- le nuove generazioni X e Y, i Millenial, rappresenteranno nel 2025 il 55% del mercato- in arrivo dai paesi extra europei, in particolare cinesi. MonteNapoleone District è, a oggi, l’unico distretto del lusso in Europa ad avere un account ufficiale WeChat per lo sviluppo del turismo cinese on target. Secondo i dati Global Blue, si è registrato un aumento del 3% degli acquisti tax free da parte di turisti cinesi a Milano nel periodo gennaio-marzo 2019 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, con uno scontrino medio di 1.491 euro, che nel Fashion District ammonta invece a 2.192 euro.

Sempre secondo Global Blue, nei primi sei mesi del 2019 il Tax Free Shopping nel Quadrilatero ha registrato un incremento delll’11% rispetto al medesimo periodo del 2018. In particolare, Montenapoleone con un +18% si riconferma la via prediletta dei Globe Shopper in visita a Milano con uno scontrino medio di 2.104 euro. I turisti cinesi continuano a rappresentare la prima nazionalità, ma nel primo semestre di quest’anno sono da segnalare importanti crescite degli acquisti da parte dei turisti arabi (+62%), americani (+36%) e di quelli in arrivo da Hong Kong (+36%).

“La nostra è la prima e unica lounge pensata per coccolare i clienti e offrire loro una gamma di servizi che non è mai stata resa disponibile in una sola volta e in un unico luogo”, afferma Guglielmo Miani, Presidente di MonteNapoleone District. “Nasce come strumento di fidelizzazione dei ‘Very Important Client’ ai nostri brand, ma soprattutto al Quadrilatero come destinazione, che si posiziona ai primi posti delle classifiche internazionali in termini di afflussi e di livello di servizi resi a clienti sempre più esigenti”.

Tra le numerose attività che MonteNapoleone District svolge per la promozione del territorio, rivestono un ruolo rilevante quelle nate dalle partnership con operatori che rappresentano l’eccellenza milanese. Un circuito virtuoso volto ad internazionalizzare Milano attraverso specifiche attività, come ad esempio la presenza a ILTM a Cannes o a ATM Dubai in collaborazione con il Comune di Milano e gli hotel 5 stelle lusso del capoluogo lombardo.

Tra queste, lo scorso 20 novembre, in coincidenza con le celebrazioni per i 40 anni di gemellaggio tra Milano e Shanghai, l’associazione ha organizzato il MonteNapoleone Gala Dinner per festeggiare il sodalizio tra MonteNapoleone District e Jing` An District. Fra i distretti del lusso, da un lato MonteNapoleone District rappresenta il prestigioso mall a cielo aperto nel centro di Milano, dall’altro Jing` An District è il quartiere economico più importante di Shanghai e viene chiamato la nuova “Manhattan dell’est”. Per l’occasione, è stata annunciata la data dell’iniziativa che unisce i grandi marchi del lusso alle più prestigiose aziende vinicole internazionali: “La Vendemmia” a Shanghai si terrà il 28 maggio 2020. Non solo, Guglielmo Miani ha aggiunto: “Tra le principali nazionalità che fanno shopping nel distretto, il cliente cinese, con oltre il 30%, ha raggiunto il primo posto, è quindi nostro compito accoglierlo al meglio rispondendo alle sue aspettative di offerta e servizi. Per questo motivo, a fine gennaio organizzeremo la seconda edizione del Chinese New Year, l’evento che celebra il capodanno cinese nel Quadrilatero della moda e che, nella sua prima edizione lo scorso febbraio, ha visto la collaborazione con il famoso artista Liu Bolin. Il progetto del 2020 prevede una nuova mostra fotografica che prenderà forma tra le vie del Quadrilatero e appuntamenti dedicati al mercato cinese nel settore retail”.